FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 Due incidenti mortal...18
2 Kate e William porta...15
3 Nissan: a tutto gas ...14
4 'Ndrangheta e rifiut...12
5 Aldrovandi, il Sap c...12
6 Arrestato l'ex parla...11
7 Le Borse snobbano Ga...11
8 Mimmo Mele ai dipend...11
9 Lassie, la star a qu...11
10 L?orrore buio della ...10
11 Fede in un audio: "L...10
12 Riforme, incognita e...10
13 Marchionne sull'inda...10
14 Premier in aula, ma ...10
15 Salvini: "A ottobre ...9
16 Lettera di Napolitan...9
17 Caso Aldrovandi, il ...9
18 Draghi: "La situazio...9
19 Vimercate, la falsa ...8
20 Aristide Guarneri, l...8
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 25 febbraio 2012 ore 13:24 - Visite 109
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Iran e nucleare, allarmante rapporto Aiea "Nel programma possibili aspetti militari"



TEHERAN - L'Aiea, Agenzia internazionale per l'energia atomica, continua ad avere forti preoccupazioni per i possibili aspetti militari del programma nucleare iraniano. E' quanto si afferma nel rapporto diramato al comitato dell'Aiea, che rappresenta 35 nazioni, e al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite come ultimo aggiornamento su quanto gli ispettori internazionali sanno e quanto invece sospettano riguardo il programma nucleare iraniano. In particolare, l'Agenzia scrive di triplicata capacità di arricchimento dell'uranio al 20 per cento e che l'Iran non è stato in grado di offrire una spiegazione convincente alla sparizione di una certa quantità di uranio. Quantità, secondo l'Aiea, sufficiente ad alimentare esperimenti per l'armamento di una testata nucleare.

Per la Casa Bianca, il rapporto dell'Aiea è la conferma che, con l'arricchimento dell'uranio, Teheran ha violato le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza. E che l'Iran non ha convinto il mondo sul carattere pacifico del suo programma nucleare. Preoccupata anche la Ue. Attraverso un portavoce, il capo della diplomazia europea, Catherine Ashton, che nella trattativa con Teheran rappresenta i grandi poteri globali (Stati Uniti, Russia, Cina, Germania, Francia e Regno Unito), ha invitato l'Iran a collaborare con l'Aiea. Per tutta risposta, l'inviato iraniano presso l'Agenzia, Ali Asqar Soltanieh, ha dichiarato che il rapporto dimostra "ancora una volta la natura pacifica del programma nucleare iraniano e riflette gli ulteriori progressi che l'Iran
ha ottenuto nella tecnologia nucleare".

Il rapporto dell'Aiea è stato pubblicato due giorni dopo il rifiuto posto da Teheran alla visita degli ispettori internazionali al sito militare di Parchin, a sud della capitale. Secondo il rapporto, negli ultimi quattro mesi, l'Iran ha aumentato fino a triplicarla la sua capacità di arricchimento al 20 per cento dell'uranio. Soglia a partire dalla quale, in teoria, è più semplice trasformare il materiale in modo da renderlo utilizzabile per la costruzione di un ordigno nucleare.

Sempre nel rapporto, riferisce l'agenzia Dpa, si legge che l'Iran ha raddoppiato il numero di centrifughe utilizzate per l'arricchimento dell'uranio al 20 per cento nell'impianto sotterraneo di Fordo. Teheran è ora in possesso di oltre 100 chilogrammi di materiale altamente arricchito, meno della metà della quantità necessaria per costruire una testata nucleare.

L'Iran insiste nell'affermare di non essere interessato alle armi nucleari e ribatte che le sue attività puntano alla produzione di energia e alla ricerca. Ma il rapporto Aiea contiene ben poche rassicurazioni sul fatto che il programma nucleare del regime degli ayatollah sia puramente pacifico. Al contrario, il rapporto conferma che due missioni dell'Agenzia a Teheran, nel giro di meno di un mese, non sono riuscite a intaccare la decisione iraniana di non collaborare con Aiea nella sua inchiesta sui sospetti internazionali che l'Iran stia segretamente lavorando ad aspetti militari del programma nucleare. 

Ipotesi che continua a essere respinta dalla Russia. Dove Vladimir Putin parla addirittura di un'accusa messa in piedi dall'Occidente al solo scopo di favorire un cambiamento di regime a Teheran. Per il premier russo, favoritissimo candidato alla prossima presidenza, la lotta alla proliferazione nucleare sarebbe dunque solo un pretesto. "Noi - ha detto Putin a Sarov, in un incontro con esperti della sicurezza nazionale - siamo in una posizione nettamente diversa da quella che stanno cercando di presentarci come un percorso generale del problema iraniano".

Durante il vertice di Sarov, Putin si è trovato in disaccordo con il presidente del centro di studi politici della Russia, Vladimir Orlov, secondo cui Mosca non ha una posizione indipendente sulla questione dell'Iran. Orlov ha suggerito addirittura di interrompere la collaborazione con gli Usa e di pensare "alla ripresa della cooperazione tecnico-militare con l'Iran, e a lavorare insieme sui problemi dell'Iran con paesi come Turchia, Indonesia, Egitto, Cina, Brasile".

"Per quanto riguarda l'indipendenza della nostra posizione - ha replicato Putin - si manifesta, in particolare, nel fatto che abbiamo portato alla sua logica conclusione il nostro lavoro sulla centrale di Bushehr, nonostante le pressioni dall'esterno. Abbiamo lavorato e abbiamo intenzione di continuare a lavorare sullo stesso piano, indipendentemente". Poi Putin ha precisato: "Agiremo in modo indipendente, ma non aggressivo".               

Origine: Repubblica

23-07-2014 - Tumore e virus Hiv 'spariti' dopo trapianto di midollo
23-07-2014 - Aristide Guarneri, lo stopper gentiluomo che fece gol a Jascin. "La mia vita con il Mago"
23-07-2014 - Lassie, la star a quattro zampe: un mito lungo sessant'anni
23-07-2014 - "Corruzione a norma di legge", piaga italiana
23-07-2014 - L?orrore buio della stanza blu
23-07-2014 - Attacco all'agricoltura biologica: il caso dei finti fertilizzanti a base di "matrina"
23-07-2014 - Antitrust indaga sulle pubblicità delle patatine fritte "light" o "artigianali"
23-07-2014 - Mimmo Mele ai dipendenti: "Chiamatemi onorevole". E parte la circolare
23-07-2014 - Apple: risultati in crescita in attesa del nuovo iPhone. Nokia frena Microsoft
22-07-2014 - Storia di Paolo, figlio di due donne
22-07-2014 - L?agri-trainer sotto l?ombrellone per imparare a mangiare la frutta estiva
22-07-2014 - Favignana, salviamo quel gioiello dell'Art Nouveau: campagna per chiesa di Sant'Antonio
22-07-2014 - Creata la 'biblioteca di Alessandria' delle piante
22-07-2014 - "Le minacce a internet? Arrivano da governi e Big company"
22-07-2014 - Colpo alla nuova camorra, delitti, attentati e indagini sui cadaveri bruciati
22-07-2014 - Sequestra la moglie incinta e le toglie anche il cibo per farla abortire: arrestato
22-07-2014 - Un consiglio comunale aperto dei sindaci No Tav per rinsaldare il patto con il movimento
22-07-2014 - Tarcisio Burgnich, la roccia che saltò con Pelè: "Il mio calcio senza creste" 
21-07-2014 - Trova 41 milioni di lire in cantina: ?Bankitalia non me li cambia, la denuncio?
21-07-2014 - Il vescovo e il parroco arrestato per il coca party: "Gli staremo vicini"
21-07-2014 - Aereo abbattuto in Ucraina
21-07-2014 - Aids: Onu: "Possibile fermare epidemia entro il 2030". Aumenta la farmacoresistenza
20-07-2014 - Lido Vieri, il portiere marinaio che parava senza noia: "Ma ora usano i piedi"
20-07-2014 - Milano, rivoluzione nei cimiteri: anche le coppie di fatto nella tomba di famiglia
20-07-2014 - Nuova tragedia nel canale di Sicilia, 19 morti nella stiva di un barcone
20-07-2014 - Sentenza della Ue: "Riassumeteli". Caos sui precari della scuola
19-07-2014 - Nasce Gold 5: una nuova concessionaria nel segmento del video display advertising
19-07-2014 - Cooperazione, la Riforma ormai in dirittura d'arrivo, oggi anche il "Sì" bipartisan della Camera
19-07-2014 - Pena di morte nel mondo: esecuzioni segrete e pratiche poco trasparenti
19-07-2014 - Fondi Ue, il governo pronto a dimezzare il cofinanziamento per risparmiare 10-12 miliardi



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy