FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Chiude il campionato...61
2 Da Kandinsky a Pollo...40
3 Traffico in tempo re...40
4 Senza Partito non c'...38
5 La lunga marcia dei ...38
6 Gino, Rita e la mela...35
7 G8, Cassazione: "A B...35
8 Rispondere alla paur...33
9 Terremoto, la maglia...31
10 Liste d'attesa o scu...31
11 Per gli Obama l'esta...30
12 Abbonamenti di altri...30
13 Capalbio, due ricors...29
14 Guerra tra Mediaset ...29
15 Lago di Garda, scont...29
16 Roma, incendio nel p...28
17 Sicurezza e prevenzi...28
18 Un piano per uccider...27
19 Terremoto, basta cib...27
20 Capossela e Marini: ...26
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 17 maggio 2011 ore 00:21 - Visite 242
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Concessione ridotta a 20 anni Fai e Wwf: "C'è l'inganno"



Concessione ridotta a 20 anni Fai e Wwf: ROMA - E' un bene che sia tramontata l'ipotesi del diritto di superficie per 90 anni per le spiagge date in concessione a privati, ma è un altro il rischio nascosto nel decreto sviluppo: scadute le future concessioni, il Demanio sarà costretto a "comprare" le strutture edificate sul suolo pubblico. La denuncia viene da Fai e Wwf a poche ore dalla firma del capo dello Stato sul decreto che contiene le norme sulle nuove concessioni a fini turistici sul litorale demaniale. Il governo, dopo le polemiche dei giorni scorsi, è stato costretto a modificare il termine delle concessioni, riducendo drasticamente a vent'anni la durata di 90 anni inizialmente prevista.

Il diritto di superficie quasi secolare era stato istituito a garanzia della programmazione e della certezza degli investimenti degli operatori privati. Ma quella sorta di concessione "a vita" era stata giudicata dall'Ue "non conforme" alla disciplina del mercato comune, che prevede in casi simili tempi ragionevolmente ridotti, ed aveva sollevato anche le perplessità del Quirinale. Il Colle aveva chiesto che il termine fosse riconsiderato. Così il testo è stato modificato e il termine di 20 anni dovrebbe comparire nell'ultima versione del decreto, la cui pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è attesa per stasera..

Fai e Wwf temono però che questo non basti e chiedono che si ritorni al diritto di concessione oggi in vigore. "L'inghippo - sostengono le due associazioni - della trasformazione del diritto
di concessione in diritto di superficie mette a rischio cementificazione le spiagge. Si vuole infatti separare la proprietà del terreno da quello che viene edificato e questo significa garantire ai privati la proprietà degli immobili, già realizzati o futuri sul demanio marittimo".

Oggi come oggi, questo rischio era escluso perché, tramite la concessione, gli immobili, anche se realizzati da privati, rimanevano in uso per il tempo della concessione, ma erano del demanio. "In concreto - proseguono Fai e Wwf - questo significa che con l'introduzione del diritto di superficie se lo Stato vorrà le spiagge libere da infrastrutture, una volta scaduto il termine dei vent'anni, dovrà pagare ai privati il valore degli immobili realizzati perché questi saranno a tutti gli effetti di loro proprietà e quindi potranno essere venduti o ereditati".
"In via teorica - concludono Wwf e Fai - , anche se poco applicata, lo Stato oggi può revocare le concessioni in caso di violazioni; cosa che non sarà più possibile con il diritto di superficie".

I Verdi, con il presidente Angelo Bonelli, vanno oltre: "E' chiaro a tutti che i 90 anni sono stai usati per nascondere il vero obiettivo che era e purtroppo rimane il diritto di superficie. Il 18 giugno manifesteremo a Ostia, la città dove è stato cementificato il 90% delle spiagge, per dire no a questo decreto vergogna". "Il diritto di superficie - accusa Bonelli - si utilizza infatti per l'edificazione in fondi altrui ovvero pubblici e sarà proprio il diritto all'edificazione, da esso garantito, il vero killer delle spiagge italiane. Diritto di superficie e norme sui distretti turistici 'a burocrazia zero' consentiranno di realizzare qualunque attività e intervento edilizio sulle spiagge". Tra l'altro, dice Bonelli, il Decreto sviluppo lo sostiene espressamente: "Il diritto di superficie - si legge -  si costituisce sulle aree inedificate formate da arenili... Sulle aree già occupate da edificazioni esistenti, aventi qualunque destinazione d'uso in atto alla data di entrata in vigore del presente articolo".

Origine: Repubblica

29-08-2016 - Cinque Stelle e leghisti contestano Errani e la validità del "modello Emilia"
29-08-2016 - Ventotene rilancia la partita sulla flessibilità. Il risiko del dopo referendum
29-08-2016 - Consulta deciderà su sbarramento al 4% per le elezioni europee
29-08-2016 - Magistratura, Legnini: "Superare la spettacolarizzazione dei processi"
29-08-2016 - Fico (vigilanza Rai) contro Vespa: "Sul terremoto ha fatto affermazioni criminali"
29-08-2016 - Il terremoto di Amatrice e tutti gli altri mali del mondo
26-08-2016 - Referendum e tasse: opposizioni e minoranza dem all'attacco di Renzi
26-08-2016 - Renzi: Ventotene, buoni segnali dal summit, ma è lunga. Premier punta ora su riforma contratti
26-08-2016 - Voto nel 2018, nei palazzi della politica i peones festeggiano per la nuova strategia del premier
24-08-2016 - I profughi a Capalbio: l'ultima spiaggia della sinistra
23-08-2016 - Festa dell'Unità, Smuraglia a Renzi: "Non basta un faccia a faccia tra di noi"
23-08-2016 - Cannabis, Cantone si schiera: "Legalizzazione intelligente per evitare contatti tra giovani e mafie"
22-08-2016 - Mattarella: "Ue fondata non da banche, ma da politici e parlamenti"
22-08-2016 - Renzi: "Continueremo a tagliare le tasse"
22-08-2016 - Referendum, Renzi: "Comunque vada, le elezioni nel 2018"
22-08-2016 - Conversazione con Renzi sul manifesto europeo di Ventotene
21-08-2016 - Presidente Anpi: "Il Pd non ha rispetto della nostra storia. Meglio non andare alle Feste dell'Unità"
21-08-2016 - "Il Pd ascolti con coraggio le ragioni del No". Referendum, l'appello del "mediatore" Errani
19-08-2016 - Dall'Anpi al meeting di Cl parte la battaglia d'autunno sul referendum
19-08-2016 - Ignazio Marino: "Mi aspettavo di più dai 5Stelle, ancora troppi abusivi e correnti di potere"
19-08-2016 - Il Ferragosto con i vip di Beppe Grillo tra yacht, renziani e amici di Berlusconi
18-08-2016 - Alfano: "Prevenzione regge, Italia sicura. Sirte, nessuna prova porto dei jihadisti"
18-08-2016 - Referendum, ora è scontro sulla data
17-08-2016 - Italicum, il 4 ottobre la Corte costituzionale deciderà tra sì e no
17-08-2016 - Radicali in carcere a Ferragosto senza Pannella: "Giustizia, primo problema d'Italia"
16-08-2016 - Parisi: "Chiedo una Costituente per liberare l?Italia dall?aut aut di Renzi"
16-08-2016 - Sannicandro e la frase sui metalmeccanici: "Infelice, ma chi mi attacca fa demagogia"
16-08-2016 - Salvini incita la platea leghista: "Ripuliamo le città dagli immigrati"
16-08-2016 - Rifiuti Roma, l'altolà dell'Umbria e dei sindaci di Cassino e San Vittore: "Non si usino i nostri territori"
15-08-2016 - Bertinotti chiamato in causa da Renzi: "Che c'entro io? Il premier e Bersani pari sono"



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy