FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 G8, Cassazione: "A B...103
2 Recordati investe 17...39
3 Il Governo su Mambro...17
4 Blog di Grillo mai c...17
5 La Camera dà il via ...16
6 L'Authority: ?Vigili...15
7 Napoli batte Sassuol...13
8 Banda larga, il pian...12
9 Falso in bilancio, l...11
10 Caserta, uccide due ...9
11 Il Campidoglio: "Tra...9
12 Le manipolazioni sui...8
13 Nuova Audi R88
14 E' morto Gigi Vesign...8
15 Scuola, domani in co...8
16 Aperto e subito rinv...8
17 Trenitalia amplia i ...8
18 Elettricità, con la ...8
19 Chiedilo all'esperta...8
20 Ecoreati, governo ba...7
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 20 ottobre 2011 ore 07:16 - Visite 87
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Sarkozy vola a Francoforte per la Merkel Le Borse scommettono sull'intesa



Sarkozy vola a Francoforte per la Merkel Le Borse scommettono sull'intesaMILANO - Sulle Borse europee tornano gli acquisti grazie alle indiscrezioni, riportate dal quotidiano inglese Guardian, secondo cui Francia e Germania avrebbero raggiunto un accordo per incrementare la dotazione del fondo di salvataggio della zona euro (Efsf) a 2.000 miliardi di euro, dagli attuali 440 miliardi. I due Paesi sarebbero anche orientanti a portare al 9% la soglia del core tier 1 delle banche. Nel pomeriggio, poi, il presidente francese, Nicolas Sarkozy, è volato a Francoforte per incontrare il cancelliere Angela Merkel. L'obiettivo è quello di presentarsi al summit di domenica con un accordo pronto.

I mercati ci credono. Soprattutto Milano, spinta dai dati Istat su ordini e fatturato industriale, e dai finanziari, accelera fino a guadagnare in chiusura il 2,02%, Francoforte lo 0,41%, Parigi lo 0,32% e Londra lo 0,68%. Anche perché il meeting di Francoforte, per quanto informale, è di altissimo livello. Partecipano i ministri delle finanze di Germania e Francia, Wolfgang Schaeuble e Francois Baroin, la direttrice del Fmi, Christine Lagarde, il presidente del Consiglio Ue Herman Van Rompuy, il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, Jean-Claude Trichet e Mario Draghi, presidente uscente ed entrante della Bce.

Wall Street a metà pomeriggio viaggia con gli indici intorno alla parità (il Dow Jones però ha
azzerato le perdite da inizio anno) e pesa soprattutto il calo di Apple (-3,9%) con una trimestrale inferiore alle attese. Il petrolio Wti, invece, comincia la seduta in leggero rialzo sulla spinta dei dati macro sull'avvio di nuovi cantieri e sui prezzi al consumo, migliori delle previsioni. In attesa delle indicazioni del dipartimento all'energia sugli stock di petrolio, benzina e distillati, i future sul greggio con scadenza a novembre hanno aperto a 88,75 dollari al barile, in rialzo di 41 centesimi.

Dagli Stati Uniti sono giunti segnali contrastanti sul fronte macro. Da una parte l'inflazione è cresciuta solo dello 0,3%, in linea con le attese degli analisti e le speranze della Federal Reserve. Dall'altra il numero di permessi per costuire nuovi edifici, un indicatore dell'andamento futuro del mercato delle costruzioni ha toccato i livelli minimi da cinque mesi a questa parte.
 
In mattinata avevano chiuso in territorio positivo anche le Piazze asiatiche con Tokyo che aveva guadanato lo 0,3%.

La notizia positiva di un eventuale accordo fra Parigi e Berlino sembra aver cancellato gli effetti negativi sul mercato della bocciatura della Spagna da parte di Moody's. L'agenzia di rating ha tagliato di due notch - da 'AA2' ad 'A1' - con un outlook negativo che riflette "rischi di uteriore escalation della crisi della zona euro".

Meno di 24 ore prima la stessa Moody's aveva lanciato un monito sulla Francia, mettendone di fatto in discussione il giudizio di tripla "A" e innescando un'ondata di vendite sui titoli di Stato francesi. Standard & Poor's è invece intervenuta ieri a mercati chiusi tagliando il rating di sette banche italiane, che non erano state incluse nella prima tornata di revisioni contestuali al declassamento del debito sovrano. L'agenzia parla di un ulteriore deterioramento dello scenario in cui operano gli istituti di credito e di costi crescenti per le attività di raccolta.
 

Origine: Repubblica

04-03-2015 - Qualità della vita, Vienna la migliore. Milano tallona Londra
04-03-2015 - Fisco, un nuovo accordo per l'Italia: cade il segreto a Monaco
04-03-2015 - Buoni pasto elettronici: c'è l'accordo per il Pos unico
04-03-2015 - Italia in recessione, il debito sale ai massimi dal 1995
04-03-2015 - Pioggia di rialzi alla pompa di benzina. Scioperi dei distributori in autostrada
04-03-2015 - Cala a sorpresa la disoccupazione: 12,6% a gennaio
04-03-2015 - Addio Berlusconi, Mediolanum si mangia il Biscione
04-03-2015 - Startup, grazie al Mise tornano in gioco le banche
04-03-2015 - Auto, Spagna ancora di corsa con gli incentivi. Bene anche la Francia
04-03-2015 - La Camera dà il via libera definitivo al decreto Ilva
04-03-2015 - Poletti, nella Stabilità si tornerà a parlare di pensioni
04-03-2015 - Trani, altre accuse contro S&P: nel mirino il derivato di Morgan Stanley
04-03-2015 - Rcs, cda su cessione Libri aggiornato a venerdì
04-03-2015 - Le manipolazioni sui cambi portano Barclays in rosso: tagli ai bonus
04-03-2015 - Marchionne, holding estera per Ferrari. "Pagheremo le tasse in Italia"
04-03-2015 - L'Europa rimbalza prima del Quantitative easing, euro vicino alla parità con il dollaro
04-03-2015 - Carige, con l'uscita di La Monica cala il sipario sull'era Berneschi
04-03-2015 - Fondazioni, nuove regole per mollare la presa sulle banche
04-03-2015 - Trenitalia amplia i bonus per i ritardi delle Frecce
04-03-2015 - Madrid: "Nuovi aiuti per 30-50 mld per salvare la Grecia dalla crisi"
03-03-2015 - Banda larga, il piano da 6 miliardi al Consiglio dei Ministri
03-03-2015 - Abertis chiude per le torri Wind: 693 mln per 7.377 antenne
03-03-2015 - Cgia: possibili 8mila assunzioni nel trimestre con il Jobs Act
03-03-2015 - Pensioni, i sindacati chiedono un incontro a Poletti sulla riforma Fornero
03-03-2015 - Costruzioni ancora in crisi, Confartigianato chiede la scossa
03-03-2015 - Nasdaq al top dal 2000, torna la bolla Internet. I mercati aspettano il Qe
03-03-2015 - Carige: boom in Borsa (+10%) con l'ingresso dei Malacalza
02-03-2015 - Quote latte, multa in arrivo per l'Italia. Martina: "Salvini chieda scusa"
02-03-2015 - Il sondaggio di Repubblica.it: 8 su 10 sono favorevoli al piano per la Grecia
02-03-2015 - La guerra russo-ucraina azzoppa il Made in Italy



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy