FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 G8, Cassazione: "A B...217
2 Le Borse Ue riparton...97
3 Afghanistan, l'Odiss...28
4 Sfondano il guard ra...25
5 Pd, Stefano Bonaccin...23
6 Panchine d'oro, alle...20
7 La casta della ricer...19
8 Roma-Cagliari 2-0 :...18
9 I cervelli italiani ...17
10 Bce: "La ripresa eco...17
11 WhatsApp tornata nel...17
12 Auto blu tagliate di...16
13 La Borsa preferisce ...16
14 Robecco sul Naviglio...16
15 "Parole Note", immag...14
16 'Sblocca Italia', Na...14
17 Dottori di ricerca, ...14
18 L'ultima sfida di As...13
19 PickMyBook, il socia...13
20 Iraq, strage in mosc...11
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 14 ottobre 2009 ore 15:52 - Visite 278
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"

Un'azienda utilizza il brano per pubblicizzare calze e collant
Il viceministro del Lavoro: "Piuttosto bisognerebbe fare pubblicità all'Inno"
L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"
Il presidente della Provincia di Savona: "Ritirate subito lo spot"
Gasparri: "Non si mescolano le ragioni del commercio con quelle della nazione"
di GIUSI SPICA


ROMA - L'Inno di Mameli utilizzato come colonna sonora dello spot pubblicitario di una nota azienda che produce calze e collant. Cantato da una voce femminile, che esalta lo spirito da "sorelle d'Italia". Ed è subito polemica. Il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli, dice che piuttosto sarebbe meglio "fare pubblicità all'Inno". Più duro il presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza: "E' una vergogna". E il coordinatore del Pdl milanese, Romano La Russa, invoca l'intervento dell'Authorithy per le Telecomunicazioni.

Lo spot. Si chiama "Sorelle d'Italia" la colonna sonora del nuovo spot di Calzedonia. La pubblicità sotto accusa, realizzata da Saatchi&Saatchi e diretta dal regista Luca Lucini, si apre con un risveglio sulla campagna romana e finisce con un suggestivo tramonto sui tetti della capitale. Nel video scorrono le immagini di donne che, avvolte in calze e collant, si abbandonano a momenti di svago o relax. Alla fine, una dedica: "A Italia, Vittoria, Laura e tutte le altre".

L'azienda si difende. In una nota, si spiega che non c'è alcun intento satirico: "Lo spot rappresenta un omaggio che Calzedonia dedica a tutte le donne attraverso un'inedita interpretazione al femminile dell'Inno - si legge nel comunicato - dove i termini Italia e Vittoria vengono fatti rivivere per la prima volta con il significato di nomi di donna. Un messaggio forte che fa appello alle infinite risorse delle donne".

Il precedente. La trovata pubblicitaria del noto brand non rappresenta l'unico esempio di un utilizzo più o meno "improprio" dell'Inno. Già l'attore milanese Paolo Rossi, durante uno spettacolo teatrale, aveva utilizzato le parole di Fratelli d'Italia, ma sulle note di Sapore di sale, per fare la parodia dell'Italietta.

Le reazioni. Dopo la messa in onda, subito sono scattate le polemiche. "Più che usare l'inno nazionale distorto per fare pubblicità, bisognerebbe fare pubblicità all'inno nazionale", dice il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli. Più duro il commento Angelo Vaccarezza, presidente della Provincia di Savona e fervido sostenitore dell'importanza dei simboli nazionali: "Con il canto degli italiani non si gioca. E non si può nemmeno metterlo sotto i piedi. Sentirlo in un spot di calze da donna è una vergogna. Chiedo all'azienda di toglierlo". Sull'argomento è intervenuto anche Maurizio Gasparri, capogruppo del Pdl al Senato: "Bisognerebbe evitare di mescolare
il commercio con l'Inno d'Italia, che va sempre rispettato".

Crosetto: "Uno spot bellissimo". Al fronte degli indignati risponde Guido Crosetto, sottosegretario alla Difesa: "Lo spot con l'Inno di Mameli? Bellissimo". Sorpreso per la reazione dei compagni di partito, commenta: "Ci sono altre cose per cui indignarsi, non certo per l'intelligenza e la fantasia".

Il giurista: "E' assolutamente legittimo". Sotto il profilo giuridico, lo spot è assolutamente legittimo. "Non c'è alcuna legge che vieti di utilizzare l'inno di Mameli a scopi diversi da quelli celebrativi, né si profila violazione del diritto d'autore", spiega Guido Scorza, avvocato specializzato in copyright. Più di una volta in Parlamento sono sbarcati disegni di legge sul cerimoniale per l'esecuzione dell'inno nazionale, mai andati in porto. L'ultima proposta, in ordine di tempo, è del 22 maggio 2008, ma non è ancora iniziato l'esame. In assenza di una regolamentazione, resta comunque la querelle sull'opportunità dell'utililizzo per scopi commerciali. Secondo Scorza, "non c'è volontà vilipendiosa o satirica. E' solo un colpo di teatro pubblicitario. L'inno ne esce assolutamente bene".

Il dibattito sul web. Divisa anche la piazza virtuale. Il dibattito impazza infatti sui forum dei siti commerciali. Tra i tanti commenti di disapprovazione, emergono anche voci discordanti, che nello spot non ravvisano nulla di offensivo.


Origine: Repubblica

23-09-2014 - Uccise un pachistano a calci e pugni, sit-in a Roma per il 17enne arrestato
23-09-2014 - Incidenti lavoro: quattro operai muoiono intossicati da sostanze chimiche
23-09-2014 - Brescia, uccisa in casa con venti coltellate: i carabinieri danno la caccia al marito
23-09-2014 - Blitz a Corleone, arrestato il nuovo capomafia. Dipendente comunale e fedelissimo di Riina
23-09-2014 - Vandali a scuola, foto all'ingresso e badge per gli studenti: due si rifiutano, arrivano i carabinieri
23-09-2014 - Ultraleggero precipita all'Isola d'Elba, due morti
23-09-2014 - I "furbetti della 104": diciannove arresti e 101 denunce ad Agrigento
23-09-2014 - Vandali al Maxxi di Roma, danneggiata un'opera di Gaetano Pesce
23-09-2014 - Tredicenne impiccata a Roma, la chiave del giallo nel tablet
23-09-2014 - Aereo precipita nel Pavese: muoiono il pilota e uno spettatore
23-09-2014 - Colpisce la compagna con un martello davanti ai figli poi tenta la fuga
23-09-2014 - Nel suk del tribunale dove è facile rubare carte e dossier segreti
23-09-2014 - Precipita un elicottero, dramma alla Festa dell'aria: cinque feriti, uno in modo molto grave
22-09-2014 - Milano, colpo grosso nel Quadrilatero della moda: rubati due anelli da 350mila euro
22-09-2014 - Varese, polpette al topicida per i cani del vicino. Denunciata 50enne: "Abbaiano troppo"
21-09-2014 - L'accusa di don Patriciello: "Mio fratello ucciso dalla Terra dei fuochi"
21-09-2014 - Torino: litiga con la compagna che voleva lasciarlo e la uccide a coltellate
21-09-2014 - Ristoranti targati mafia in Spagna, il Touring club li cancella dalla guida
21-09-2014 - Stamina, i politici al processo per truffa: "Era un progetto affascinante". E le infusioni restano sotto sequestro
21-09-2014 - Bergamo, contromano sulla A4 si schianta: guidava nudo e senza scarpe, non è grave
21-09-2014 - Pendolari contro Trenord, in 5mila per la class action sulla settimana nera del 2012
20-09-2014 - Roma, pakistano ucciso a calci e pugni durante una lite, fermato un 17enne: "Mi aveva sputato"
20-09-2014 - Perugia, si suicida il prete che aveva denunciato ricatto a luci rosse
20-09-2014 - Omicidio a Catania, killer si costituiscono per sfuggire alla vendetta
20-09-2014 - Preso il latitante Arturo Equabile, era davanti a un bar di Casoria
20-09-2014 - Casa, i movimenti: "Sfratto a Centocelle con lacrimogeni". La questura: "Feriti due poliziotti"
20-09-2014 - Dagli usurai della Scu per la campagna elettorale, ex consigliere regionale denuncia: 16 arresti
20-09-2014 - Single adotta figlio all'estero, il Tribunale di Bologna: "Adozione in piena regola, non può essere revocata"
20-09-2014 - Assistente di una casa di cura arrestata: "Schiaffi e insulti agli anziani"
19-09-2014 - "Salvate le Scuderie di Augusto", appello per gli scavi di via Giulia



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy