FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Recordati investe 17...298
2 Shell prova a tenere...146
3 Tsipras chiede "temp...41
4 La lista dei dispers...41
5 Balzo della fiducia ...39
6 Lessico e nuvole >38
7 'Ndrangheta a Roma, ...37
8 Carta Canta > I val...35
9 G8, Cassazione: "A B...34
10 Padova, maxi operazi...32
11 Sette giorni a impat...32
12 Facebook alla conqui...31
13 Carta Canta > Ma ch...31
14 I dubbi di Lynsey, m...30
15 Istat: retribuzioni ...30
16 Expo 2015, occasioni...30
17 Imco-Sinergia, accor...29
18 Mercato immobiliare ...28
19 Stabilità, dalle ent...28
20 Concordia, Domnica C...25
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 25 febbraio 2012 ore 13:24 - Visite 127
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Iran e nucleare, allarmante rapporto Aiea "Nel programma possibili aspetti militari"



TEHERAN - L'Aiea, Agenzia internazionale per l'energia atomica, continua ad avere forti preoccupazioni per i possibili aspetti militari del programma nucleare iraniano. E' quanto si afferma nel rapporto diramato al comitato dell'Aiea, che rappresenta 35 nazioni, e al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite come ultimo aggiornamento su quanto gli ispettori internazionali sanno e quanto invece sospettano riguardo il programma nucleare iraniano. In particolare, l'Agenzia scrive di triplicata capacità di arricchimento dell'uranio al 20 per cento e che l'Iran non è stato in grado di offrire una spiegazione convincente alla sparizione di una certa quantità di uranio. Quantità, secondo l'Aiea, sufficiente ad alimentare esperimenti per l'armamento di una testata nucleare.

Per la Casa Bianca, il rapporto dell'Aiea è la conferma che, con l'arricchimento dell'uranio, Teheran ha violato le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza. E che l'Iran non ha convinto il mondo sul carattere pacifico del suo programma nucleare. Preoccupata anche la Ue. Attraverso un portavoce, il capo della diplomazia europea, Catherine Ashton, che nella trattativa con Teheran rappresenta i grandi poteri globali (Stati Uniti, Russia, Cina, Germania, Francia e Regno Unito), ha invitato l'Iran a collaborare con l'Aiea. Per tutta risposta, l'inviato iraniano presso l'Agenzia, Ali Asqar Soltanieh, ha dichiarato che il rapporto dimostra "ancora una volta la natura pacifica del programma nucleare iraniano e riflette gli ulteriori progressi che l'Iran
ha ottenuto nella tecnologia nucleare".

Il rapporto dell'Aiea è stato pubblicato due giorni dopo il rifiuto posto da Teheran alla visita degli ispettori internazionali al sito militare di Parchin, a sud della capitale. Secondo il rapporto, negli ultimi quattro mesi, l'Iran ha aumentato fino a triplicarla la sua capacità di arricchimento al 20 per cento dell'uranio. Soglia a partire dalla quale, in teoria, è più semplice trasformare il materiale in modo da renderlo utilizzabile per la costruzione di un ordigno nucleare.

Sempre nel rapporto, riferisce l'agenzia Dpa, si legge che l'Iran ha raddoppiato il numero di centrifughe utilizzate per l'arricchimento dell'uranio al 20 per cento nell'impianto sotterraneo di Fordo. Teheran è ora in possesso di oltre 100 chilogrammi di materiale altamente arricchito, meno della metà della quantità necessaria per costruire una testata nucleare.

L'Iran insiste nell'affermare di non essere interessato alle armi nucleari e ribatte che le sue attività puntano alla produzione di energia e alla ricerca. Ma il rapporto Aiea contiene ben poche rassicurazioni sul fatto che il programma nucleare del regime degli ayatollah sia puramente pacifico. Al contrario, il rapporto conferma che due missioni dell'Agenzia a Teheran, nel giro di meno di un mese, non sono riuscite a intaccare la decisione iraniana di non collaborare con Aiea nella sua inchiesta sui sospetti internazionali che l'Iran stia segretamente lavorando ad aspetti militari del programma nucleare. 

Ipotesi che continua a essere respinta dalla Russia. Dove Vladimir Putin parla addirittura di un'accusa messa in piedi dall'Occidente al solo scopo di favorire un cambiamento di regime a Teheran. Per il premier russo, favoritissimo candidato alla prossima presidenza, la lotta alla proliferazione nucleare sarebbe dunque solo un pretesto. "Noi - ha detto Putin a Sarov, in un incontro con esperti della sicurezza nazionale - siamo in una posizione nettamente diversa da quella che stanno cercando di presentarci come un percorso generale del problema iraniano".

Durante il vertice di Sarov, Putin si è trovato in disaccordo con il presidente del centro di studi politici della Russia, Vladimir Orlov, secondo cui Mosca non ha una posizione indipendente sulla questione dell'Iran. Orlov ha suggerito addirittura di interrompere la collaborazione con gli Usa e di pensare "alla ripresa della cooperazione tecnico-militare con l'Iran, e a lavorare insieme sui problemi dell'Iran con paesi come Turchia, Indonesia, Egitto, Cina, Brasile".

"Per quanto riguarda l'indipendenza della nostra posizione - ha replicato Putin - si manifesta, in particolare, nel fatto che abbiamo portato alla sua logica conclusione il nostro lavoro sulla centrale di Bushehr, nonostante le pressioni dall'esterno. Abbiamo lavorato e abbiamo intenzione di continuare a lavorare sullo stesso piano, indipendentemente". Poi Putin ha precisato: "Agiremo in modo indipendente, ma non aggressivo".               

Origine: Repubblica

31-01-2015 - L'Europa ha troppo da farsi perdonare per non ascoltare Atene
31-01-2015 - Commossi sul web
31-01-2015 - Ragusa, pitbull morde bimba di 18 mesi. Padrone si barrica in casa
31-01-2015 - Criminalità in aumento anche in Vaticano. Inchieste per droga e pedopornografia
31-01-2015 - In un video il rapinatore con mitraglia spara tra la folla nell'assalto al portavalori nel salernitano
31-01-2015 - Te lo mando a dire con un tweet
31-01-2015 - Il nonno antiborseggi sui bus: "Ne ho presi trecento"
31-01-2015 - Calais, le violenze della polizia francese sui profughi che sognano l'Inghilterra
31-01-2015 - Maturità, seconde materie: latino al classico, tecniche della danza al Coreutico
30-01-2015 - I dubbi di Lynsey, madre e fotoreporter
30-01-2015 - Malattie reumatiche, in Italia oltre 370 mila pazienti
30-01-2015 - 'Ndrangheta a Roma, si nascondeva in un bunker: arrestato il latitante Mollica
30-01-2015 - L'rc auto: l'auto a metano ha un conto più salato
30-01-2015 - Tsipras chiede "tempo per riforme più ampie". Parte la trattativa con la Ue
30-01-2015 - Elezioni Parma 2012, i dubbi della cosca: "Sostenere Pd o Pdl?"
29-01-2015 - Blitz antidroga, c'è anche la "Dama bianca"
29-01-2015 - Madame le Rabbin, fede senza testosterone
29-01-2015 - "Rewind", un romanzo sul passato che condiziona il futuro
29-01-2015 - Furti in casa, le sentinelle di WhatsApp
29-01-2015 - Pavia, è morta in ospedale la donna segregata in casa: pesava poco più di venti chili
28-01-2015 - Sanità, ecco i nuovi Lea: entrano epidurale, Pma, screening neonatali e Ict per i disabili
28-01-2015 - Se anche a scuola vince il più forte
28-01-2015 - Pirellone, passa la legge 'anti moschee': regole più rigide e telecamere obbligatorie
28-01-2015 - L'Europa mette a confronto i sistemi sanitari. Vince l'Olanda, Italia al 21° posto
28-01-2015 - Guerriglia a Cremona, Frankie hi-nrg bacchetta i 99 Posse: "Sbagliato l'occhio per occhio"
28-01-2015 - Rimini, fioraio evade 2,6 milioni di euro
28-01-2015 - Scomparso dal Canada nove mesi fa e rintracciato sull'Appennino bolognese grazie al web
27-01-2015 - Tumori femminili, quello al polmone uccide più di quello al seno
27-01-2015 - Iit, retromarcia del governo: no al 'brevettificio'
27-01-2015 - Melissa P sull'isola senza pregiudizi



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy