FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Chiude il campionato...30
2 "Eravamo bambini", i...26
3 Il prof, l'alunno, l...24
4 Il Far East Festival...23
5 G8, Cassazione: "A B...23
6 Opera, che passione:...22
7 Ezio Mauro vince il ...19
8 Alitalia: salta la m...19
9 Addio all'attrice An...19
10 Spie coreane, missio...18
11 Asta Bot, lieve risa...17
12 Mosca, picchiare mog...17
13 Traffico in tempo re...17
14 Cremona, precipita u...16
15 Natuzzi, soltanto 32...16
16 Il rapporto Amnesty:...15
17 La coppia piemontese...15
18 Torino, email al pro...15
19 Disegni che delinean...15
20 Trump irride la prot...14
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 22 febbraio 2012 ore 12:44 - Visite 112
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Formigli: "Sentenza sproporzionata Un attacco al diritto di critica"



ROMA - Un servizio di 50 secondi. Veloce come la velocità dell'auto, una Alfa Mito, che Corrado Formigli ha messo in discussione su Annozero il 2 dicembre del 2010. Per quel servizio, in cui venivano paragonate tre auto, Formigli e la Rai sono stati condannati a pagare in totale sette milioni di euro. Il giudice Maura Sabbione del tribunale di Torino l'ha definito un servizio giornalistico "denigratorio" nei confronti della Fiat Group Automobiles. E ha deciso cinque milioni e 250 mila euro di danni morali. Due milioni potranno essere riconosciuti per la pubblicazione della sentenza, entro 15 giorni, sui quotidiani la Stampa, la Repubblica e il Corriere della Sera ed entro 45 giorni sul periodico Quattroruote.

"Sono sconvolto", dice Corrado Formigli. "E' una sentenza sproporzionata - continua - Cinque milioni e 250mila di danni non patrimoniali, il restante di danni patrimoniali. Solitamente questo tipo di condanna avviene quando si tratta di persone fisiche". Fa una pausa, prende fiato. O forse cerca le parole. Ma non trova un aggettivo diverso. "E' sproporzionato", ripete.

"Avevo fatto un test di velocità fra tre vetture per discutere se l'Alfa Romeo fosse ancora un'auto sportiva. Nel servizio ci riferivamo a una prova cronometrata da Quattroruote. E la Fiat era la meno veloce. Meno veloce della Mini.
Meno veloce perfino della sentenza, che è arrivata a un anno e mezzo dalla trasmissione", continua il giornalista.

Il punto principale resta un altro: "Io ho espresso un diritto di critica. Ma come può un giornalista essere gravato di una cifra simile? La Fiat poi neanche contesta il fatto. La Mito è davvero meno veloce, quello che contesta l'azienda è un danno morale. Pensare che il danno morale per la perdita di un figlio ammonta a poco più di 308mila euro, quello per un'auto a quanto pare può arrivare a sette milioni". Nella sentenza si legge che "le affermazioni andate in onda" furono "fortemente denigratorie e lesive dell'immagine e dell'onorabilità della società, dei suoi prodotti e dei suoi dipendenti fatte a commento di una pseudo-prova comparativa". Secondo la Fiat il test di Formigli non era stato fatto nel modo corretto, perché si riferiva a una sola stagione, quella autunnale, e perché considerava solo un parametro, la velocità, e non molti altri.

"Ammesso anche questo, ma perché se mi occupo della sportività dell'auto, devo anche parlare della capienza del portabagagli? Il danno e l'ammontare della pena resta sproporzionato. La verità resta nel fatto che esprimi una critica e vieni massacrato dalla sentenza. Ci sarà una corte d'appello, ci sarà la Rai ma non è questo il punto. Il punto è sentirsi intimiditi. Fare questo lavoro significa informare, non creare notizie, significa mettersi e mettere in discussione, significa anche cercare di avere un'opinione. E' chiaro che una sentenza del genere intimidisce un giornalista. Invece di fare un servizio in grado di apportare un beneficio alla crescita o alla competitività anche di un'azienda, ho fatto un 'danno morale' a un'azienda. Certo che una sentenza del genere impaurisce".

La Rai impugnerà la sentenza precisando in una nota che "ogni commento sarà articolato nell'atto di impugnazione in corso di predisposizione". Con Formigli si sono schierati tra gli altri la Federazione nazionale della stampa italiana, Beppe Giulietti di Articolo 21 e Giorgio Airaudo della Fiom.

In ogni caso, conclude il giornalista "non sono stato denigratorio. Così dice la sentenza 'denigratorio'". Un servizio di 50 secondi. Un'Alfa Mito più lenta di una Mini. Sette milioni di danni morali riconosciuti al Lingotto. L'equivalente del danno morale per tanti figli morti, troppi. E il video incriminato non è più visibile: il giudice ne ha disposto la rimozione immediata dal sito di Annozero.

Origine: Repubblica

23-02-2017 - La coppia piemontese che ha mangiato in tutti i Tre stelle d'Europa (meno uno)
23-02-2017 - Da Aiazzone a Mercatone Uno si allunga la lista delle vittime di Ikea
23-02-2017 - Traffico in tempo reale
23-02-2017 - Opera, che passione: Elio alla scoperta delle grandi melodie italiane
23-02-2017 - Rigopiano un mese dopo: perché la tragedia si poteva evitare
23-02-2017 - #BastaBufale, 15mila firme in dieci giorni contro le fake news. Boldrini: ''Presto un tavolo con Fb, Google e Twitter''
23-02-2017 - Torino, email al prof: "Se continui a bocciarmi ti spacco il c...". Sospeso per tre mesi dall'Università
23-02-2017 - Spie coreane, missione Roma
23-02-2017 - I docenti tornano in piazza contro la Buona scuola bis
23-02-2017 - Bari, parrucchiere offre lavoro via Fb ma esclude le donne sposate: sui social scatta la rivolta
23-02-2017 - Pd, Orlando si candida alla segreteria: "No alla politica della prepotenza"
23-02-2017 - Aborto, Zingaretti: ''Nessuna guerra di religione vogliamo solo garantire un diritto''
23-02-2017 - Donna sparisce su nave da crociera, fermato il marito
23-02-2017 - Lucchesia, il giallo dei migranti morti: salgono a tre, tutti nigeriani
23-02-2017 - Il rapporto Amnesty: "L'odio populista avvelena il mondo"
22-02-2017 - Sbarchi, "Se il 2016 è stato terribile, quest'anno si annuncia orribile"
22-02-2017 - Il femminismo non è morto: una storia del movimento dagli anni 70 a oggi
22-02-2017 - Biella, bimba di sette anni muore schiacciata da mattoni e cemento di un pilastro
22-02-2017 - Palermo. Assistenza negata ai disabili: Crocetta faccia a faccia con Pif
22-02-2017 - Cocktail bar 2.0: per bere sempre meglio servono meno mode e più ricerca
22-02-2017 - Da Catania a Parma per rapina ma in banca trovano i carabinieri nascosti
22-02-2017 - Mafia, si pente Giovanni Vitale "il Panda". "Ecco chi paga ancora il pizzo"
22-02-2017 - Confisca Canfarotta, in corso lo sgombero a Genova
21-02-2017 - "Veronica deve restare in carcere, può uccidere di nuovo"
21-02-2017 - Firenze, evasione dal carcere di Sollicciano: fuggono in tre calandosi con le lenzuola
21-02-2017 - Cambio vita, divento instagramer: ecco chi sono i più seguiti
21-02-2017 - Ezio Mauro vince il premio Cherasco Storia
21-02-2017 - Stadio Tor di Valle, Grillo a Raggi: "Decidete voi, non cedete a pressioni esterne. Roma sta rinascendo"
21-02-2017 - Asti, "ai domiciliari" cane vandalo che ammaccava le auto e strappava le targhe
21-02-2017 - Low-cost, car-sharing o pooling: come è cambiata la galassia dei tasporti



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy