FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Ntv, Flavio Cattaneo...7
2 Tassi Btp sotto il 2...7
3 Giustizia incredibil...7
4 Piano per il made in...6
5 Morgan Stanley patte...6
6 Vendite al dettaglio...6
7 Il commissario che f...6
8 Is minaccia Europa e...6
9 La guerra russo-ucra...5
10 Caos primarie Pd in ...5
11 Grecia, Syriza appro...5
12 Usa, Jeb Bush lancia...5
13 Pd, scontro finale. ...5
14 Incidente a centrale...5
15 Fonsai, chiusa l'inc...5
16 A Milano vertice Mos...5
17 La mappa della corru...5
18 RaiWay, Renzi: non c...4
19 Fisco, contro la cor...4
20 Napoli, l'ospedale C...4
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 22 febbraio 2012 ore 12:44 - Visite 89
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Formigli: "Sentenza sproporzionata Un attacco al diritto di critica"



ROMA - Un servizio di 50 secondi. Veloce come la velocità dell'auto, una Alfa Mito, che Corrado Formigli ha messo in discussione su Annozero il 2 dicembre del 2010. Per quel servizio, in cui venivano paragonate tre auto, Formigli e la Rai sono stati condannati a pagare in totale sette milioni di euro. Il giudice Maura Sabbione del tribunale di Torino l'ha definito un servizio giornalistico "denigratorio" nei confronti della Fiat Group Automobiles. E ha deciso cinque milioni e 250 mila euro di danni morali. Due milioni potranno essere riconosciuti per la pubblicazione della sentenza, entro 15 giorni, sui quotidiani la Stampa, la Repubblica e il Corriere della Sera ed entro 45 giorni sul periodico Quattroruote.

"Sono sconvolto", dice Corrado Formigli. "E' una sentenza sproporzionata - continua - Cinque milioni e 250mila di danni non patrimoniali, il restante di danni patrimoniali. Solitamente questo tipo di condanna avviene quando si tratta di persone fisiche". Fa una pausa, prende fiato. O forse cerca le parole. Ma non trova un aggettivo diverso. "E' sproporzionato", ripete.

"Avevo fatto un test di velocità fra tre vetture per discutere se l'Alfa Romeo fosse ancora un'auto sportiva. Nel servizio ci riferivamo a una prova cronometrata da Quattroruote. E la Fiat era la meno veloce. Meno veloce della Mini.
Meno veloce perfino della sentenza, che è arrivata a un anno e mezzo dalla trasmissione", continua il giornalista.

Il punto principale resta un altro: "Io ho espresso un diritto di critica. Ma come può un giornalista essere gravato di una cifra simile? La Fiat poi neanche contesta il fatto. La Mito è davvero meno veloce, quello che contesta l'azienda è un danno morale. Pensare che il danno morale per la perdita di un figlio ammonta a poco più di 308mila euro, quello per un'auto a quanto pare può arrivare a sette milioni". Nella sentenza si legge che "le affermazioni andate in onda" furono "fortemente denigratorie e lesive dell'immagine e dell'onorabilità della società, dei suoi prodotti e dei suoi dipendenti fatte a commento di una pseudo-prova comparativa". Secondo la Fiat il test di Formigli non era stato fatto nel modo corretto, perché si riferiva a una sola stagione, quella autunnale, e perché considerava solo un parametro, la velocità, e non molti altri.

"Ammesso anche questo, ma perché se mi occupo della sportività dell'auto, devo anche parlare della capienza del portabagagli? Il danno e l'ammontare della pena resta sproporzionato. La verità resta nel fatto che esprimi una critica e vieni massacrato dalla sentenza. Ci sarà una corte d'appello, ci sarà la Rai ma non è questo il punto. Il punto è sentirsi intimiditi. Fare questo lavoro significa informare, non creare notizie, significa mettersi e mettere in discussione, significa anche cercare di avere un'opinione. E' chiaro che una sentenza del genere intimidisce un giornalista. Invece di fare un servizio in grado di apportare un beneficio alla crescita o alla competitività anche di un'azienda, ho fatto un 'danno morale' a un'azienda. Certo che una sentenza del genere impaurisce".

La Rai impugnerà la sentenza precisando in una nota che "ogni commento sarà articolato nell'atto di impugnazione in corso di predisposizione". Con Formigli si sono schierati tra gli altri la Federazione nazionale della stampa italiana, Beppe Giulietti di Articolo 21 e Giorgio Airaudo della Fiom.

In ogni caso, conclude il giornalista "non sono stato denigratorio. Così dice la sentenza 'denigratorio'". Un servizio di 50 secondi. Un'Alfa Mito più lenta di una Mini. Sette milioni di danni morali riconosciuti al Lingotto. L'equivalente del danno morale per tanti figli morti, troppi. E il video incriminato non è più visibile: il giudice ne ha disposto la rimozione immediata dal sito di Annozero.

Origine: Repubblica

27-02-2015 - Sean Bean, "Legends": il riscatto dell'attore che muore sempre
27-02-2015 - Pavia, colpito con la fionda il padrone di casa che sorprende i ladri: mandibola fratturata
26-02-2015 - La Toscana lancia il social freezing
26-02-2015 - Pedopornografia, condannato il consigliere regionale Gianfreda
26-02-2015 - Elettricità, con la crisi morosità a 1,76 milioni
26-02-2015 - Omicidio dopo lite durante festa dei bimbi, arrestato latitante
26-02-2015 - Fronte sud e cessioni, così cambia la difesa
26-02-2015 - Espresso: cresce risultato netto, calano ricavi
26-02-2015 - Ospedale Cardarelli, s'indaga sul morto in barella, i familiari: "Sotto shock, confusi e addolorati"
25-02-2015 - Cnr, gli "ok ministeriali" che bloccano i giovani ricercatori. Il Miur replica: "Già dato il via libera"
25-02-2015 - Dall'Albania in Italia per finire il corso di laurea. Il Tar dà ragione a studente in "trasferta"
25-02-2015 - Cerchi l'amore e trovi un malware. A rischio il 60% delle app di dating
25-02-2015 - Telefonia, il Mise: "Nessuna penale per cambio gestore". I dubbi di Altroconsumo
25-02-2015 - Uffizi, risplendono Ercole e Nesso
25-02-2015 - Luca Ronconi, duecento persone per l'ultimo saluto
25-02-2015 - Elena Ferrante: ?Accetto la candidatura allo Strega?
25-02-2015 - I distretti del made in Italy crescono del 3%, più di Berlino. Rimpatrio per molte produzioni
25-02-2015 - Bari, si indaga su Ryanair. "Trenta milioni senza gara, ecco la prova della truffa"
25-02-2015 - Agguato davanti alla scuola terrore tra bimbi e genitori
25-02-2015 - Aggressione xenofoba a scuola, a 13 anni picchiano e insultano le compagne romene
25-02-2015 - Palazzo Chigi sfida il Pirellone: "La legge anti moschee va contro la Costituzione"
25-02-2015 - Un rebus a Mirafiori: l'esercito di tute blu inidonee per il Suv
24-02-2015 - Appalti per impianti audio in Asl e musei, blitz della Finanza: 9 arresti e 16 indagati
24-02-2015 - Usura, arrestato lo zio del calciatore Immobile
24-02-2015 - Minotauro, la Cassazione conferma le condanne: respinta la richiesta di un nuovo processo
23-02-2015 - Grecia, la resa di Tsipras: restano i tagli agli statali e l'austerity
23-02-2015 - Neonata in coma per meningite, è gravissima. Ma per i medici era influenza
23-02-2015 - Renzi, un anno di tweet. I più popolari? Quando mostra i muscoli
22-02-2015 - Le liberalizzazioni all'italiana pochi vantaggi, tanti aumenti
22-02-2015 - Giallo in India, cinquantenne italiano trovato morto sulle rive del lago sacro



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy