FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Addio all'attrice An...28
2 Da Kandinsky a Pollo...27
3 Il prof, l'alunno, l...25
4 Il Far East Festival...25
5 "Eravamo bambini", i...25
6 Chiude il campionato...25
7 Le tecnologie posson...23
8 Attentato sulla Ramb...23
9 Motovedetta tunisina...23
10 Grande Gatsby, guerr...23
11 "Da Vinci's Demon", ...23
12 Ragazzo morto in cod...22
13 A Roma concerto-omag...21
14 Orrore a Roma, donna...20
15 Brasile, turista ita...19
16 Aosta, cadavere bruc...18
17 "Dispersi" sul Cervi...18
18 Romeo: "Non sono io ...18
19 Sempre più laureati ...17
20 Terrorismo, la minac...16
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 14 ottobre 2009 ore 15:52 - Visite 360
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"

Un'azienda utilizza il brano per pubblicizzare calze e collant
Il viceministro del Lavoro: "Piuttosto bisognerebbe fare pubblicità all'Inno"
L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"
Il presidente della Provincia di Savona: "Ritirate subito lo spot"
Gasparri: "Non si mescolano le ragioni del commercio con quelle della nazione"
di GIUSI SPICA


ROMA - L'Inno di Mameli utilizzato come colonna sonora dello spot pubblicitario di una nota azienda che produce calze e collant. Cantato da una voce femminile, che esalta lo spirito da "sorelle d'Italia". Ed è subito polemica. Il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli, dice che piuttosto sarebbe meglio "fare pubblicità all'Inno". Più duro il presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza: "E' una vergogna". E il coordinatore del Pdl milanese, Romano La Russa, invoca l'intervento dell'Authorithy per le Telecomunicazioni.

Lo spot. Si chiama "Sorelle d'Italia" la colonna sonora del nuovo spot di Calzedonia. La pubblicità sotto accusa, realizzata da Saatchi&Saatchi e diretta dal regista Luca Lucini, si apre con un risveglio sulla campagna romana e finisce con un suggestivo tramonto sui tetti della capitale. Nel video scorrono le immagini di donne che, avvolte in calze e collant, si abbandonano a momenti di svago o relax. Alla fine, una dedica: "A Italia, Vittoria, Laura e tutte le altre".

L'azienda si difende. In una nota, si spiega che non c'è alcun intento satirico: "Lo spot rappresenta un omaggio che Calzedonia dedica a tutte le donne attraverso un'inedita interpretazione al femminile dell'Inno - si legge nel comunicato - dove i termini Italia e Vittoria vengono fatti rivivere per la prima volta con il significato di nomi di donna. Un messaggio forte che fa appello alle infinite risorse delle donne".

Il precedente. La trovata pubblicitaria del noto brand non rappresenta l'unico esempio di un utilizzo più o meno "improprio" dell'Inno. Già l'attore milanese Paolo Rossi, durante uno spettacolo teatrale, aveva utilizzato le parole di Fratelli d'Italia, ma sulle note di Sapore di sale, per fare la parodia dell'Italietta.

Le reazioni. Dopo la messa in onda, subito sono scattate le polemiche. "Più che usare l'inno nazionale distorto per fare pubblicità, bisognerebbe fare pubblicità all'inno nazionale", dice il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli. Più duro il commento Angelo Vaccarezza, presidente della Provincia di Savona e fervido sostenitore dell'importanza dei simboli nazionali: "Con il canto degli italiani non si gioca. E non si può nemmeno metterlo sotto i piedi. Sentirlo in un spot di calze da donna è una vergogna. Chiedo all'azienda di toglierlo". Sull'argomento è intervenuto anche Maurizio Gasparri, capogruppo del Pdl al Senato: "Bisognerebbe evitare di mescolare
il commercio con l'Inno d'Italia, che va sempre rispettato".

Crosetto: "Uno spot bellissimo". Al fronte degli indignati risponde Guido Crosetto, sottosegretario alla Difesa: "Lo spot con l'Inno di Mameli? Bellissimo". Sorpreso per la reazione dei compagni di partito, commenta: "Ci sono altre cose per cui indignarsi, non certo per l'intelligenza e la fantasia".

Il giurista: "E' assolutamente legittimo". Sotto il profilo giuridico, lo spot è assolutamente legittimo. "Non c'è alcuna legge che vieti di utilizzare l'inno di Mameli a scopi diversi da quelli celebrativi, né si profila violazione del diritto d'autore", spiega Guido Scorza, avvocato specializzato in copyright. Più di una volta in Parlamento sono sbarcati disegni di legge sul cerimoniale per l'esecuzione dell'inno nazionale, mai andati in porto. L'ultima proposta, in ordine di tempo, è del 22 maggio 2008, ma non è ancora iniziato l'esame. In assenza di una regolamentazione, resta comunque la querelle sull'opportunità dell'utililizzo per scopi commerciali. Secondo Scorza, "non c'è volontà vilipendiosa o satirica. E' solo un colpo di teatro pubblicitario. L'inno ne esce assolutamente bene".

Il dibattito sul web. Divisa anche la piazza virtuale. Il dibattito impazza infatti sui forum dei siti commerciali. Tra i tanti commenti di disapprovazione, emergono anche voci discordanti, che nello spot non ravvisano nulla di offensivo.


Origine: Repubblica

21-08-2017 - Ovada, scuolabus bocciato alla revisione viaggiava in autostrada carico di bambini: bloccato dalla polizia
21-08-2017 - Rivoltana, auto nel canale dopo la scampagnata sull'Adda: tre morti, disperso un bambino
21-08-2017 - Mafia, raid nella casa romana del giornalista Borrometi. Rubati un hard disk e alcune carte
21-08-2017 - Loreto Mare, aspetta 4 ore per il trasferimento in un altro ospedale: muore 23enne in codice rosso
21-08-2017 - Ragazzo morto in codice rosso al Loreto Mare, il padre: "Lo hanno ammazzato". La ministra Lorenzin invia gli ispettori, i Nas nell'ospedale. Il pm Vincenzo Piscitelli apre un'inchiesta
21-08-2017 - Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte
21-08-2017 - Vaccinazioni, il vademecum per le famiglie. Rischio caos Asl-Comuni
20-08-2017 - La donna incinta picchiata sul bus: "Chiedevo aiuto, nessuno interveniva"
20-08-2017 - La denuncia di Lina: "Non mi hanno fatto lavorare perché sono nera"
20-08-2017 - Roma, tuffi a piazza Navona e docce a Trastevere: lo sfregio infinito ai monumenti
20-08-2017 - Sempre più laureati in Italia, ma non al Sud
20-08-2017 - Trieste, fuma in auto col figlio minorenne: multa da 110 euro
20-08-2017 - Cagliari, ambulante in spiaggia aggredito da turisti: gli altri bagnanti lo difendono
20-08-2017 - Terrorismo, la minaccia dell'Isis: "Prossimo obiettivo è l'Italia". Viminale espelle 3 stranieri
20-08-2017 - Jesolo, identificato l'aggressore di Daniele Bariletti. Il ragazzo è fuori dal coma
20-08-2017 - Uno Bianca Bologna, Occhipinti in vacanza premio. Lo sdegno dei famigliari: "Che giustizia è?"
20-08-2017 - Milano, anziana trovata morta in casa con la gola tagliata
20-08-2017 - Scuola, la rivolta dei docenti: "Stipendi uguali per tutti e in linea con quelli europei"
19-08-2017 - Vaccini obbligatori, a Milano partono 33mila lettere in italiano e inglese. Il certificato può essere fatto online
19-08-2017 - Romeo: "Non sono io il corruttore di Consip. Mai visto Renzi padre"
19-08-2017 - Forestali militari: il Tar Abruzzo rinvia la Riforma alla Corte Costituzionale. Ministero: "Norme legittime"
19-08-2017 - Rimini, donna incinta rapinata, picchiata e insultata perché nera
19-08-2017 - Jesolo, picchiato in discoteca: sta meglio Daniele Bariletti. Caccia all'aggressore
18-08-2017 - Bari, compra un biglietto Mistral Air per Tel Aviv ma il volo non esiste: lo scopre di notte in aeroporto
18-08-2017 - Nel veneziano poliziotto uccide la moglie e si suicida
18-08-2017 - Bitonto, automobilista accoltellato a morte: fermato un 68enne, forse una colluttazione
18-08-2017 - Cagliari, gommone finisce sugli scogli: due giovani morti e due feriti
17-08-2017 - Bambino si chiude in auto e resta bloccato sotto il sole. Ucciso dal calore
17-08-2017 - Muore in moto Raffaele Casale, 28enne chef delle Lampare a Trani: lavorò con Cannavacciuolo
17-08-2017 - Consip: torna libero Romeo dopo 168 giorni di custodia cautelare



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy