FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 Lindt fa shopping ne...110
2 Dati personali, siam...19
3 Generali vende Bsi a...16
4 Mondiali di atletica...16
5 Alfano a Renzi: "Art...15
6 Garelli rilancia il ...15
7 La fiducia dei consu...14
8 Banche, il Consiglio...14
9 Il Portogallo all'Eu...14
10 Brescia, mensa obbli...13
11 Ucraina, Onu: "Situa...13
12 Bimbo morto ad Alcam...13
13 Il Mondiale? L'ha vi...13
14 Draghi: "Crescita mo...13
15 Tnt sparge per le ci...13
16 Italia-Ue, per le ca...12
17 Citigroup si accorda...12
18 Distributori di carb...12
19 Bond e scaglioni per...11
20 Fmi all'Italia: più ...11
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 25 febbraio 2012 ore 13:45 - Visite 22
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


L'esercito delle scimmie condannate a morte animalisti in rivolta: "Fermate il massacro"



L'esercito delle scimmie condannate a morte animalisti in rivolta: dal nostro inviato PAOLO BERIZZI
MONZA - Le prime 150 sono arrivate l'altro giorno. Le altre 750 giungeranno a destinazione  -  sempre a bordo di Tir  -  nelle prossime ore. Forse all'alba, per eludere le proteste degli animalisti che, appresa la notizia, si sono mobilitati, e adesso promettono battaglia. Novecento scimmie. È uno dei più grossi carichi di animali da vivisezione mai importati in Italia. A immaginarsele tutte insieme si fa quasi fatica: e infatti i macachi, in arrivo dalla Cina via Roma-Fiumicino, vengono trasportati dalla Capitale a blocchi di centocinquanta per volta, stivati dentro gabbioni che dagli aerei cargo della Air China finiscono qui, in questo capannone sdraiato nella landa brianzola.

Nemmeno 3mila abitanti, Correzzana è conosciuta, oltreché per avere dato i natali al cantante Gianluca Grignani, per i laboratori della Harlan, multinazionale della vivisezione (presente in quattro continenti). Tecnicamente: allevamento e produzione di animali da laboratorio venduti per la ricerca e altri scopi scientifici. Harlan - finita più volte, in questi anni, nel mirino delle associazioni che si battono per la difesa degli animali, nel 2006 fece clamore il blitz del Fronte Liberazione Animale proprio all'interno dell'allevamento di Correzzana - offre i suoi servizi a un numero imprecisato di laboratori pubblici e privati, università, ospedali, aziende farmaceutiche, laboratori in decine di paesi del mondo. In Italia si occupa prevalentemente di sperimentazione
per conto terzi e, appunto, allevamento destinato alla vivisezione: topi, ratti, conigli, cavie, primati e altri grandi mammiferi. Fa stallo per il trasferimento di cani beagle (gli stessi allevati dalla società Green Hill) e si è specializzata nella "produzione" di animali geneticamente modificati per un migliore utilizzo nella sperimentazione. Esempi? Le specie "programmate" a sviluppare il cancro o con difese immunitarie funzionali all'inoculazione dei virus della polio e del vaiolo delle scimmie.

La richiesta dei colossi farmaceutici cresce, e Harlan, sede centrale a Minneapolis, due allevamenti in Italia (l'altro è a San Pietro al Natisone in provincia di Udine) e un laboratorio (a Bresso), per reggere il mercato, risponde. E importa. Ma uno stock di queste dimensioni - 900 scimmie - non si era mai visto. I macachi destinati alla sperimentazione arrivano direttamente dalla Cina: anche se l'origine di molti esemplari, pare, sia da ricondurre alle isole Seychelles e Mauritius, paradisi delle vacanze ma anche serbatoi per la vivisezione. L'autorizzazione italiana all'ingresso delle scimmie è stata rilasciata dal ministero della Salute. Harlan, vista l'importanza del carico, ha deciso di spezzettare l'arrivo in più blocchi, forse prevedendo anche le proteste. Che, puntuali, sono arrivate. "Questo è uno dei centri di sperimentazione più tristemente famosi in Italia - dice Paolo Mocavero, presidente dell'associazione "Cento per cento animalisti" che da ieri ha organizzato un presidio di fronte allo stabilimento di Correzzana - . La vivisezione sui primati in Italia è molto restrittiva ma le normative vengono regolarmente aggirate con autorizzazioni di veterinari compiacenti. Chiediamo alle autorità competenti di fare controlli sulla regolarità di un'importazione così massiccia di primati". Da qualche anno, nel mondo animalista, è attivo il coordinamento "Fermiamo Harlan". Sono numerose le sigle che si battono contro la vivisezione e, in particolare, l'attività di questa multinazionale. Spiega Susanna Chiesa, di "Freccia 45": "In Italia vengono sottoposti a sperimentazione 3.000 animali al giorno. La vivisezione è una falsa scienza, inutile e arcaica, attuata da persone che si arrogano il potere assoluto di decidere se e come seviziare e porre fine alla vita di altri esseri viventi. Continueremo a batterci perché questo vergognoso atto di atrocità venga definitivamente vietato".

Sono circa 600 i centri italiani collegati alla vivisezione di animali. Due milioni e 600 mila gli esemplari utilizzati tra 2007 e 2009 (di cui 618mila usati per la ricerca sui farmaci).
Un giro d'affari da decine di miliardi, dietro il quale si nasconde un mondo fatto anche di situazioni che vanno oltre il limite della decenza e della civiltà. L'incursione, nell'autunno del 2006, dei militanti del Fronte Liberazione Animale nel laboratorio Harlan di Correzzana, portò alla luce una realtà fino a allora sconosciuta: migliaia di roditori in pile di gabbie di plexiglas, decine di cadaveri fotografati nei frigoriferi del laboratorio, alcuni dei quali impalati con stuzzicadenti, ma soprattutto decine di macachi conservati in condizioni squallide, tra sangue e feci, prima di finire nella catena della sperimentazione. La stessa alla quale verranno avviate le 900 scimmie in arrivo dalla Cina. Durante il blitz, un'azione illegale che portò anche al danneggiamento delle strutture dei laboratori, furono liberate una ventina di scimmie e un migliaio di roditori. La protesta più recente degli animalisti è stata quella che ha preso di mira Green Hill, il canile-lager sulle colline di Montichiari, a Brescia, dove si allevano 2.500 beagle destinati alla vivisezione. Lo scorso 10 febbraio un centinaio di animalisti hanno formato una catena umana attorno allo stabilimento: un presidio per chiedere un accelerazione dei disegni di legge in lavorazione al Parlamento e in Regione Lombardia. La soluzione del problema, secondo gli attivisti, non può essere soltanto il divieto di allevare i cani in quelle condizioni. In questo modo - hanno spiegato - Marshall, multinazionale proprietaria di Green Hill, potrebbe scegliere di non chiudere i capannoni-lager di Montichiari ma trasformarli in deposito di "smistamento" e continuare indisturbata il suo business, non allevando più i cani in loco ma semplicemente importandoli e vendendoli.
p.berizzi@repubblica.it

Origine: Repubblica

29-07-2014 - Giovanni Lodetti, il mediano che giocava con Rivera e i ragazzini: "Oggi sono tutti tristi"
29-07-2014 - Vincent Van Gogh, la sua vita a fumetti voluta dal museo
29-07-2014 - Quando il corsetto fece largo ai pantaloni
29-07-2014 - Eterologa, "Venticinque nati per ogni donatore, ok a fratelli"
29-07-2014 - Afghanistan, esplosivo nel turbante: kamikaze uccide il cugino 'dissidente' di Karzai
29-07-2014 - A Milano c'è un condominio che non va in ferie: "Se andiamo via ci occupano le case"
28-07-2014 - Stangata in ateneo: tra iscrizione e quiz oltre mille euro l'anno
28-07-2014 - Eterologa, esperti critici con il ministro: "Niente deroghe su anonimato donatori"
28-07-2014 - Sanità, le spese pazze della Asl di Bari: "I medici dovranno risarcire il danno"
28-07-2014 - Scivola durante un'escursione e muore sotto gli occhi della compagna
28-07-2014 - Cera, quel libero per caso da Cagliari al Messico "Il 4-3? Partita orribile"
27-07-2014 - Milano, neonato abbandonato nella notte: era nella cappella dell'ospedale San Giuseppe
27-07-2014 - Alitalia, Lupi: "Solo un marziano capirebbe i sindacati". Ipotesi di andare avanti senza Poste
27-07-2014 - Addio a Dario Spallone, il partigiano amico di Togliatti
27-07-2014 - Quota 96, finalmente in pensione
27-07-2014 - Buca cinquanta pneumatici all'ex cognata, smascherato da una telecamera
27-07-2014 - Takashi Murakami, a Milano con un occhio a Fukushima
27-07-2014 - Gli sbarchi e i morti invisibili che mi assediano
26-07-2014 - Cie, è di nuovo protesta choc: due immigrati si cuciono la bocca
26-07-2014 - Il concorso nazionale di Medicina è legge, un colpo ai baroni
26-07-2014 - Giacomo Losi, difensore partigiano: "Il calcio oggi è Far West"
26-07-2014 - Guardare "Married" e vergognarsi un po'
26-07-2014 - Era bigamo, ma le due mogli non lo sapevano: denunciato
25-07-2014 - Se chiude la scuola vince Boko Haram
25-07-2014 - Lassie, la star a quattro zampe: un mito lungo sessant'anni
25-07-2014 - Deportazioni segrete e torture in aiuto alla Cia, la Polonia complice degli abusi degli Stati Uniti
25-07-2014 - Gay, Merola: da settembre diritto a sepoltura con partner
25-07-2014 - Alitalia, assemblea cruciale per aumento di capitale tra 200 e 250 milioni
25-07-2014 - "Costa troppo": così Expo bloccò il viaggio in Giappone alla raccomandata di Maroni
24-07-2014 - Equo compenso, è allarme rincari. Siae contro Apple: "Vendiamo noi gli iPhone"



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy