FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 G8, Cassazione: "A B...22
2 Roma, Salvini in pia...21
3 Monito di Mattarella...21
4 Scontro Macron e Net...21
5 La neve blocca la vi...20
6 Johnny Hallyday, l'u...20
7 Nuovi voucher, le re...20
8 La Russia vieta i si...20
9 Dell'Utri, il vescov...19
10 La figlia di Riina i...16
11 Milano, scontri tra ...16
12 Sondrio, paura al me...16
13 È morto don Antonio ...15
14 Trapani, "società dr...15
15 Meteo, maltempo e fo...15
16 Congo, attacco ai ca...15
17 Reggio, accetta le c...14
18 E' morto Lando Fiori...14
19 Gb, il ministro Hamm...14
20 Renzi ?Non faremo il...13
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 25 febbraio 2012 ore 13:45 - Visite 74
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


L'esercito delle scimmie condannate a morte animalisti in rivolta: "Fermate il massacro"



dal nostro inviato PAOLO BERIZZI
MONZA - Le prime 150 sono arrivate l'altro giorno. Le altre 750 giungeranno a destinazione  -  sempre a bordo di Tir  -  nelle prossime ore. Forse all'alba, per eludere le proteste degli animalisti che, appresa la notizia, si sono mobilitati, e adesso promettono battaglia. Novecento scimmie. È uno dei più grossi carichi di animali da vivisezione mai importati in Italia. A immaginarsele tutte insieme si fa quasi fatica: e infatti i macachi, in arrivo dalla Cina via Roma-Fiumicino, vengono trasportati dalla Capitale a blocchi di centocinquanta per volta, stivati dentro gabbioni che dagli aerei cargo della Air China finiscono qui, in questo capannone sdraiato nella landa brianzola.

Nemmeno 3mila abitanti, Correzzana è conosciuta, oltreché per avere dato i natali al cantante Gianluca Grignani, per i laboratori della Harlan, multinazionale della vivisezione (presente in quattro continenti). Tecnicamente: allevamento e produzione di animali da laboratorio venduti per la ricerca e altri scopi scientifici. Harlan - finita più volte, in questi anni, nel mirino delle associazioni che si battono per la difesa degli animali, nel 2006 fece clamore il blitz del Fronte Liberazione Animale proprio all'interno dell'allevamento di Correzzana - offre i suoi servizi a un numero imprecisato di laboratori pubblici e privati, università, ospedali, aziende farmaceutiche, laboratori in decine di paesi del mondo. In Italia si occupa prevalentemente di sperimentazione
per conto terzi e, appunto, allevamento destinato alla vivisezione: topi, ratti, conigli, cavie, primati e altri grandi mammiferi. Fa stallo per il trasferimento di cani beagle (gli stessi allevati dalla società Green Hill) e si è specializzata nella "produzione" di animali geneticamente modificati per un migliore utilizzo nella sperimentazione. Esempi? Le specie "programmate" a sviluppare il cancro o con difese immunitarie funzionali all'inoculazione dei virus della polio e del vaiolo delle scimmie.

La richiesta dei colossi farmaceutici cresce, e Harlan, sede centrale a Minneapolis, due allevamenti in Italia (l'altro è a San Pietro al Natisone in provincia di Udine) e un laboratorio (a Bresso), per reggere il mercato, risponde. E importa. Ma uno stock di queste dimensioni - 900 scimmie - non si era mai visto. I macachi destinati alla sperimentazione arrivano direttamente dalla Cina: anche se l'origine di molti esemplari, pare, sia da ricondurre alle isole Seychelles e Mauritius, paradisi delle vacanze ma anche serbatoi per la vivisezione. L'autorizzazione italiana all'ingresso delle scimmie è stata rilasciata dal ministero della Salute. Harlan, vista l'importanza del carico, ha deciso di spezzettare l'arrivo in più blocchi, forse prevedendo anche le proteste. Che, puntuali, sono arrivate. "Questo è uno dei centri di sperimentazione più tristemente famosi in Italia - dice Paolo Mocavero, presidente dell'associazione "Cento per cento animalisti" che da ieri ha organizzato un presidio di fronte allo stabilimento di Correzzana - . La vivisezione sui primati in Italia è molto restrittiva ma le normative vengono regolarmente aggirate con autorizzazioni di veterinari compiacenti. Chiediamo alle autorità competenti di fare controlli sulla regolarità di un'importazione così massiccia di primati". Da qualche anno, nel mondo animalista, è attivo il coordinamento "Fermiamo Harlan". Sono numerose le sigle che si battono contro la vivisezione e, in particolare, l'attività di questa multinazionale. Spiega Susanna Chiesa, di "Freccia 45": "In Italia vengono sottoposti a sperimentazione 3.000 animali al giorno. La vivisezione è una falsa scienza, inutile e arcaica, attuata da persone che si arrogano il potere assoluto di decidere se e come seviziare e porre fine alla vita di altri esseri viventi. Continueremo a batterci perché questo vergognoso atto di atrocità venga definitivamente vietato".

Sono circa 600 i centri italiani collegati alla vivisezione di animali. Due milioni e 600 mila gli esemplari utilizzati tra 2007 e 2009 (di cui 618mila usati per la ricerca sui farmaci).
Un giro d'affari da decine di miliardi, dietro il quale si nasconde un mondo fatto anche di situazioni che vanno oltre il limite della decenza e della civiltà. L'incursione, nell'autunno del 2006, dei militanti del Fronte Liberazione Animale nel laboratorio Harlan di Correzzana, portò alla luce una realtà fino a allora sconosciuta: migliaia di roditori in pile di gabbie di plexiglas, decine di cadaveri fotografati nei frigoriferi del laboratorio, alcuni dei quali impalati con stuzzicadenti, ma soprattutto decine di macachi conservati in condizioni squallide, tra sangue e feci, prima di finire nella catena della sperimentazione. La stessa alla quale verranno avviate le 900 scimmie in arrivo dalla Cina. Durante il blitz, un'azione illegale che portò anche al danneggiamento delle strutture dei laboratori, furono liberate una ventina di scimmie e un migliaio di roditori. La protesta più recente degli animalisti è stata quella che ha preso di mira Green Hill, il canile-lager sulle colline di Montichiari, a Brescia, dove si allevano 2.500 beagle destinati alla vivisezione. Lo scorso 10 febbraio un centinaio di animalisti hanno formato una catena umana attorno allo stabilimento: un presidio per chiedere un accelerazione dei disegni di legge in lavorazione al Parlamento e in Regione Lombardia. La soluzione del problema, secondo gli attivisti, non può essere soltanto il divieto di allevare i cani in quelle condizioni. In questo modo - hanno spiegato - Marshall, multinazionale proprietaria di Green Hill, potrebbe scegliere di non chiudere i capannoni-lager di Montichiari ma trasformarli in deposito di "smistamento" e continuare indisturbata il suo business, non allevando più i cani in loco ma semplicemente importandoli e vendendoli.
p.berizzi@repubblica.it

Origine: Repubblica

12-12-2017 - I medici in sciopero, domani saltano 40mila operazioni
12-12-2017 - Bufera sul comune di Cisterna, 17 arresti per corruzione: così gli appalti costavano il quadruplo
12-12-2017 - Huntington, nuovo farmaco rallenta la malattia
12-12-2017 - Arena Robinson: il giorno della poesia, degli scrittori-scienziati, delle storie sull'Italia. E della Rivoluzione russa
12-12-2017 - Di Maio: "Famiglie più felici? Negozi chiusi nei giorni di festa"
12-12-2017 - Manovra, salta l'abolizione dei vitalizi. Ira del M5s che aveva firmato l'emendamento con il Pd
12-12-2017 - Addio inasprimento sanzioni per uso cellulare alla guida e seggiolini anti-abbandono
11-12-2017 - È morto don Antonio Riboldi, prete dei terremotati e vescovo anticlan
11-12-2017 - Blitz fascista, decine di adesioni per il presidio davanti alla sede di Repubblica
11-12-2017 - E' morto Lando Fiorini, ultima grande voce della canzone romana
11-12-2017 - Gasdotto, tentano di forzare la zona rossa del cantiere Tap: gli attivisti in questura e poi rilasciati
11-12-2017 - Johnny Hallyday, l'ultimo saluto al 'Dio di una Nazione'. Macron: "Era molto di più che un cantante, era la vita, era una parte della Francia"
11-12-2017 - Bari, minore costretto a pagare il pizzo per non essere picchiato: domiciliari per tre baby bulli
11-12-2017 - Roma: detenuto si toglie la vita nel carcere di Regina Coeli
11-12-2017 - Monito di Mattarella: "La corruzione si combatte solo con l'impegno di tutti"
11-12-2017 - Trapani, "società drogata dai cellulari": e il prete benedice gli smartphone
11-12-2017 - Reggio, accetta le cure la donna che ha ucciso i figli
10-12-2017 - Lanciavano petardi contro la polizia, tre attivisti No Tav arrestati al cantiere di Chiomonte
10-12-2017 - "Le magnifiche 100", ovvero le parole "immateriali" che danno senso alla vita
10-12-2017 - Sanità, la cronista racconta: "La risonanza fra 450 giorni, la mia odissea per prenotarla"
09-12-2017 - Saviano: "I raid a colpi di pistola? Nessuno ne parla, è la vittoria del sindaco de Magistris"
09-12-2017 - Ostia, arrestato per spaccio un altro membro della famiglia Spada
09-12-2017 - Banca Etruria, il procuratore Rossi invia una seconda lettera: "Su di me solo calunnie"
08-12-2017 - Antonio Dipollina: "Grande Fratello Vip, la televisione che divide"
08-12-2017 - "L'omosessualità va curata", la querela contro la dottoressa non può essere archiviata
08-12-2017 - La legge elettorale, i sistemi politici e 5 cose da non dimenticare
08-12-2017 - Giallo del tallio, arrestato per triplice omicidio il nipote 27enne delle vittime: "Volevo punire gli impuri"
08-12-2017 - Roma, si chiudono le porte del treno ma il bimbo nel passeggino resta a terra: trovato dalla polizia
08-12-2017 - Ostia, chiuso il bar degli Spada per sicurezza: "Ritrovo abituale di pregiudicati"
08-12-2017 - Torino, Minghella un'altra condanna per il serial killer genovese: 30 anni



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy