FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Il Far East Festival...6
2 "Eravamo bambini", i...6
3 Onu, 40 milioni di s...5
4 Da Rettore a Platine...5
5 Su Facebook il gover...5
6 Meno vittime: effett...5
7 Foggia, spara per st...5
8 La Russia vieta i si...5
9 Addio all'attrice An...5
10 Il prof, l'alunno, l...5
11 G8, Cassazione: "A B...5
12 Dai correttori di bo...5
13 Chiude il campionato...5
14 Arrivederci estate, ...4
15 La vittoria dei pro-...4
16 Vittoria, indagato i...4
17 Chikungunya, altri 1...4
18 Pisapia: "Se il Pd v...4
19 Ryanair, il gran rif...4
20 Causa di divorzio Be...4
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 25 febbraio 2012 ore 13:24 - Visite 162
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Iran e nucleare, allarmante rapporto Aiea "Nel programma possibili aspetti militari"



TEHERAN - L'Aiea, Agenzia internazionale per l'energia atomica, continua ad avere forti preoccupazioni per i possibili aspetti militari del programma nucleare iraniano. E' quanto si afferma nel rapporto diramato al comitato dell'Aiea, che rappresenta 35 nazioni, e al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite come ultimo aggiornamento su quanto gli ispettori internazionali sanno e quanto invece sospettano riguardo il programma nucleare iraniano. In particolare, l'Agenzia scrive di triplicata capacità di arricchimento dell'uranio al 20 per cento e che l'Iran non è stato in grado di offrire una spiegazione convincente alla sparizione di una certa quantità di uranio. Quantità, secondo l'Aiea, sufficiente ad alimentare esperimenti per l'armamento di una testata nucleare.

Per la Casa Bianca, il rapporto dell'Aiea è la conferma che, con l'arricchimento dell'uranio, Teheran ha violato le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza. E che l'Iran non ha convinto il mondo sul carattere pacifico del suo programma nucleare. Preoccupata anche la Ue. Attraverso un portavoce, il capo della diplomazia europea, Catherine Ashton, che nella trattativa con Teheran rappresenta i grandi poteri globali (Stati Uniti, Russia, Cina, Germania, Francia e Regno Unito), ha invitato l'Iran a collaborare con l'Aiea. Per tutta risposta, l'inviato iraniano presso l'Agenzia, Ali Asqar Soltanieh, ha dichiarato che il rapporto dimostra "ancora una volta la natura pacifica del programma nucleare iraniano e riflette gli ulteriori progressi che l'Iran
ha ottenuto nella tecnologia nucleare".

Il rapporto dell'Aiea è stato pubblicato due giorni dopo il rifiuto posto da Teheran alla visita degli ispettori internazionali al sito militare di Parchin, a sud della capitale. Secondo il rapporto, negli ultimi quattro mesi, l'Iran ha aumentato fino a triplicarla la sua capacità di arricchimento al 20 per cento dell'uranio. Soglia a partire dalla quale, in teoria, è più semplice trasformare il materiale in modo da renderlo utilizzabile per la costruzione di un ordigno nucleare.

Sempre nel rapporto, riferisce l'agenzia Dpa, si legge che l'Iran ha raddoppiato il numero di centrifughe utilizzate per l'arricchimento dell'uranio al 20 per cento nell'impianto sotterraneo di Fordo. Teheran è ora in possesso di oltre 100 chilogrammi di materiale altamente arricchito, meno della metà della quantità necessaria per costruire una testata nucleare.

L'Iran insiste nell'affermare di non essere interessato alle armi nucleari e ribatte che le sue attività puntano alla produzione di energia e alla ricerca. Ma il rapporto Aiea contiene ben poche rassicurazioni sul fatto che il programma nucleare del regime degli ayatollah sia puramente pacifico. Al contrario, il rapporto conferma che due missioni dell'Agenzia a Teheran, nel giro di meno di un mese, non sono riuscite a intaccare la decisione iraniana di non collaborare con Aiea nella sua inchiesta sui sospetti internazionali che l'Iran stia segretamente lavorando ad aspetti militari del programma nucleare. 

Ipotesi che continua a essere respinta dalla Russia. Dove Vladimir Putin parla addirittura di un'accusa messa in piedi dall'Occidente al solo scopo di favorire un cambiamento di regime a Teheran. Per il premier russo, favoritissimo candidato alla prossima presidenza, la lotta alla proliferazione nucleare sarebbe dunque solo un pretesto. "Noi - ha detto Putin a Sarov, in un incontro con esperti della sicurezza nazionale - siamo in una posizione nettamente diversa da quella che stanno cercando di presentarci come un percorso generale del problema iraniano".

Durante il vertice di Sarov, Putin si è trovato in disaccordo con il presidente del centro di studi politici della Russia, Vladimir Orlov, secondo cui Mosca non ha una posizione indipendente sulla questione dell'Iran. Orlov ha suggerito addirittura di interrompere la collaborazione con gli Usa e di pensare "alla ripresa della cooperazione tecnico-militare con l'Iran, e a lavorare insieme sui problemi dell'Iran con paesi come Turchia, Indonesia, Egitto, Cina, Brasile".

"Per quanto riguarda l'indipendenza della nostra posizione - ha replicato Putin - si manifesta, in particolare, nel fatto che abbiamo portato alla sua logica conclusione il nostro lavoro sulla centrale di Bushehr, nonostante le pressioni dall'esterno. Abbiamo lavorato e abbiamo intenzione di continuare a lavorare sullo stesso piano, indipendentemente". Poi Putin ha precisato: "Agiremo in modo indipendente, ma non aggressivo".               

Origine: Repubblica

22-09-2017 - Arrivederci estate, il 22 settembre l'equinozio d'autunno
22-09-2017 - "Zero vittime da incidenti stradali", progetto possibile
22-09-2017 - La rabbia di Chiamparino: "Assurdo vietare agli ospiti i luoghi simbolo della città"
22-09-2017 - "Approvare senza modifiche il codice antimafia"
22-09-2017 - Alzheimer, l'intelligenza artificiale 'scopre' la malattia 10 anni prima
22-09-2017 - Banchiere si sente discriminato nei confronti di una collega e fa causa alla banca
22-09-2017 - Ius soli, gli appelli degli intellettuali: "Il governo ponga la fiducia"
22-09-2017 - M5S, il giorno delle primarie. Votazioni prorogate fino alle 12 di domani
22-09-2017 - Terremoto Messico (19/09/2017)
22-09-2017 - Onu, 40 milioni di schiavi nel mondo: il 71 per cento è donna
22-09-2017 - La vittoria dei pro-vax: raddoppiati gli italiani che credono alla scienza
22-09-2017 - Ryanair, il gran rifiuto dei piloti: "Niente bonus al posto delle ferie"
21-09-2017 - Università, sciopero docenti supera quota 10mila. "Lezioni in piazza, blocchi anche a gennaio"
21-09-2017 - "Non sono razzista ma...": la paura ai tempi dello Ius soli
21-09-2017 - Materadio 2017, conto alla rovescia per la grande festa di Radio3 a Matera
21-09-2017 - Pisapia: "Se il Pd vuole la coalizione faccia primarie per il premier"
21-09-2017 - Da Rettore a Platinette, il cast di 'Tale e quale'
21-09-2017 - Meno vittime: effetto della legge sull'omicidio stradale
21-09-2017 - Catania, aggredisce e violenta la dottoressa della guardia medica
21-09-2017 - Torino: a una settimana dal G7 di Scienza, lavoro e industria il programma è ancora incompleto
20-09-2017 - Linda Hamilton torna come Sarah Connor nel nuovo 'Terminator'
20-09-2017 - Salvador Sobral, vincitore dell'Eurovision, è grave: aspetta un trapianto di cuore
20-09-2017 - Dagli attentati a Barcellona alla jihad in Maghreb: torna "Imbavagliati", il festival internazionale di giornalismo civile
20-09-2017 - Firenze, in migliaia per il Dalai Lama: "Siamo tutti uguali, siamo tutti umani"
20-09-2017 - Varese, promoter uccisa, l'indagato confessa: "L'ho decapitata, ho fatto tutto da solo"
20-09-2017 - Scuola: record di assenze al sud. Oltre 350 ore perse dagli studenti in Puglia, solo 30 in Veneto e Friuli
20-09-2017 - Gentiloni a New York: "Noi guardiamo al futuro. In Italia i populismi non vinceranno"
20-09-2017 - Gomorra 3, la serie in anteprima al cinema
19-09-2017 - Morti sul lavoro, in Italia troppa burocrazia e poca prevenzione
19-09-2017 - Emergenza stupri, le biologhe contro il senatore D'Anna: "Non lo vogliamo presidente, è sessista"



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy