FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 Il Colle difende la ...11
2 G8, Cassazione: "A B...8
3 Washington, un altro...6
4 Mariti e cuochi on d...6
5 Sblocca Italia, 200 ...5
6 Profughi, un giovane...4
7 Ravenna, ceduta in s...3
8 Più succo nell'aranc...3
9 Sblocca Italia, conc...3
10 Razzismo, il leghist...3
11 Affonda barcone a la...3
12 La generazione post-...3
13 Tra governo e Cgil c...2
14 Sciopero generale la...2
15 Lazio, arrestato per...2
16 A quattro anni va a ...2
17 Il capo dei pm sment...2
18 Stabilità, la letter...2
19 Stress test Bce, nuo...2
20 Via l'oro dalle meda...2
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 17 maggio 2011 ore 00:21 - Visite 176
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Concessione ridotta a 20 anni Fai e Wwf: "C'è l'inganno"



Concessione ridotta a 20 anni Fai e Wwf: ROMA - E' un bene che sia tramontata l'ipotesi del diritto di superficie per 90 anni per le spiagge date in concessione a privati, ma è un altro il rischio nascosto nel decreto sviluppo: scadute le future concessioni, il Demanio sarà costretto a "comprare" le strutture edificate sul suolo pubblico. La denuncia viene da Fai e Wwf a poche ore dalla firma del capo dello Stato sul decreto che contiene le norme sulle nuove concessioni a fini turistici sul litorale demaniale. Il governo, dopo le polemiche dei giorni scorsi, è stato costretto a modificare il termine delle concessioni, riducendo drasticamente a vent'anni la durata di 90 anni inizialmente prevista.

Il diritto di superficie quasi secolare era stato istituito a garanzia della programmazione e della certezza degli investimenti degli operatori privati. Ma quella sorta di concessione "a vita" era stata giudicata dall'Ue "non conforme" alla disciplina del mercato comune, che prevede in casi simili tempi ragionevolmente ridotti, ed aveva sollevato anche le perplessità del Quirinale. Il Colle aveva chiesto che il termine fosse riconsiderato. Così il testo è stato modificato e il termine di 20 anni dovrebbe comparire nell'ultima versione del decreto, la cui pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è attesa per stasera..

Fai e Wwf temono però che questo non basti e chiedono che si ritorni al diritto di concessione oggi in vigore. "L'inghippo - sostengono le due associazioni - della trasformazione del diritto
di concessione in diritto di superficie mette a rischio cementificazione le spiagge. Si vuole infatti separare la proprietà del terreno da quello che viene edificato e questo significa garantire ai privati la proprietà degli immobili, già realizzati o futuri sul demanio marittimo".

Oggi come oggi, questo rischio era escluso perché, tramite la concessione, gli immobili, anche se realizzati da privati, rimanevano in uso per il tempo della concessione, ma erano del demanio. "In concreto - proseguono Fai e Wwf - questo significa che con l'introduzione del diritto di superficie se lo Stato vorrà le spiagge libere da infrastrutture, una volta scaduto il termine dei vent'anni, dovrà pagare ai privati il valore degli immobili realizzati perché questi saranno a tutti gli effetti di loro proprietà e quindi potranno essere venduti o ereditati".
"In via teorica - concludono Wwf e Fai - , anche se poco applicata, lo Stato oggi può revocare le concessioni in caso di violazioni; cosa che non sarà più possibile con il diritto di superficie".

I Verdi, con il presidente Angelo Bonelli, vanno oltre: "E' chiaro a tutti che i 90 anni sono stai usati per nascondere il vero obiettivo che era e purtroppo rimane il diritto di superficie. Il 18 giugno manifesteremo a Ostia, la città dove è stato cementificato il 90% delle spiagge, per dire no a questo decreto vergogna". "Il diritto di superficie - accusa Bonelli - si utilizza infatti per l'edificazione in fondi altrui ovvero pubblici e sarà proprio il diritto all'edificazione, da esso garantito, il vero killer delle spiagge italiane. Diritto di superficie e norme sui distretti turistici 'a burocrazia zero' consentiranno di realizzare qualunque attività e intervento edilizio sulle spiagge". Tra l'altro, dice Bonelli, il Decreto sviluppo lo sostiene espressamente: "Il diritto di superficie - si legge -  si costituisce sulle aree inedificate formate da arenili... Sulle aree già occupate da edificazioni esistenti, aventi qualunque destinazione d'uso in atto alla data di entrata in vigore del presente articolo".

Origine: Repubblica

01-11-2014 - Stato-mafia, ecco la deposizione di Napolitano "Con attentati volevano destabilizzare sistema"
31-10-2014 - Renzi e la sorpresa Gentiloni agli esteri Crisi, dati paradossali
31-10-2014 - C'era una volta ''La Bandiera Rossa'': quella sinistra da Occhetto a Renzi
31-10-2014 - Diffamazione, ecco il bavaglio per i giornali anche online: multe fino a 50 mila euro
31-10-2014 - Napolitano, fiducioso: "Supereremo gli ostacoli alle riforme"
31-10-2014 - Sciopero generale la Cgil sfida Renzi Ministro degli Esteri resta il rebus
31-10-2014 - Unioni civili, l'ostruzionismo di Ncd: "Aspettiamo il testo del governo"
31-10-2014 - Consulta, Violante rinuncia e accusa: "Deriva che offende istituzioni e persone"
31-10-2014 - De Gregorio: "Da me e Berlusconi strategia della 'guerriglia urbana' contro Prodi"
31-10-2014 - Accuse e veleni tra Pd e Cgil, Picierno contro Camusso: "Tessere false e pullman pagati"
31-10-2014 - Scontri, Camusso a Renzi: "Abbassi i manganelli". Alfano alle Camere: "Brutto giorno per tutti"
30-10-2014 - Renzi incontra i lavoratori Vuole evitare l'autunno caldo
30-10-2014 - Tra governo e Cgil clima sempre più teso dopo gli scontri
30-10-2014 - Campidoglio, si dimette il capogruppo del Pd D'Ausilio: "Con Marino rapporto difficile"
30-10-2014 - Mafia, archiviata l'indagine su Schifani
30-10-2014 - Sicilia, Crocetta vara una giunta tecnica: la terza in due anni
30-10-2014 - Consulta, Grillo risponde a Renzi: "Faccia i nomi invece di proporci trattative segrete"
29-10-2014 - Tra Pd e Cgil volano gli stracci La polizia carica gli operai di Terni
29-10-2014 - Jobs act, minoranza Pd in trincea. Renzi: "Sì occupazione, ma non delle fabbriche"
29-10-2014 - Tensioni nel Pd, Sposetti: "Chi vuole la scissione non venga a cercare me"
29-10-2014 - M5s, gli attivisti dicono sì alle unioni gay
29-10-2014 - Comunali, Reggio Calabria torna al centrosinistra. Falcomatà stravince col 60,99% dei voti
29-10-2014 - Via libera della Ue alla Legge di Stabilità Renzi: l'Italia riparte
29-10-2014 - Napolitano: "Sì, nel '93 la mafia ricattò lo Stato ma non ho mai saputo di accordi con i clan"
29-10-2014 - Stato-mafia, Napolitano sentito per tre ore: "Mai saputo di accordi"
28-10-2014 - Napolitano interrogatorio senza risultati
28-10-2014 - Legge stabilità, i sindacati criticano l'incontro con il governo. Camusso: "Surreale"
28-10-2014 - Nel Pd lo spettro della scissione dietro il jobs act
28-10-2014 - Il ri-partito della nazione
28-10-2014 - Pd a rischio scissione, Fassina: "Renzi cerca la rottura ma io non voglio uscire"



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy