FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 Frode fiscale da 10 ...75
2  Bracciano, kayak na...28
3 Fisco, scoperta evas...26
4 Milano, vigili blocc...26
5  I racconti dei sopr...26
6  Uccide un ladro nel...26
7 Pd, Bersani sul 'par...25
8 'Ndrangheta, control...25
9 Regione Calabria, in...24
10 Basket, coppa Italia...24
11 G8, Cassazione: "A B...24
12 "Non accettò la fine...23
13 "Opera, ora scelte c...22
14 Delude la produzione...22
15 Alfano: "Forza Itali...21
16 Milano, colpo grosso...21
17 L'Istat frena sul Pi...21
18 Pugno duro sul voto ...21
19 Salvini: "Se Renzi m...20
20 Muore Karl Albrecht,...20
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 14 ottobre 2009 ore 15:52 - Visite 280
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"

Un'azienda utilizza il brano per pubblicizzare calze e collant
Il viceministro del Lavoro: "Piuttosto bisognerebbe fare pubblicità all'Inno"
L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"
Il presidente della Provincia di Savona: "Ritirate subito lo spot"
Gasparri: "Non si mescolano le ragioni del commercio con quelle della nazione"
di GIUSI SPICA


ROMA - L'Inno di Mameli utilizzato come colonna sonora dello spot pubblicitario di una nota azienda che produce calze e collant. Cantato da una voce femminile, che esalta lo spirito da "sorelle d'Italia". Ed è subito polemica. Il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli, dice che piuttosto sarebbe meglio "fare pubblicità all'Inno". Più duro il presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza: "E' una vergogna". E il coordinatore del Pdl milanese, Romano La Russa, invoca l'intervento dell'Authorithy per le Telecomunicazioni.

Lo spot. Si chiama "Sorelle d'Italia" la colonna sonora del nuovo spot di Calzedonia. La pubblicità sotto accusa, realizzata da Saatchi&Saatchi e diretta dal regista Luca Lucini, si apre con un risveglio sulla campagna romana e finisce con un suggestivo tramonto sui tetti della capitale. Nel video scorrono le immagini di donne che, avvolte in calze e collant, si abbandonano a momenti di svago o relax. Alla fine, una dedica: "A Italia, Vittoria, Laura e tutte le altre".

L'azienda si difende. In una nota, si spiega che non c'è alcun intento satirico: "Lo spot rappresenta un omaggio che Calzedonia dedica a tutte le donne attraverso un'inedita interpretazione al femminile dell'Inno - si legge nel comunicato - dove i termini Italia e Vittoria vengono fatti rivivere per la prima volta con il significato di nomi di donna. Un messaggio forte che fa appello alle infinite risorse delle donne".

Il precedente. La trovata pubblicitaria del noto brand non rappresenta l'unico esempio di un utilizzo più o meno "improprio" dell'Inno. Già l'attore milanese Paolo Rossi, durante uno spettacolo teatrale, aveva utilizzato le parole di Fratelli d'Italia, ma sulle note di Sapore di sale, per fare la parodia dell'Italietta.

Le reazioni. Dopo la messa in onda, subito sono scattate le polemiche. "Più che usare l'inno nazionale distorto per fare pubblicità, bisognerebbe fare pubblicità all'inno nazionale", dice il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli. Più duro il commento Angelo Vaccarezza, presidente della Provincia di Savona e fervido sostenitore dell'importanza dei simboli nazionali: "Con il canto degli italiani non si gioca. E non si può nemmeno metterlo sotto i piedi. Sentirlo in un spot di calze da donna è una vergogna. Chiedo all'azienda di toglierlo". Sull'argomento è intervenuto anche Maurizio Gasparri, capogruppo del Pdl al Senato: "Bisognerebbe evitare di mescolare
il commercio con l'Inno d'Italia, che va sempre rispettato".

Crosetto: "Uno spot bellissimo". Al fronte degli indignati risponde Guido Crosetto, sottosegretario alla Difesa: "Lo spot con l'Inno di Mameli? Bellissimo". Sorpreso per la reazione dei compagni di partito, commenta: "Ci sono altre cose per cui indignarsi, non certo per l'intelligenza e la fantasia".

Il giurista: "E' assolutamente legittimo". Sotto il profilo giuridico, lo spot è assolutamente legittimo. "Non c'è alcuna legge che vieti di utilizzare l'inno di Mameli a scopi diversi da quelli celebrativi, né si profila violazione del diritto d'autore", spiega Guido Scorza, avvocato specializzato in copyright. Più di una volta in Parlamento sono sbarcati disegni di legge sul cerimoniale per l'esecuzione dell'inno nazionale, mai andati in porto. L'ultima proposta, in ordine di tempo, è del 22 maggio 2008, ma non è ancora iniziato l'esame. In assenza di una regolamentazione, resta comunque la querelle sull'opportunità dell'utililizzo per scopi commerciali. Secondo Scorza, "non c'è volontà vilipendiosa o satirica. E' solo un colpo di teatro pubblicitario. L'inno ne esce assolutamente bene".

Il dibattito sul web. Divisa anche la piazza virtuale. Il dibattito impazza infatti sui forum dei siti commerciali. Tra i tanti commenti di disapprovazione, emergono anche voci discordanti, che nello spot non ravvisano nulla di offensivo.


Origine: Repubblica

22-10-2014 - Mangiano funghi velenosi: due morti nel Cosentino
22-10-2014 - Milano, Littizzetto indagata per maltrattamenti: portò un maialino a 'Che tempo che fa'
22-10-2014 - Fisco, scoperta evasione miliardaria: perquisizioni in tutta Italia, 62 indagati
22-10-2014 - La riammissione di Farina fa male al giornalismo
22-10-2014 - 'Ndrangheta, controllavano il porto di Gioia Tauro. 13 imprenditori in manette
22-10-2014 - Meteo, arriva l'autunno. Temperatura giù e vento forte
22-10-2014 - "Non accettò la fine della loro storia", uccise la ex con un colpo di pistola: arrestato vigilante
22-10-2014 - Regione Calabria, indagata l'intera giunta del 2008 tranne Loiero
22-10-2014 - Liceo Cavour di Roma, scontro a un dibattito sui gay. Scalfarotto: "Paragonati a animali"
22-10-2014 - Pesaro, rogo in una fabbrica di mobili, muore uno dei titolari
22-10-2014 - Molestie a corteo Jobs Act, Cgil boccia 'rigurgiti sessisti'
22-10-2014 - Armato di coltello, la violenta alla stazione
22-10-2014 - Roma, Quintavalle: "Nuova aggressione, pietre contro il bus, vetri in frantumi e un ferito"
22-10-2014 - Il falso ordigno a Bonanni, tre arresti in Abruzzo
22-10-2014 - Corso Francia, Keita della Lazio perde il controllo della Lamborghini e si schianta: illeso
21-10-2014 - Subisce uno scherzo in palestra, quindicenne ha il retto perforato
21-10-2014 - Meteo, ondata di freddo da metà settimana. Prima neve sulle Alpi
21-10-2014 - Litiga con il fratello e lo uccide a coltellate, arrestato diciassettenne
21-10-2014 - Maxi sequestro di medicinali e giocattoli pericolosi tra Fiumicino ed Esquilino
20-10-2014 - Tranfa: "Sono andato a Lourdes e lì ho deciso di lasciare. io voglio vivere in pace con me stesso"
20-10-2014 - Mazzette dai ristoratori, in carcere funzionari dell'Agenzia delle Entrate
20-10-2014 - Il commissario che ferma l'inchino ai superboss nel paese di Montalbano
20-10-2014 - Venezia, vaporetto contro chiatta nel canale della Giudecca. Sette feriti
20-10-2014 - Pescatore ucciso e gettato in mare aperto, svolta nel giallo di Vieste: trovato il cadavere al largo
20-10-2014 - Pomigliano, Marchionne paga la multa (2654 euro), scarica i suoi dirigenti e cancella l'accusa di condotta antisindacale
20-10-2014 - La convivente si suicida, lui scopre il corpo e si uccide
18-10-2014 - Sanità, il Pirellone premia i manager indagati: per due era stato chiesto l'arresto
18-10-2014 - Bergamo, si indaga sulla partita in autostrada. Ed è guerra di video Brebemi-centri sociali
18-10-2014 - Ambrogini, la Lega propone Tavecchio e Vasco. E Berlusconi l'interista Ernesto Pellegrini
18-10-2014 - Varese, arrestato il capo dei giudici di pace: "Molestie ad avvocatessa e abuso d'ufficio"



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy