FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Francia, treno travo...8
2 Campidoglio, approva...6
3 Trentamila supplenti...6
4 A Roma concerto-omag...6
5 Premio Giustolisi a ...5
6 Somalia, attacco kam...5
7 Al Festival è la ser...5
8 Chiude il campionato...5
9 Oscar, 'A Ciambra' e...4
10 Stato-mafia, l?atto ...4
11 Foggia, violenza ses...4
12 Borse caute in vista...4
13 Venerdì nero dei cie...4
14 Blitz della Dia, nel...4
15 Ostia, filmato mentr...4
16 Terrorismo, anche un...4
17 Novara, ambulanza ru...4
18 Biotestamento al rus...4
19 Running di sabato in...4
20 La corsa delle pensi...4
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 05 febbraio 2012 ore 13:13 - Visite 264
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


2011, un anno record per furti, rapine e borseggi



UN DILAGARE di rapine a mano armata negli appartamenti. E un esercito di scippatori e borseggiatori in strada a minacciare la sicurezza pubblica. La criminalità in Italia sta vivendo una svolta. Nel 2011, dopo anni di calo costante, c'è stata un'impennata a sorpresa dei reati contro il patrimonio, aumentati del 15 per cento rispetto al 2010.

Per le rapine nelle abitazioni è un vero quanto allarmante boom: sono cresciute del 28 per cento in pochi mesi. Un'inversione di tendenza che spiazza i sociologi e preoccupa tutte le forze di polizia. A documentarlo sono i dati riservati che le prefetture di tutta Italia stanno inviando al Dipartimento di pubblica sicurezza del Viminale, e che Repubblica è in grado di anticipare.

I furti in appartamento sono cresciuti nell'ultimo anno del 15 per cento, così come le rapine e i borseggi. Gli omicidi sono  "stabili": 610 casi nel 2011. Aumenta invece il peso degli stranieri nella contabilità criminale. La percentuale degli immigrati senza permesso di soggiorno nel totale delle denunce per reati legati alla droga è arrivata a 34.5 per cento. Un record, non è mai stata così alta.

Sono numeri ricavati dalle denunce presentate a Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza. Sono provvisori, perché ancora non tutti gli uffici hanno provveduto a inviare le statistiche. Ma chi li sta raccogliendo prevede che quelli definitivi sulle rapine e i furti saranno corretti al rialzo, intorno al 18-19 per cento. Abbastanza per parlare
di emergenza sicurezza.

Emergenza che i recenti casi di cronaca nera avevano fatto solo intuire. Per esempio il duplice omicidio a scopo di rapina del commerciante cinese e della figlioletta di pochi mesi, avvenuto a Roma qualche settimana fa. O lo scippo con aggressione di sei giorni fa in centro a Milano, di cui è stata vittima una imprenditrice che girava in bicicletta. Episodi che hanno fatto rumore, ripresi da tutti i telegiornali.

Ma è sfogliando le cronache locali che si ha la percezione della paura e del disagio vissuto da chi vive lontano dall'attenzione delle telecamere, negli angoli meno esposti della provincia italiana. Rapine in villa, aggressioni ai proprietari, il crimine che entra in casa e terrorizza. E poi scippi e borseggi subiti in pieno giorno, furti con scasso. Cioè le varie forme in cui si declina il reato predatorio contro la ricchezza.

Un incremento come quello del 2011 non si verificava dal triennio 2004-2007, ma allora la fase espansiva era stata più graduale. A determinare quell'impennata avevano contribuito solo una parte di reati: i borseggi, i furti di automobili e nei negozi. Quelli commessi in appartamento e gli scippi in realtà erano in costante diminuzione.

Nel 2009, come si legge nell'ultimo Rapporto sulla Criminalità e la sicurezza in Italia, le denunce di furto erano 2500 ogni 100 mila abitanti. Lo stesso trend per le rapine, in netta flessione negli ultimi venti anni, eccezion fatta per il picco del 2007 (90 casi ogni 100 mila abitanti, 18 volte di più rispetto al 1970). Dopo quell'anno nero, erano crollate e sembravano destinate a diminuire.

I sociologi sono i primi ad essere sorpresi dall'impennata del 2011. Una prima spiegazione la azzarda il sociologo Marzio Barbagli in questa pagina. Sarebbe colpa della crisi economica, entrata negli ultimi dodici mesi nella fase più aggressiva, con licenziamenti in aumento e sempre più giovani tenuti ai margini del mercato del lavoro.

Un periodo in cui, politicamente, si sono sovrapposte la fase decadente dell'ultimo governo Berlusconi e l'ingresso del tecnico Mario Monti. E nel quale si assiste all'oggettiva difficoltà delle forze dell'ordine, che da mesi denunciano carenza di mezzi e strutture. Anche per questo la crisi ha dispiegato i suoi effetti più oscuri e criminali.

Origine: Repubblica

16-12-2017 - Foggia, arrestato alla stazione cittadino algerino accusato di terrorismo
16-12-2017 - I carabinieri sequestrano sei sale della Reggia di Caserta
16-12-2017 - Anziani coniugi uccisi a Viterbo, fermato il figlio: era a Ventimiglia
16-12-2017 - Fermati madre e figlio per la morte dell'ex calciatore milanese La Rosa: ucciso per 38mila euro
16-12-2017 - Trattativa Stato-mafia, la requisitoria: "Dell'Utri opzione politica individuata da Riina"
16-12-2017 - Secondary ticketing, a Milano chiesto il processo: "Truffa e aggiotaggio su biglietti online dei concerti"
16-12-2017 - Strage piazza della Loggia, martedì Tramonte sarà estradato dal Portogallo
16-12-2017 - Aspiranti giudici in minigonna, il pg della Cassazione: "La scuola di Bellomo in stile Scientology"
16-12-2017 - Tempio Pausania, falsi e abusi dei giudici per speculare su ville all'asta
16-12-2017 - Molotov contro commissariato di polizia in Prati
15-12-2017 - Campidoglio, approvata la mozione M5S: "No all'esilio, torni Ovidio"
15-12-2017 - Caso Guerrina, pena ridotta in appello per Padre Graziano: condannato a 25 anni
15-12-2017 - La rapina, poi il riconoscimento: la confessione dell'omicida di Ramacca
15-12-2017 - Cosenza, schiaffi e strattoni ai bambini: sospese due maestre
15-12-2017 - Stato-mafia, l?atto d?accusa della procura. ?Ecco i rapporti fra i boss e le istituzioni?
15-12-2017 - Premio Giustolisi a due giornaliste per inchieste sul traffico di migranti e sulla Sacra Corona Unita
15-12-2017 - Foggia, violenza sessuale sulla figlia davanti alla nipotina di 7 anni: arrestato 48enne
14-12-2017 - Concorsi per magistrati 2018, caos alle porte
14-12-2017 - Milano, in carcere per una rapina: ventenne si suicida a San Vittore
14-12-2017 - Catania, due donne uccise in casa per rapina. Fermato trentenne: incastrato dalle telecamere
14-12-2017 - Prestiti: gli italiani danno ad amici e parenti 800 milioni di euro ogni mese
14-12-2017 - Delitto di Arce, indagato un altro carabiniere per la morte di Serena Mollicone
14-12-2017 - Brescia, uccise un ladro: condannato a 9 anni e 4 mesi
14-12-2017 - Caldaie rotte, bambini a casa. Così il gelo chiude le scuole italiane
14-12-2017 - Blitz della Dia, nel mirino le donne di Michele Zagaria: un virus nella chat per intercettare il clan
14-12-2017 - Chemio in dose killer, confermata la condanna per il primario. Ridotte le pene per specializzandi e infermieri
14-12-2017 - Terrorismo, anche un "like" a video Isis è un indizio di colpevolezza
13-12-2017 - Denunciato dal figlio (40enne) rifiutato: padre condannato a risarcire un danno di 20 mila euro
13-12-2017 - Nardò, le ruspe abbattono l'ecomostro degli sprechi: sede del municipio non fu mai completata
13-12-2017 - Maltempo, in Emilia fiume rompe gli argini: paese evacuato. Circolazione difficile e tanti disagi



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy