FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 G8, Cassazione: "A B...59
2 Basta aperture no-st...46
3 Grecia, ucciso un ti...23
4 Protesta contro le a...22
5 Link di Amazon sul W...21
6 Un film sulla solitu...20
7 Inter-Cagliari 0-1 ...20
8 Ebola, il Papa: "Non...19
9 Ilva, via libera dal...18
10 Garlasco, il legale ...17
11 La lettura? Un eserc...17
12 Confcommercio: bonus...15
13 Il ragazzo con la pi...14
14 Nuovo anno al via se...14
15 Renzi sprona l'Itali...13
16 "Figli del jihad": i...13
17 Bankitalia, i rispar...12
18 Stimolazioni elettri...11
19 Tempi della giustizi...11
20 Contro la crudeltà d...11
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 25 agosto 2011 ore 11:26 - Visite 722
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Il Pdl: "Le pensioni non restano fuori" Sciopero, Camusso contro Cisl e Uil



Il Pdl: RIMINI - "Qualsiasi aumento delle tasse avrà un impatto sulle aiuto e sui consumi". Così, arrivando al meeting di Rimini di Comunione e Liberazione, l'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, ha replicato a chi gli chiedeva se un possibile aumento dell'Iva - una delle ipotesi al vaglio per la manovra economica - possa avere effetti su un mercato dell'auto apparso non troppo brillante nelle ultime settimane.

Riguardo alla proposta lanciata da Luca Cordero di Montezemolo sulla patrimoniale per i più ricchi, l'ad del Lingotto ha detto: "Io sono disposto a fare qualsiasi cosa per aiutare, se l'obiettivo è chiaro".

Marchionne si schiera anche a favore degli eurobond: "Sono l'unica soluzione che l'Europa ha a disposizione per uscire dalla crisi dei debiti pubblici che la sta colpendo". A margine del meeting di Rimini, Marchionne ha sottolineato: "Non credo che ci siano altre soluzioni al problema. È un discorso complicato, ma credo che se non c'è una condivisione di rischi non so come si possa andare avanti".

Camusso: "Cisl e Uil subiscono il fascino del governo". Intanto, sulla manovra, cresce la polemica tra la Cgil, da un lato, e governo, Cisl e Uil dall'altro. Senza attendere i tempi della discussione parlamentare, il sindacato ha proclamato uno sciopero generale per il 6 settembre. E al ministro Sacconi, che ha ieri ha parlato di scelta irresponsabile, risponde direttamente Susanna Camusso, ribaltando le
stesse accuse contro il governo. Parlando a Roma in piazza di fronte al Senato - è in corso un presidio indetto dalla Cgil contro la manovra - la leader della Cgil denuncia lo "spettacolo patetico di chi per tre anni ha negato la crisi", e gli "accordi avvilenti" con il governo che ad agosto "non ha ascoltato le parti e cercava di convincerci ancora che non ci sono problemi. Lascio a voi giudicare - dice - chi è irresponsabile in questo paese". 

A John Elkann, presidente della Fiat che ha bocciato lo sciopero, chiede un gesto nobile: la richiesta al Parlamento della cancellazione della norma sul lavoro (articolo 8) definendola "retroattiva e anticostituzionale".  Quanto alle dichiarazioni del presidente della Fiat che ha detto che non parteciperà allo sciopero del 6 settembre, il numero uno del sindacato ha risposto ironicamente: "Sarebbe una stranezza se partecipasse ai nostri cortei".

Camusso bacchetta anche Cisl e Uil, che "stanno subendo il fascino di questo governo e pensano poco a come cambiare questa manovra". Fatto salvo il rispetto per le due grandi organizzazioni e per i lavoratori che rappresentano, la leader della Cgil si chiede "se di fronte ad una manovra che rompe la coesione sociale non sarebbe invece interesse di tutti provare ad interloquire con il disagio" .

Bersani: "Autunno pesante, tavolo di confronto su crisi". Dal Pd, Pierluigi Bersani avverte che "sarà un autunno pesante". Incontrando le parti sociali - cui propone l'apertura di un tavolo di confronto anche in autunno - per illustrare la contromanovra del partito democratico, il segretario si è detto preoccupato per l'impatto della manovra del governo sul 2012-2014, "fortemente recessivo e tale da scompaginare le tutele sociali".

Non convincono il Pd "i molti miliardi affidati a una fantomatica delega fiscale e assistenziale". Perplessità anche "sull'aumento dell'Iva", mentre un altro punto da chiarire è quello relativo "ai 55 miliardi previsti nella manovra 2013-2014. Il pareggio ne richiede 40 miliardi. Noi vogliamo impegnarci a mantenere i saldi ma c'è da discutere", ha detto Bersani, che ha ribadito le proposte sui "risparmi veri per politica e Pubblica Amministrazione, il riequilibrio dei sacrifici e misure che stimolino l'economia".

Ancora tensione nella maggioranza. Mentre la manovra bis che dovrebbe mettere al sicuro i conti pubblici italiani è arrivata al Senato, continuano le tensioni nella maggioranza e sulle modifiche al testo Lega e Pdl sono ancora molto distanti. Sulla manovra il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, si è detto molto critico, perché "penalizza gli enti molto virtuosi a partire dalla Lombardia mentre dà solo una spolveratina allo Stato che rappresenta il grande Moloch".

Oggi Formigoni incontra il segretario del Pdl Alfano, che arrivando anche lui a Rimini assicura:  "Noi partiamo da una certezza: la manovra sarà approvata nei saldi previsti dal decreto". Il segretario si dice ottimista sull'iter della manovra: "ci sono tante ipotesi sul campo, abbiamo un mese per trovare la soluzione migliore. Io - rileva Alfano - posso già dire che al termine dell'esame della manovra la coalizione tra Pdl e Lega uscirà rafforzata ed ulteriormente solida per dare stabilità e riforme al nostro Paese. Alla fine saremo ancora più solidi come coalizione in Parlamento. Noi abbiamo fatto e faremo delle proposte e la Lega farà altrettanto, come si conviene tra alleati seri e che si rispettano. Poi troveremo una sintesi comune".

"Silvio Berlusconi", assicura Alfano, "è già al lavoro con alcune idee importanti per migliorare la manovra". In ogni caso "il senso complessivo deve essere quello di una legge che incide sul bilancio pubblico in senso equo con un criterio di giustizia sociale che deve emergere con chiarezza da questa iniziativa del governo che avrà riscontro il Parlamento".

 

Origine: Repubblica

30-09-2014 - Terrorismo, Alfano: "Allarme elevato". Sono 48 i combattenti passati per l'Italia
30-09-2014 - Rete imprese: "Impensabile anticipare il Tfr in busta paga"
30-09-2014 - Jobs act, sì da direzione Pd. Minoranza divisa. Renzi: "Pronto a confronto con i sindacati"
30-09-2014 - Lavoro, nel Pd D'Alema e Bersani attaccano Renzi
30-09-2014 - Primarie, vince Bonaccini. Renzi: "E' il candidato di tutto il Pd" in Emilia Romagna. Flop affluenza
30-09-2014 - Le Pen fa scuola in Italia, il vento anti-euro rianima la Lega
30-09-2014 - Giustizia, l'Anm a Renzi: "Più rispetto e meno falsità"
29-09-2014 - Lo scenario italiano tra l'articolo 18 e l'allarme di Padoan
29-09-2014 - Il D-Day del Pd sul Jobs Act Renzi: via tutti i contratti precari
29-09-2014 - De Magistris, il giorno dell'ironia: "Ringrazio Putin e Obama"
29-09-2014 - In Usa asse tra Fiat e Renzi. Della Valle attacca premier: "Solo promesse, il suo non è l'unico governo possibile"
29-09-2014 - Napolitano: "Riformare la giustizia lenta e caotica"
29-09-2014 - Cognome, primo 'Sì' alla Camera per la libertà di scelta
29-09-2014 - Così si eleggono le nuove Province: niente urne, votano sindaci e consiglieri
28-09-2014 - Articolo 18 La Cgil pronta allo sciopero
28-09-2014 - Lavoro e articolo 18, Bersani: "No smottamenti a destra". E l'opposizione Pd assedia Renzi
28-09-2014 - Matteo Renzi: "I poteri forti vogliono sostituirmi? Ci provino, ma non mollo, senza il Pd nessuno fa nulla. Via l'articolo 18, è inutile"
28-09-2014 - Renzi: "Italia non è Paese finito, ora pensiamo al futuro"
28-09-2014 - F35, Camera dà ok a mozione Pd per dimezzamento budget
27-09-2014 - Pd, Renzi pronto allo scontro sull'articolo 18
27-09-2014 - Vescovi: "Basta slogan, Renzi ridisegni l'agenda politica"
27-09-2014 - Jobs act, Poletti: "Il governo non cadrà". Boldrini: "L'articolo 18 non è cruciale"
27-09-2014 - Legge elettorale, Boschi: "Approvarla al più presto, ma non vogliamo elezioni"
27-09-2014 - Bonaccini, la Procura chiede l'archiviazione
27-09-2014 - Why Not, De Magistris non molla: "Si dimettano i giudici". Anm: "Parole gravi e offensive"
26-09-2014 - Lavoro, i dem tra negoziato e resa dei conti
25-09-2014 - Bonanni: "Non lascio per l'articolo 18. Ma con Renzi finisce l'autorevolezza del potere politico"
25-09-2014 - Commissione Antimafia approva il nuovo codice etico
25-09-2014 - La svolta di Grillo, ora corteggia la sinistra Pd
25-09-2014 - M5s diviso, a Reggio Calabria il candidato sindaco scelto con le liste bloccate



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy