FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Guasto a un Italo su...3
2 Traffico in tempo re...3
3 G8, Cassazione: "A B...3
4 Tragedia in una stru...2
5 Treni, Mazzoncini ri...2
6 Riciclo rifiuti urba...2
7 Prove d'intesa Lega-...2
8 Un milione e 240mila...2
9 Imprese soffocate da...2
10 Panama Papers, in se...2
11 La Consob approva il...2
12 Brexit, da Londra un...2
13 Le richieste Ue e il...2
14 Short track, Europei...2
15 "Codacons, covo di i...2
16 Pena di morte, calan...2
17 In Italia le tasse s...2
18 Mps vola a Piazza Af...2
19 Generation What, ris...2
20 Bruxelles, accordo s...2
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 14 ottobre 2009 ore 15:52 - Visite 355
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"

Un'azienda utilizza il brano per pubblicizzare calze e collant
Il viceministro del Lavoro: "Piuttosto bisognerebbe fare pubblicità all'Inno"
L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"
Il presidente della Provincia di Savona: "Ritirate subito lo spot"
Gasparri: "Non si mescolano le ragioni del commercio con quelle della nazione"
di GIUSI SPICA


ROMA - L'Inno di Mameli utilizzato come colonna sonora dello spot pubblicitario di una nota azienda che produce calze e collant. Cantato da una voce femminile, che esalta lo spirito da "sorelle d'Italia". Ed è subito polemica. Il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli, dice che piuttosto sarebbe meglio "fare pubblicità all'Inno". Più duro il presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza: "E' una vergogna". E il coordinatore del Pdl milanese, Romano La Russa, invoca l'intervento dell'Authorithy per le Telecomunicazioni.

Lo spot. Si chiama "Sorelle d'Italia" la colonna sonora del nuovo spot di Calzedonia. La pubblicità sotto accusa, realizzata da Saatchi&Saatchi e diretta dal regista Luca Lucini, si apre con un risveglio sulla campagna romana e finisce con un suggestivo tramonto sui tetti della capitale. Nel video scorrono le immagini di donne che, avvolte in calze e collant, si abbandonano a momenti di svago o relax. Alla fine, una dedica: "A Italia, Vittoria, Laura e tutte le altre".

L'azienda si difende. In una nota, si spiega che non c'è alcun intento satirico: "Lo spot rappresenta un omaggio che Calzedonia dedica a tutte le donne attraverso un'inedita interpretazione al femminile dell'Inno - si legge nel comunicato - dove i termini Italia e Vittoria vengono fatti rivivere per la prima volta con il significato di nomi di donna. Un messaggio forte che fa appello alle infinite risorse delle donne".

Il precedente. La trovata pubblicitaria del noto brand non rappresenta l'unico esempio di un utilizzo più o meno "improprio" dell'Inno. Già l'attore milanese Paolo Rossi, durante uno spettacolo teatrale, aveva utilizzato le parole di Fratelli d'Italia, ma sulle note di Sapore di sale, per fare la parodia dell'Italietta.

Le reazioni. Dopo la messa in onda, subito sono scattate le polemiche. "Più che usare l'inno nazionale distorto per fare pubblicità, bisognerebbe fare pubblicità all'inno nazionale", dice il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli. Più duro il commento Angelo Vaccarezza, presidente della Provincia di Savona e fervido sostenitore dell'importanza dei simboli nazionali: "Con il canto degli italiani non si gioca. E non si può nemmeno metterlo sotto i piedi. Sentirlo in un spot di calze da donna è una vergogna. Chiedo all'azienda di toglierlo". Sull'argomento è intervenuto anche Maurizio Gasparri, capogruppo del Pdl al Senato: "Bisognerebbe evitare di mescolare
il commercio con l'Inno d'Italia, che va sempre rispettato".

Crosetto: "Uno spot bellissimo". Al fronte degli indignati risponde Guido Crosetto, sottosegretario alla Difesa: "Lo spot con l'Inno di Mameli? Bellissimo". Sorpreso per la reazione dei compagni di partito, commenta: "Ci sono altre cose per cui indignarsi, non certo per l'intelligenza e la fantasia".

Il giurista: "E' assolutamente legittimo". Sotto il profilo giuridico, lo spot è assolutamente legittimo. "Non c'è alcuna legge che vieti di utilizzare l'inno di Mameli a scopi diversi da quelli celebrativi, né si profila violazione del diritto d'autore", spiega Guido Scorza, avvocato specializzato in copyright. Più di una volta in Parlamento sono sbarcati disegni di legge sul cerimoniale per l'esecuzione dell'inno nazionale, mai andati in porto. L'ultima proposta, in ordine di tempo, è del 22 maggio 2008, ma non è ancora iniziato l'esame. In assenza di una regolamentazione, resta comunque la querelle sull'opportunità dell'utililizzo per scopi commerciali. Secondo Scorza, "non c'è volontà vilipendiosa o satirica. E' solo un colpo di teatro pubblicitario. L'inno ne esce assolutamente bene".

Il dibattito sul web. Divisa anche la piazza virtuale. Il dibattito impazza infatti sui forum dei siti commerciali. Tra i tanti commenti di disapprovazione, emergono anche voci discordanti, che nello spot non ravvisano nulla di offensivo.


Origine: Repubblica

25-01-2017 - Milano, studente di 16 anni accoltellato all'uscita da scuola: operato al Niguarda
25-01-2017 - L'insospettabile gioielliere della Napoli chic aiutava il boss Lo Russo: arrestato dalla Dia
25-01-2017 - Tragedia in una struttura protetta del Bresciano, paziente accoltella a morte una volontaria
25-01-2017 - Delitto di Garlasco, la corte di Appello: "No alla revisione del processo per Stasi"
25-01-2017 - Ancona, pena ridotta a 16 anni alla ragazza condannata per l'omicidio dei genitori
25-01-2017 - L'Aquila, cade elicottero 118 a Campo Felice: morte le 6 persone a bordo
24-01-2017 - Rigopiano, la telefonata. La funzionaria: "La valanga sull'albergo inventata da imbecilli"
24-01-2017 - Gli stati generali della musica contro i bagarini online, l'appello di cantanti e promoter: "Serve codice etico"
24-01-2017 - Bimba di 5 anni muore di denutrizione a Novara. I medici: "Completamente disidratata"
24-01-2017 - Emergenza terremoto: la mappa delle dighe di Campotosto in Abruzzo
24-01-2017 - Firenze, "i privilegiati del quartierino": affitti bassi in ville medicee e a Boboli, s'indaga per il danno erariale
24-01-2017 - Rigopiano, estratte altre vittime: sono nove. Il ministro Del Rio: "Dighe, nessuna criticità rilevante ma mantenere alto il controllo"
23-01-2017 - Sanità, l'ira dei medici contro il Pirellone: "Basta propaganda, sì a chiusura dei punti nascita insicuri"
23-01-2017 - Picchia avversari per difendere il figlio: follia di un papà durante torneo di calcio a Modena
23-01-2017 - Razzismo e bullismo a scuola: quattro minori indagati a Rimini
23-01-2017 - Esonda torrente nel Palermitano: auto travolta dall'acqua, un morto. Scuole chiuse in molte città
23-01-2017 - Guasto a un Italo sulla Firenze-Roma, si bloccano 3 treni: "Fermi per ore in aperta campagna"
22-01-2017 - Scaraventa la convivente dal balcone, arrestato dai carabinieri di Ravenna
22-01-2017 - Bari, confisca al re delle slot machine: un impero da 8 milioni fra ristoranti e aziende
22-01-2017 - Torino, in trappola i falsari dei pezzi di ricambio per vetture di lusso
22-01-2017 - Pullman contro un pilone su A4, poi il rogo: morti 16 studenti ungheresi a Verona
22-01-2017 - Genny, vittima innocente di camorra: dopo 16 mesi identificati mandanti e killer
21-01-2017 - Roma, il pentito di camorra: ?Ecco gli affari della mala sulla spazzatura del Lazio?
21-01-2017 - Quando, dove e perché si usano i soldi degli sms solidali
20-01-2017 - Maltempo, ancora emergenza nel Nuorese. Salvati con l'elicottero i 4 allevatori dispersi a Talana
20-01-2017 - 'Ndrangheta, 35 imprenditori in manette: controllavano appalti in mezza Calabria
20-01-2017 - Aosta, auto contro camion: morti due fratelli di 16 e 18 anni mentre andavano a scuola
20-01-2017 - Bologna, cacciatore colpito a morte durante una battuta
19-01-2017 - Astici vivi e con le chele legate: la Cassazione conferma condanna per un ristoratore
19-01-2017 - Bufale web, un bollino di qualità per i siti che si occupano di salute: la proposta della Fondazione Veronesi



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy