FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Recordati investe 17...247
2 Shell prova a tenere...144
3 Tsipras chiede "temp...39
4 La lista dei dispers...38
5 Balzo della fiducia ...37
6 Lessico e nuvole >36
7 'Ndrangheta a Roma, ...34
8 G8, Cassazione: "A B...33
9 Carta Canta > I val...33
10 Padova, maxi operazi...30
11 Sette giorni a impat...30
12 Facebook alla conqui...29
13 Carta Canta > Ma ch...29
14 I dubbi di Lynsey, m...28
15 Istat: retribuzioni ...28
16 Expo 2015, occasioni...28
17 Imco-Sinergia, accor...28
18 Mercato immobiliare ...26
19 Stabilità, dalle ent...26
20 Concordia, Domnica C...24
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 19 febbraio 2012 ore 18:29 - Visite 169
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Severino: "Situazione grave" scontro Italia-India sui militari



ROMA - Si sono vissuti momenti di tensione stamani a bordo della petroliera Enrica Lexie, ancorata al porto di Kochi, nell'India meridionale. Secondo quanto si è appreso, la polizia è salita a bordo della nave chiedendo di prendere in consegna due marinai italiani ritenuti coinvolti nella morte di due pescatori. I militari a bordo della nave, però, hanno opposto il loro rifiuto per "un difetto di giurisdizione". "È una questione di diritto internazionale, i nostri non scendono". Ma a quanto si apprende un numero imprecisato di militari italiani "sta per essere portato a terra" dalla polizia. Secondo le fonti, si discute su "quanti fucilieri della Marina debbano scendere a terra", verosimilmente per essere interrogati.

Intanto, nelle ultime ore il console italiano a Mumbai è salito a bordo della nave. Lo riferisce il sito all news Cnn-Ibn. Le autorità indiane avevano fissato le 8 ora locale (le 2.30 in Italia) come ultimatum per far scendere i membri dell'equipaggio e interrogarli. Secondo fonti interne a bordo sarebbe già cominciato l'interrogatorio del comandante e di un altro membro dell'equipaggio. Secondo le autorità italiane la nave ha sventato il 15 febbraio un attacco di pirati mentre per quelle indiane avrebbe fatto fuoco su un peschereccio uccidendo due pescatori.

Nessun fermo
. Le autorità indiane
hanno cominciato a interrogare, a bordo della petroliera 'Enrica Lexie', i due marinai italiani. Lo riferisce l'emittente Ibn, secondo cui l'interrogatorio avviene con l'ausilio di interpreti e alla presenza del console generale italiano, Giampaolo Cutillo. Intanto, dall'Italia è arrivato a New Delhi, un team di alti funzionari per affrontare la questione con le autorità indiane.

La posizione italiana. Ieri, intanto, il ministro degli Esteri Giulio Terzi, ha avuto una conversazione telefonica con il suo omologo indiano S.M. Krishna in relazione alla vicenda della nave. Il colloquio "si e svolto lungo le linee contenute nella lettera che il titolare della Farnesina aveva ieri inviato al Ministro degli Esteri indiano". In particolare, Terzi ha anticipato al suo collega l'invio in India di una delegazione di alti funzionari composta da rappresentanti dei Ministeri degli Esteri, della Difesa e della Giustizia per approfondire i diversi aspetti del caso e avviare una  concreta collaborazione con l'obiettivo di stabilire la verità dei fatti oltre ogni dubbio.

Il ministro Terzi ha  ribadito al ministro Krishna che, alla luce dei principi di diritto internazionale generalmente accettati, il governo italiano ritiene che la giurisdizione sul caso compete alla Magistratura italiana. Le autorità indiane hanno aperto un'inchiesta per omicidio dopo la morte di due pescatori, uccisi dal personale della Marina militare italiana imbarcato sul mercantile Enrica Lexie per attività anti-pirateria.
 

Origine: Repubblica

31-01-2015 - L'Europa ha troppo da farsi perdonare per non ascoltare Atene
31-01-2015 - Commossi sul web
31-01-2015 - Calais, le violenze della polizia francese sui profughi che sognano l'Inghilterra
31-01-2015 - Il nonno antiborseggi sui bus: "Ne ho presi trecento"
31-01-2015 - Te lo mando a dire con un tweet
31-01-2015 - Maturità, seconde materie: latino al classico, tecniche della danza al Coreutico
31-01-2015 - Ombre di camorra sulle primarie del Pd, inchiesta su Ercolano
30-01-2015 - I dubbi di Lynsey, madre e fotoreporter
30-01-2015 - Malattie reumatiche, in Italia oltre 370 mila pazienti
30-01-2015 - 'Ndrangheta a Roma, si nascondeva in un bunker: arrestato il latitante Mollica
30-01-2015 - L'rc auto: l'auto a metano ha un conto più salato
30-01-2015 - Tsipras chiede "tempo per riforme più ampie". Parte la trattativa con la Ue
30-01-2015 - Elezioni Parma 2012, i dubbi della cosca: "Sostenere Pd o Pdl?"
29-01-2015 - Blitz antidroga, c'è anche la "Dama bianca"
29-01-2015 - Madame le Rabbin, fede senza testosterone
29-01-2015 - "Rewind", un romanzo sul passato che condiziona il futuro
29-01-2015 - Furti in casa, le sentinelle di WhatsApp
29-01-2015 - Pavia, è morta in ospedale la donna segregata in casa: pesava poco più di venti chili
28-01-2015 - Sanità, ecco i nuovi Lea: entrano epidurale, Pma, screening neonatali e Ict per i disabili
28-01-2015 - Se anche a scuola vince il più forte
28-01-2015 - Pirellone, passa la legge 'anti moschee': regole più rigide e telecamere obbligatorie
28-01-2015 - L'Europa mette a confronto i sistemi sanitari. Vince l'Olanda, Italia al 21° posto
28-01-2015 - Guerriglia a Cremona, Frankie hi-nrg bacchetta i 99 Posse: "Sbagliato l'occhio per occhio"
28-01-2015 - Rimini, fioraio evade 2,6 milioni di euro
28-01-2015 - Scomparso dal Canada nove mesi fa e rintracciato sull'Appennino bolognese grazie al web
27-01-2015 - Tumori femminili, quello al polmone uccide più di quello al seno
27-01-2015 - Iit, retromarcia del governo: no al 'brevettificio'
27-01-2015 - Melissa P sull'isola senza pregiudizi
27-01-2015 - "Siete grasse, andate a sciare": condannato a 9 mesi per maltrattamenti alle figlie
27-01-2015 - Il superlatitante al citofono, così il boss Zagaria comunicava con i fedelissimi



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy