FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 G8, Cassazione: "A B...810
2 Irpef, le addizional...101
3 Inter-Cagliari 0-1 ...37
4 Renzi blinda l'accor...27
5 Scontro sulla Colomb...25
6 Sud, la vita costa m...19
7 Indipendenza Scozia,...16
8 Ridge e Brooke ora v...16
9 Paura per il derby T...14
10 Lazio, Petkovic: "No...14
11  Roma, precipita eli...14
12 Smartphone e tablet ...13
13 Ferrari, Montezemolo...13
14 Renzi al contrattacc...11
15 I diversi razzismi i...11
16 Tassi sui prestiti a...10
17 L'Europa diventi la...10
18 Giovani, disoccupazi...9
19 I vitalizi d'oro cos...9
20 Arrestato Amnesia, i...8
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 22 febbraio 2012 ore 12:44 - Visite 78
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Formigli: "Sentenza sproporzionata Un attacco al diritto di critica"



ROMA - Un servizio di 50 secondi. Veloce come la velocità dell'auto, una Alfa Mito, che Corrado Formigli ha messo in discussione su Annozero il 2 dicembre del 2010. Per quel servizio, in cui venivano paragonate tre auto, Formigli e la Rai sono stati condannati a pagare in totale sette milioni di euro. Il giudice Maura Sabbione del tribunale di Torino l'ha definito un servizio giornalistico "denigratorio" nei confronti della Fiat Group Automobiles. E ha deciso cinque milioni e 250 mila euro di danni morali. Due milioni potranno essere riconosciuti per la pubblicazione della sentenza, entro 15 giorni, sui quotidiani la Stampa, la Repubblica e il Corriere della Sera ed entro 45 giorni sul periodico Quattroruote.

"Sono sconvolto", dice Corrado Formigli. "E' una sentenza sproporzionata - continua - Cinque milioni e 250mila di danni non patrimoniali, il restante di danni patrimoniali. Solitamente questo tipo di condanna avviene quando si tratta di persone fisiche". Fa una pausa, prende fiato. O forse cerca le parole. Ma non trova un aggettivo diverso. "E' sproporzionato", ripete.

"Avevo fatto un test di velocità fra tre vetture per discutere se l'Alfa Romeo fosse ancora un'auto sportiva. Nel servizio ci riferivamo a una prova cronometrata da Quattroruote. E la Fiat era la meno veloce. Meno veloce della Mini.
Meno veloce perfino della sentenza, che è arrivata a un anno e mezzo dalla trasmissione", continua il giornalista.

Il punto principale resta un altro: "Io ho espresso un diritto di critica. Ma come può un giornalista essere gravato di una cifra simile? La Fiat poi neanche contesta il fatto. La Mito è davvero meno veloce, quello che contesta l'azienda è un danno morale. Pensare che il danno morale per la perdita di un figlio ammonta a poco più di 308mila euro, quello per un'auto a quanto pare può arrivare a sette milioni". Nella sentenza si legge che "le affermazioni andate in onda" furono "fortemente denigratorie e lesive dell'immagine e dell'onorabilità della società, dei suoi prodotti e dei suoi dipendenti fatte a commento di una pseudo-prova comparativa". Secondo la Fiat il test di Formigli non era stato fatto nel modo corretto, perché si riferiva a una sola stagione, quella autunnale, e perché considerava solo un parametro, la velocità, e non molti altri.

"Ammesso anche questo, ma perché se mi occupo della sportività dell'auto, devo anche parlare della capienza del portabagagli? Il danno e l'ammontare della pena resta sproporzionato. La verità resta nel fatto che esprimi una critica e vieni massacrato dalla sentenza. Ci sarà una corte d'appello, ci sarà la Rai ma non è questo il punto. Il punto è sentirsi intimiditi. Fare questo lavoro significa informare, non creare notizie, significa mettersi e mettere in discussione, significa anche cercare di avere un'opinione. E' chiaro che una sentenza del genere intimidisce un giornalista. Invece di fare un servizio in grado di apportare un beneficio alla crescita o alla competitività anche di un'azienda, ho fatto un 'danno morale' a un'azienda. Certo che una sentenza del genere impaurisce".

La Rai impugnerà la sentenza precisando in una nota che "ogni commento sarà articolato nell'atto di impugnazione in corso di predisposizione". Con Formigli si sono schierati tra gli altri la Federazione nazionale della stampa italiana, Beppe Giulietti di Articolo 21 e Giorgio Airaudo della Fiom.

In ogni caso, conclude il giornalista "non sono stato denigratorio. Così dice la sentenza 'denigratorio'". Un servizio di 50 secondi. Un'Alfa Mito più lenta di una Mini. Sette milioni di danni morali riconosciuti al Lingotto. L'equivalente del danno morale per tanti figli morti, troppi. E il video incriminato non è più visibile: il giudice ne ha disposto la rimozione immediata dal sito di Annozero.

Origine: Repubblica

01-10-2014 - Il doppio cognome un segno di civiltà
01-10-2014 - Giovani lettori crescono. A Cagliari torna Tuttestorie
01-10-2014 - La scuola italiana non è internazionale, lo dicono i prof
01-10-2014 - Caso Chil Post, il padre di Renzi chiede di essere interrogato
01-10-2014 - Arrestato Amnesia, il rapper di "Amici": dalla ribalta tv ai domiciliari per le "canne"
01-10-2014 - La vita è bella prima della Shoah nei family movies "tra i più antichi d'Italia"
01-10-2014 - Crollo nascite, per gli italiani colpa della crisi. Paese diviso su eterologa: a favore il 40%
01-10-2014 - Marino a sorpresa: "Sono attratto dalle droghe, ma non le ho mai usate"
01-10-2014 - Non ci sarà Windows 9, si passa direttamente al 10
01-10-2014 - Epatite C, c'è l'accordo tra Aifa e produttore: sì al rimborso nuovo farmaco
01-10-2014 - Maker Faire, a Roma l'invasione degli artigiani 2.0
01-10-2014 - Due anni per un intervento e ticket troppo cari, italiani in fuga dalla sanità pubblica
01-10-2014 - Napoli, cade solaio nell'antica stazione di Pietrarsa: morto un operaio e altri tre feriti
01-10-2014 - "Ama i poveri come te stesso". Il Vangelo di don Vincenzo
01-10-2014 - Def, riviste le stime sul Pil. Nel 2014, il calo sarà dello 0,3%. Delrio: nessuna manovra aggiuntiva
01-10-2014 - Manifatturiero, Eurozona ai minimi e Germania ferma
01-10-2014 - Scontro sulla Colombo, muore una ciclista. Mattinata di traffico bloccato, incidenti dal centro all'Eur
01-10-2014 - Ferrarese trucidato nella sua casa in Venezuela davanti ai figli
01-10-2014 - Istat: il terzo trimestre dell'anno sarà ancora in recessione
30-09-2014 - Il ragazzo con la pistola
30-09-2014 - Sabir, attivisti delle due rive del Mediterraneo a Lampedusa per ricordare anche il 3 ottobre 2013
30-09-2014 - Iran, rinviata impiccagione una ragazza di 26 anni: uccise l'uomo che voleva stuprarla
30-09-2014 - Un film sulla solitudine che parla a tutti noi
30-09-2014 - Si è inventato tutto il padre che ha denunciato il tentato sequestro del figlio a Borgaro Torinese
30-09-2014 - Studentessa di 16 anni scomparsa, trovata in stazione vicino Roma
30-09-2014 - "Se ho paura prendimi per mano", il lato umano di un tracollo finanziario raccontato da Carla Vistarini
30-09-2014 - Stimolazioni elettriche, e il topo paralizzato cammina. Verso i test sull'uomo
29-09-2014 - Zerocalcare, lo street fighting man della matita
29-09-2014 - L'Ugl nel caos: si dimette anche Mancini, eletto segretario due mesi fa
29-09-2014 - Tagli alla ricerca, l'Università si ribella



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy