FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Juve-Genoa e Lazio-N...31
2 G8, Cassazione: "A B...14
3 Vasco raddoppia: 4 d...13
4 40 anni di Repubblic...13
5 La Femen Morgan13
6 Sla, identificato il...12
7 I migliori libri del...11
8 San Francesco supers...11
9 Siria, a Monaco acco...11
10 Roma, agguato al cir...10
11 L'Aquila. La rinasci...10
12 Borse, ancora una gi...9
13 I furti nel carrello...9
14 Omicidio Loris, la n...9
15 Unioni civili, Bagna...9
16 Capuozzo sfida i 5 S...9
17 Trivelle, Cdm fissa ...9
18 Palermo, disoccupato...9
19 Embrioni, "Quel bimb...9
20 Udinese, show a Cagl...9
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 14 ottobre 2009 ore 15:52 - Visite 343
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"

Un'azienda utilizza il brano per pubblicizzare calze e collant
Il viceministro del Lavoro: "Piuttosto bisognerebbe fare pubblicità all'Inno"
L'Inno di Mameli usato in uno spot "Sorelle d'Italia? Non si fa"
Il presidente della Provincia di Savona: "Ritirate subito lo spot"
Gasparri: "Non si mescolano le ragioni del commercio con quelle della nazione"
di GIUSI SPICA


ROMA - L'Inno di Mameli utilizzato come colonna sonora dello spot pubblicitario di una nota azienda che produce calze e collant. Cantato da una voce femminile, che esalta lo spirito da "sorelle d'Italia". Ed è subito polemica. Il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli, dice che piuttosto sarebbe meglio "fare pubblicità all'Inno". Più duro il presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza: "E' una vergogna". E il coordinatore del Pdl milanese, Romano La Russa, invoca l'intervento dell'Authorithy per le Telecomunicazioni.

Lo spot. Si chiama "Sorelle d'Italia" la colonna sonora del nuovo spot di Calzedonia. La pubblicità sotto accusa, realizzata da Saatchi&Saatchi e diretta dal regista Luca Lucini, si apre con un risveglio sulla campagna romana e finisce con un suggestivo tramonto sui tetti della capitale. Nel video scorrono le immagini di donne che, avvolte in calze e collant, si abbandonano a momenti di svago o relax. Alla fine, una dedica: "A Italia, Vittoria, Laura e tutte le altre".

L'azienda si difende. In una nota, si spiega che non c'è alcun intento satirico: "Lo spot rappresenta un omaggio che Calzedonia dedica a tutte le donne attraverso un'inedita interpretazione al femminile dell'Inno - si legge nel comunicato - dove i termini Italia e Vittoria vengono fatti rivivere per la prima volta con il significato di nomi di donna. Un messaggio forte che fa appello alle infinite risorse delle donne".

Il precedente. La trovata pubblicitaria del noto brand non rappresenta l'unico esempio di un utilizzo più o meno "improprio" dell'Inno. Già l'attore milanese Paolo Rossi, durante uno spettacolo teatrale, aveva utilizzato le parole di Fratelli d'Italia, ma sulle note di Sapore di sale, per fare la parodia dell'Italietta.

Le reazioni. Dopo la messa in onda, subito sono scattate le polemiche. "Più che usare l'inno nazionale distorto per fare pubblicità, bisognerebbe fare pubblicità all'inno nazionale", dice il sottosegretario al Lavoro, Pasquale Viespoli. Più duro il commento Angelo Vaccarezza, presidente della Provincia di Savona e fervido sostenitore dell'importanza dei simboli nazionali: "Con il canto degli italiani non si gioca. E non si può nemmeno metterlo sotto i piedi. Sentirlo in un spot di calze da donna è una vergogna. Chiedo all'azienda di toglierlo". Sull'argomento è intervenuto anche Maurizio Gasparri, capogruppo del Pdl al Senato: "Bisognerebbe evitare di mescolare
il commercio con l'Inno d'Italia, che va sempre rispettato".

Crosetto: "Uno spot bellissimo". Al fronte degli indignati risponde Guido Crosetto, sottosegretario alla Difesa: "Lo spot con l'Inno di Mameli? Bellissimo". Sorpreso per la reazione dei compagni di partito, commenta: "Ci sono altre cose per cui indignarsi, non certo per l'intelligenza e la fantasia".

Il giurista: "E' assolutamente legittimo". Sotto il profilo giuridico, lo spot è assolutamente legittimo. "Non c'è alcuna legge che vieti di utilizzare l'inno di Mameli a scopi diversi da quelli celebrativi, né si profila violazione del diritto d'autore", spiega Guido Scorza, avvocato specializzato in copyright. Più di una volta in Parlamento sono sbarcati disegni di legge sul cerimoniale per l'esecuzione dell'inno nazionale, mai andati in porto. L'ultima proposta, in ordine di tempo, è del 22 maggio 2008, ma non è ancora iniziato l'esame. In assenza di una regolamentazione, resta comunque la querelle sull'opportunità dell'utililizzo per scopi commerciali. Secondo Scorza, "non c'è volontà vilipendiosa o satirica. E' solo un colpo di teatro pubblicitario. L'inno ne esce assolutamente bene".

Il dibattito sul web. Divisa anche la piazza virtuale. Il dibattito impazza infatti sui forum dei siti commerciali. Tra i tanti commenti di disapprovazione, emergono anche voci discordanti, che nello spot non ravvisano nulla di offensivo.


Origine: Repubblica

12-02-2016 - Urbino, incidente stradale a Fermignano: morti una bambina di 6 anni e il fratello 13enne
12-02-2016 - Acireale, maxi blitz contro i furbetti del cartellino al Comune: tre arrestati, 62 indagati (video)
12-02-2016 - Omicidio Loris, la nuova verità shock di Veronica: "Lo ha ucciso mio suocero, era il mio amante"
12-02-2016 - Torino, Chiamparino: "La mia elezione legittima, ora è doveroso andare avanti"
12-02-2016 - Scuola Bologna: il Tar annulla le benedizioni in classe
12-02-2016 - Brescia, prostituzione minorile: 11 arresti, c'è anche un prete. Sms ai ragazzi: "E' solo l'inizio"
12-02-2016 - Agguato nella notte, due uomini uccisi a Saviano
11-02-2016 - Milano, bambina morta di fame a 9 mesi: i genitori rischiano fino a 24 anni di condanna
11-02-2016 - Blitz antimafia con 109 arresti a Catania, tutti i nomi dei fermati
11-02-2016 - Palermo, disoccupato da anni si uccide dandosi fuoco in auto
11-02-2016 - Mafia, maxi-blitz a Catania con 109 arresti: tre donne a capo del clan Laudani (video)
11-02-2016 - Roma, vendevano la droga sequestrata durante i controlli: arrestati quattro carabinieri
11-02-2016 - Bolzano, arrestato monsignore argentino: "Truffa da 30 milioni di euro"
11-02-2016 - Parma, violenze su anziani in casa famiglia: in tre ai domiciliari
11-02-2016 - Meteo, treno di perturbazioni sull'Italia: disagi in Alto Adige e al centro
11-02-2016 - Milano, morto dopo caduta in casa. L'autopsia cancella l'ipotesi dell'incidente: "E' omicidio"
10-02-2016 - Sassuolo, l'autogestione al potere: baby calciatori in campo senza mister
10-02-2016 - "Paga e ti libero dal malocchio": Reggio Emilia, "santone" in manette
10-02-2016 - Torino: l'ex di Prima Linea ritorna nel suo carcere, le agenti carcerarie si ribellano
10-02-2016 - "In Italia un pacco di pasta su tre è prodotto con grano straniero": blitz Coldiretti al porto di Bari
10-02-2016 - Arancia meccanica nell'hinterland napoletano, presa banda di albanesi
10-02-2016 - Camorra, faida di Napoli: catturato boss ricercato
10-02-2016 - Sciame sismico tra Siracusa e Ragusa, paura tra gli abitanti
09-02-2016 - Pavullo, un'altra denuncia di genitori contro una maestra
09-02-2016 - Giornalisti condannati a Teramo: "Colpevoli di avere svelato indagine in corso". Il sindacato: incomprensibile
09-02-2016 - Disabili psichici picchiati e segregati: arrestati 10 operatori di una clinica di Grottaferrata
09-02-2016 - Brindisi, il sindaco Consales lascia dopo l'arresto: a giugno si vota. E spunta il nome del testimone-chiave
09-02-2016 - Ergastolo per un delitto dell'87: "Fu papà a uccidere mia madre: dopo trent?anni ho scoperto la verità"
08-02-2016 - Franco Roberti: "Napoli, così una generazione di ventenni spietati ha rimpiazzato i boss"
08-02-2016 - Milano, 198 giorni a San Vittore in meno di tre metri: "Trattamento inumano". Giudice risarcisce ex detenuto



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy