FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 Il Partito del premi...72
2 Regionali, l'astensi...41
3 Usa: 12enne nero arm...39
4 G8, Cassazione: "A B...39
5 Genova, rissa tra ba...32
6 Milano, perde il bim...30
7  Driver minacciati, ...30
8 Napoli-Cagliari 3-3...29
9 Svizzera, cercasi tr...28
10 Milano, Brega Masson...27
11 L'agricoltura si rin...27
12 Duello continuo Renz...27
13 Terremoto in Giappon...27
14 Papa: "Momento diffi...26
15 Vine, quei sei secon...24
16 Ecco la riforma dell...23
17 Udinese, Guidolin: "...22
18 Pillola dei 5 giorni...21
19 L'albergo folle di P...21
20 Milano, un Blackberr...19
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 02 febbraio 2012 ore 01:52 - Visite 105
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Bat Italia, inammissibile class action "Chi fuma, sa cosa rischia"



Bat Italia, inammissibile class action    ROMA - Se un fumatore decide liberamente di fumare, conoscendo i pericoli a cui va incontro, non può rivalersi sull'azienda produttrice di sigarette per i danni riportati. È questa una delle motivazioni con le quali la Corte d'appello di Roma ha confermato l'inammisibilità della class action proposta dal Codacons nei confronti di British american tobacco Italia (Bat). La Corte ha respinto l'appello presentato dall'associazione dei consumatori contro quanto stabilito in precedenza dal Tribunale di Roma. A determinare la decisione, si legge nel documento diffuso dalla Bat, anche le differenti situazioni in cui si trovano i tre fumatori rappresentati dal Codacons.

Le motivazioni della Corte. "In data odierna - si legge in una nota di Bat - la terza Sezione civile della Corte d'appello di Roma ha respinto il ricorso del Codacons contro la precedente pronuncia del Tribunale di Roma che, lo scorso 11 aprile, aveva dichiarato inammissibile la class action proposta dal Codacons nei confronti di British american tobacco Italia (Bat Italia) per il preteso danno da dipendenza che avrebbero subìto i fumatori di sigarette".

La decisione della Corte d'appello, prosegue il comunicato, "ha evidenziato come i diritti dei tre fumatori a tutela dei quali è stata proposta la class action non presentino il carattere della identità, requisito necessario ai fini dell'ammissibilità dell'azione stessa". In altri termini, riferisce Bat, "la corte ha ritenuto che i tre fumatori
rappresentati dal Codacons presentassero situazioni di fatto e di diritto tra loro differenti e tali da non poter essere trattate congiuntamente".

Tra le considerazioni che hanno indotto il collegio a dichiarare manifestamente infondata la domanda proposta dal Codacons, prosegue la nota, c'è anche quella secondo cui "se il fumatore sceglie liberamente di fumare nella consapevolezza dei pericoli che corre, ivi compreso quello dell'assuefazione e della dipendenza, non può dolersi dei danni che per tale via riceve, giacchè, in definitiva, sceglie volontariamente di procurarseli". Bat Italia, nel accogliere favorevolmente l'odierna decisione della Corte d'appello, "rileva come questa confermi l'orientamento dei tribunali italiani in materia".
 

Origine: Repubblica

24-11-2014 - Vigevano, sfregia la moglie con un coltello per non farla più uscire da casa: denunciato
24-11-2014 - "Non parlate del rischio tumori". Il manuale per i dirigenti Eternit benedetto da Schmidheiny
24-11-2014 - Vilipendio del capo dello Stato, sei mesi a Storace. "Solo io condannato per questo reato"
24-11-2014 - Sgombero al Corvetto, ha perso il bimbo la donna incinta coinvolta negli scontri
24-11-2014 - Milano, perde il bimbo dopo gli scontri al Corvetto: la Procura ordina l'autopsia sul feto
24-11-2014 - Milano, blackout nella notte al San Raffaele: l'intero ospedale al buio per quattro ore
24-11-2014 - Genova, rissa tra bande fuori dalla discoteca, ucciso un ragazzo
24-11-2014 - Frana la strada, precipita con l'auto nel burrone
24-11-2014 - Spari in strada a Tor Bella Monaca, gambizzato un uomo
24-11-2014 - Lite per una sigaretta fuori da una discoteca a Roma, accoltellati due studenti
24-11-2014 - Milano, un Blackberry violato col raggio laser ha incastrato i killer di via Muratori
24-11-2014 - Tragedia al campus di Fisciano, studentessa investita e uccisa
24-11-2014 - Nuda sul cornicione di un palazzo a Roma, scappava da uno stupro
24-11-2014 - "Patti tra Servizi e mafia già negli anni 70". Nelle carte top secret anche il nome di Mori
24-11-2014 - Droga dalla Colombia, 800mila euro al mese per banda di trafficanti protetta dalla security
23-11-2014 - Catania, la mafia in affari con Matacena per i traghetti: 23 arresti
23-11-2014 - La Cassazione: "Giudizio sul disastro Eternit, non sui morti". Chiusa l'inchiesta-bis per omicidio. Renzi: "Prescrizione incubo, la cambierò"
23-11-2014 - Nestlè-Perugina, rientra il licenziamento della dipendente per un post su Facebook
23-11-2014 - Abitare dentro Villa Ada: l'affitto è di dieci euro al mese
22-11-2014 - Eliseo, sfratto eseguito. Il direttore: costretti a licenziare. Braccio di ferro con Luca Barbareschi
22-11-2014 - Giornata della memoria delle vittime di transfobia, candele accese in tutt?Italia
21-11-2014 - Mafia, operazione contro il clan Messina Denaro: 16 arresti
21-11-2014 - Latte in polvere, arrestati 12 pediatri
21-11-2014 - Brescia, uccide il figlio 40enne con una martellata in testa e una coltellata alla pancia
21-11-2014 - Carceri, detenuto suicida in cella a Como. Il Sappe: "Terzo caso in città nel giro di 2 mesi"
20-11-2014 - Birmingham, giovane aquilano ucciso a coltellate. Appena assunto al Casinò
20-11-2014 - Femminicidio, 2013 anno nero: "Ogni due giorni uccisa una donna"
20-11-2014 - Minorenne rinnega la madre che si è pentita: "Sei un'infame"
20-11-2014 - Vuoti gli archivi segreti delle stragi, Minniti: "Ma quelle carte aiutano a leggere la nostra storia"
20-11-2014 - Nestlè-Perugina, licenziata per un post su Facebook. L'azienda: minata l'autorevolezza di chi fa rispettare le regole



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy