FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Chiude il campionato...53
2 Addio all'attrice An...31
3 Il prof, l'alunno, l...31
4 Da Kandinsky a Pollo...27
5 "Eravamo bambini", i...26
6 G8, Cassazione: "A B...26
7 Traffico in tempo re...25
8 Il Far East Festival...25
9 "Da Vinci's Demon", ...20
10 In festa per il Reco...19
11 Giovedì sera in dire...18
12 Piazza Affari vola a...18
13 Morto il musicista R...18
14 Grande Gatsby, guerr...17
15 "Piuttosto che", pri...16
16 A Roma concerto-omag...16
17 Opera, che passione:...15
18 Nfl, impresa Rodgers...15
19 Florida, 4 casi di Z...15
20 Dai correttori di bo...15
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 20 ottobre 2011 ore 07:16 - Visite 108
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Sarkozy vola a Francoforte per la Merkel Le Borse scommettono sull'intesa



MILANO - Sulle Borse europee tornano gli acquisti grazie alle indiscrezioni, riportate dal quotidiano inglese Guardian, secondo cui Francia e Germania avrebbero raggiunto un accordo per incrementare la dotazione del fondo di salvataggio della zona euro (Efsf) a 2.000 miliardi di euro, dagli attuali 440 miliardi. I due Paesi sarebbero anche orientanti a portare al 9% la soglia del core tier 1 delle banche. Nel pomeriggio, poi, il presidente francese, Nicolas Sarkozy, è volato a Francoforte per incontrare il cancelliere Angela Merkel. L'obiettivo è quello di presentarsi al summit di domenica con un accordo pronto.

I mercati ci credono. Soprattutto Milano, spinta dai dati Istat su ordini e fatturato industriale, e dai finanziari, accelera fino a guadagnare in chiusura il 2,02%, Francoforte lo 0,41%, Parigi lo 0,32% e Londra lo 0,68%. Anche perché il meeting di Francoforte, per quanto informale, è di altissimo livello. Partecipano i ministri delle finanze di Germania e Francia, Wolfgang Schaeuble e Francois Baroin, la direttrice del Fmi, Christine Lagarde, il presidente del Consiglio Ue Herman Van Rompuy, il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, Jean-Claude Trichet e Mario Draghi, presidente uscente ed entrante della Bce.

Wall Street a metà pomeriggio viaggia con gli indici intorno alla parità (il Dow Jones però ha
azzerato le perdite da inizio anno) e pesa soprattutto il calo di Apple (-3,9%) con una trimestrale inferiore alle attese. Il petrolio Wti, invece, comincia la seduta in leggero rialzo sulla spinta dei dati macro sull'avvio di nuovi cantieri e sui prezzi al consumo, migliori delle previsioni. In attesa delle indicazioni del dipartimento all'energia sugli stock di petrolio, benzina e distillati, i future sul greggio con scadenza a novembre hanno aperto a 88,75 dollari al barile, in rialzo di 41 centesimi.

Dagli Stati Uniti sono giunti segnali contrastanti sul fronte macro. Da una parte l'inflazione è cresciuta solo dello 0,3%, in linea con le attese degli analisti e le speranze della Federal Reserve. Dall'altra il numero di permessi per costuire nuovi edifici, un indicatore dell'andamento futuro del mercato delle costruzioni ha toccato i livelli minimi da cinque mesi a questa parte.
 
In mattinata avevano chiuso in territorio positivo anche le Piazze asiatiche con Tokyo che aveva guadanato lo 0,3%.

La notizia positiva di un eventuale accordo fra Parigi e Berlino sembra aver cancellato gli effetti negativi sul mercato della bocciatura della Spagna da parte di Moody's. L'agenzia di rating ha tagliato di due notch - da 'AA2' ad 'A1' - con un outlook negativo che riflette "rischi di uteriore escalation della crisi della zona euro".

Meno di 24 ore prima la stessa Moody's aveva lanciato un monito sulla Francia, mettendone di fatto in discussione il giudizio di tripla "A" e innescando un'ondata di vendite sui titoli di Stato francesi. Standard & Poor's è invece intervenuta ieri a mercati chiusi tagliando il rating di sette banche italiane, che non erano state incluse nella prima tornata di revisioni contestuali al declassamento del debito sovrano. L'agenzia parla di un ulteriore deterioramento dello scenario in cui operano gli istituti di credito e di costi crescenti per le attività di raccolta.
 

Origine: Repubblica

28-02-2017 - Almaviva, la protesta dei lavoratori
28-02-2017 - Davos tra sicurezza e spettacolo: barriere contro i tir e Shakira
28-02-2017 - Pirelli si racconta: cento scatti per 140 anni di storia
28-02-2017 - Sorpresa dalla crescita: quota +1% è vicina. Ma la politica rischia ancora di frenare l'Italia
28-02-2017 - La Svezia ride di Trump, la Norvegia con lui: dividendo da 53 miliardi grazie al rally azionario
28-02-2017 - Rai, con il taglio degli stipendi risparmierà 1,7 milioni
28-02-2017 - Italiani e Fisco, liti per 32 miliardi di euro. Il governo apre alla rottamazione
28-02-2017 - Pa, in arrivo un pacchetto da duemila assunzioni
28-02-2017 - Voucher, l'attacco della Cgil: "50 cent all'Inps come l'aggio di Equitalia"
28-02-2017 - Auto elettrica, cobalto sempre più scarso e costoso: a rischio la produzione di batterie
28-02-2017 - Dopo il Dieselgate, Volkswagen torna in utile
28-02-2017 - Bolloré, il re di denari nel mirino della procura
28-02-2017 - L'inflazione corre più del previsto: a febbraio +1,5% annuo
28-02-2017 - Espresso, il 2016 si è chiuso in utile per 10,4 milioni
28-02-2017 - Lse non vuole mollare l'Italia: verso lo stop alla fusione con Deutsche Boerse
28-02-2017 - Buffett attacca i fondi speculativi e raddoppia la quota in Apple
28-02-2017 - Palme in Duomo, l'ad di Starbucks: "Stupiti dalle polemiche, volevamo fare un regalo a Milano"
28-02-2017 - I referendum azzoppano il Jobs Act
28-02-2017 - L'articolo 18 evita la prova del referendum. Ma si vota su voucher e appalti
28-02-2017 - Unicredit chiude l'aumento: vendita-lampo dei diritti inoptati
28-02-2017 - Boeri: "Cambiare i voucher ma non cancellarli. Cgil ipocrita, li usa in gran quantità"
28-02-2017 - Debito e deficit, il tramonto delle regole Ue: il più delle volte sono violate
28-02-2017 - Commercio extra Ue, balzo dell'export a gennaio
28-02-2017 - Se anche le sfilate di New York diventano una questione di colore
28-02-2017 - Panasonic ai dipendenti: "Lavorate di meno, vietato fermarsi oltre le otto di sera"
28-02-2017 - "Commercio, crisi che non si ferma": le famiglie hanno tagliato 300 euro di spese dal 2010
28-02-2017 - Voucher, anche i Comuni tra quelli che li usano di più
28-02-2017 - Derivati, Padoan: "A fine 2016 valore di mercato di 37,8 miliardi"
28-02-2017 - La nuova via della seta, Grasso: "L'Italia faccia da ponte tra la Cina e l'Europa"
28-02-2017 - Industria, balzo del fatturato a dicembre: +2,6% rispetto a novembre



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy