FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 G8, Cassazione: "A B...50
2 Sciame sismico tra F...44
3 Discarica dei veleni...35
4 Panama chiude le tra...25
5 Calciopoli, appello:...23
6 Processo Marlane, as...22
7 Fiat, la Chrysler ri...22
8 Roma dice addio all'...21
9 Juventus, Pirlo corr...19
10 La Ue: sì al brevett...18
11 Napoli, De Laurentii...18
12 Inps, il Consiglio d...17
13 Podemos, il nuovo se...17
14 Varese, hostess di 2...17
15 "L?Iran vuole l?acco...16
16 A novembre si è aggr...15
17 Eternit, pg Cassazio...15
18 Gli italiani non si ...15
19 "Più libri, più libe...15
20 Genoa-Roma 0-1 : se...15
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 20 febbraio 2012 ore 08:33 - Visite 71
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


"Corruzione, servono pene più severe" Severino: confronto su falso in bilancio



ROMA - Pene più severe, reintroduzione del reato di falso in bilancio e introduzione di quello di tangenti tra privati. Saranno queste alcune delle direttive lungo le quali si muoverà il governo nelle prossime settimane per affrontare il problema della corruzione. Lo ha annunciato il ministro della Giustizia, Paola Severino.

"Oggi si avverte la necessità di una forte tutela in materia di corruzione. Allora mi sembra corretto mettere mano alle pene", ha detto il Guardasigilli intervistato da Lucia Annunziata a "In 1/2 ora" su Raitre. In particolare, la Severino si è concentrata sul falso in bilancio, depenalizzato dal secondo governo Berlusconi: "Tra gli emendamenti c'è anche il falso in bilancio e sicuramente lo prenderemo in considerazione e prenderemo una posizione perché il governo dovrà esprimere un suo parere", ha affermato il ministro. "Le soluzioni sono tante ma dovranno essere equilibrate perché", ha osservato, "un totale ritorno al passato darebbe sicuramente qualche problema".

Il Guardasigilli ha poi accennato alla possibilità che nel codice penale sia introdotto il reato di corruzione tra privati: "E' uno dei temi dei quali si discute", ha affermato. "I privati che intascano tangenti è un fenomeno da combattere con severità, va colpito e sottoposto a pene adeguate. Finora - ha concluso Severino - abbiamo sempre pensato alla corruzione come fatto tipico della Pubblica amministrazione".

Sulla
corruzione, ha osservato la Severino, "c'è soprattutto un problema culturale. Nella cultura italiana il valore morale della politica è stato attenuato", ha affermato commentando le differenze fra il nostro paese e la Germania, dove il presidente della Repubblica è stato costretto alle dimissioni per un semplice prestito a tassi agevolati.

E proprio a proposito del rapporto tra giustizia e politica, il Guardasigilli ha espresso chiaramente il convincimento che l'eventuale immunità per i parlamentari e le alte cariche dello Stato debba essere intesa esclusivamente a tutela delle opinioni personali. "Per quanto riguarda, invece, lo svolgimento di attività privata", ha detto, "ciascuno ne deve rispondere personalmente sempre e comunque". Severino, che ha alle spalle una lunga carriera forense, ha decisamente di aver mai avuto percezione dell'esistenza di "toghe rosse" in magistratura.

Infine, il ministro si è detto fiducioso sulla possiblità di correggere in Senato la norma sulla responsabilità civile dei magistrati votata alla camera con un blitz di Pdl e Lega: "Credo e spero che la discussione in Senato sarà totalmente aperta", ha detto. "Io credo nella forza di convincimento".
 

Origine: Repubblica

20-12-2014 - La Ue: sì al brevetto degli ovuli umani "Non sono embrioni"
20-12-2014 - Tutta la rabbia di Conte lascerà la Nazionale?
20-12-2014 - L'Italia salvata dai vigili
20-12-2014 - L'immigrato fa notizia, e non più soltanto in cronaca nera
20-12-2014 - In Comune divorzio low cost: bastano trentadue euro
20-12-2014 - Roma dice addio all'alta moda, stop alle sfilate da gennaio 2015
20-12-2014 - Maltrattamenti ai bimbi nell'asilo, denunciate due maestre
20-12-2014 - Legge di Stabilità, sì del Senato nella notte
20-12-2014 - Virna Lisi, il giorno dell'addio
20-12-2014 - A novembre si è aggravata la crisi della Prima colazione
20-12-2014 - Podemos, il nuovo sentiero della sinistra. Dalla piazza degli indignados alle istituzioni
20-12-2014 - Addio a Virna Lisi, tenace regina del nostro cinema
20-12-2014 - Virna, l'eleganza di saper invecchiare  
20-12-2014 - Lasciò sola la figlia di 7 anni, prosciolto il rom: "La bambina è abituata a quelle situazioni"
20-12-2014 - Nel bunker dei cacciatori di Messina Denaro arriva una supersquadra di polizia e carabinieri
20-12-2014 - Rapinarono e picchiarono un gruppo di spacciatori, condannati quattro poliziotti
19-12-2014 - Da minorenne "clandestino" a re del kebab, storia di Faisal, dal Punjab al Salento
19-12-2014 - "Ci minacciano con la pistola": la denuncia dei profughi nel centro d'accoglienza di Paestum
19-12-2014 - Se chiamarsi Clinton diventa un handicap
19-12-2014 - Prostituzione, quei clienti invisibili. Chi sono gli "utilizzatori finali"?
19-12-2014 - Palermo, "cupola" delle mazzette con impiegati e professionisti: sconti sulle tasse, 15 arresti
19-12-2014 - Dà fuoco alla convivente, arrestato: la donna sfigurata è grave in ospedale
19-12-2014 - Medicina, Tar del Lazio accoglie primo ricorso sul test di specializzazione
19-12-2014 - Travolto in bici mentre va a scuola, muore dopo nove giorni di agonia
19-12-2014 - Mafia a Roma, 5 nuovi arresti per l'omicidio Fanella. Il giallo della cabina telefonica
19-12-2014 - Il ritorno delle lucciole italiane
18-12-2014 - Fivhter, il social network delle Top5: la startup italiana (a Londra) che piacerebbe a Nick Hornby
18-12-2014 - Il coming out forzato non aiuta i gay
18-12-2014 - St. Tropez, il corpo di un bimbo sulla spiaggia. "Probabile sia Semyon"
18-12-2014 - Milano, lo scontro tra i vertici della Procura: il Csm archivia il caso Ruby per Bruti Liberati



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy