FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 Decolla fra scontri ...23
2 Cortei, Alfano: "Bas...8
3 Renzi: "A maggio 80 ...8
4 La crisi colpisce le...7
5 Evaso un euro ogni 4...7
6 La pubblicità mette ...6
7 Morto lo scrittore S...6
8 Bergamo, litiga con ...5
9 A1, schianto fra tir...5
10 5 per mille, all'Air...5
11 Sugli 80 euro Renzi ...4
12 Le Borse restano chi...4
13 Sassuolo, Di Frances...4
14 Olivia-Diego-Matteo ...4
15 Le coperture per l'I...4
16 Sud Sudan, l'assalto...4
17 Mps, l'aumento sale ...4
18 Bankitalia vede la r...4
19 Se Twitter non ci fo...4
20 Valanga sull'Everest...4
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 17 maggio 2011 ore 00:21 - Visite 154
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Concessione ridotta a 20 anni Fai e Wwf: "C'è l'inganno"



Concessione ridotta a 20 anni Fai e Wwf: ROMA - E' un bene che sia tramontata l'ipotesi del diritto di superficie per 90 anni per le spiagge date in concessione a privati, ma è un altro il rischio nascosto nel decreto sviluppo: scadute le future concessioni, il Demanio sarà costretto a "comprare" le strutture edificate sul suolo pubblico. La denuncia viene da Fai e Wwf a poche ore dalla firma del capo dello Stato sul decreto che contiene le norme sulle nuove concessioni a fini turistici sul litorale demaniale. Il governo, dopo le polemiche dei giorni scorsi, è stato costretto a modificare il termine delle concessioni, riducendo drasticamente a vent'anni la durata di 90 anni inizialmente prevista.

Il diritto di superficie quasi secolare era stato istituito a garanzia della programmazione e della certezza degli investimenti degli operatori privati. Ma quella sorta di concessione "a vita" era stata giudicata dall'Ue "non conforme" alla disciplina del mercato comune, che prevede in casi simili tempi ragionevolmente ridotti, ed aveva sollevato anche le perplessità del Quirinale. Il Colle aveva chiesto che il termine fosse riconsiderato. Così il testo è stato modificato e il termine di 20 anni dovrebbe comparire nell'ultima versione del decreto, la cui pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è attesa per stasera..

Fai e Wwf temono però che questo non basti e chiedono che si ritorni al diritto di concessione oggi in vigore. "L'inghippo - sostengono le due associazioni - della trasformazione del diritto
di concessione in diritto di superficie mette a rischio cementificazione le spiagge. Si vuole infatti separare la proprietà del terreno da quello che viene edificato e questo significa garantire ai privati la proprietà degli immobili, già realizzati o futuri sul demanio marittimo".

Oggi come oggi, questo rischio era escluso perché, tramite la concessione, gli immobili, anche se realizzati da privati, rimanevano in uso per il tempo della concessione, ma erano del demanio. "In concreto - proseguono Fai e Wwf - questo significa che con l'introduzione del diritto di superficie se lo Stato vorrà le spiagge libere da infrastrutture, una volta scaduto il termine dei vent'anni, dovrà pagare ai privati il valore degli immobili realizzati perché questi saranno a tutti gli effetti di loro proprietà e quindi potranno essere venduti o ereditati".
"In via teorica - concludono Wwf e Fai - , anche se poco applicata, lo Stato oggi può revocare le concessioni in caso di violazioni; cosa che non sarà più possibile con il diritto di superficie".

I Verdi, con il presidente Angelo Bonelli, vanno oltre: "E' chiaro a tutti che i 90 anni sono stai usati per nascondere il vero obiettivo che era e purtroppo rimane il diritto di superficie. Il 18 giugno manifesteremo a Ostia, la città dove è stato cementificato il 90% delle spiagge, per dire no a questo decreto vergogna". "Il diritto di superficie - accusa Bonelli - si utilizza infatti per l'edificazione in fondi altrui ovvero pubblici e sarà proprio il diritto all'edificazione, da esso garantito, il vero killer delle spiagge italiane. Diritto di superficie e norme sui distretti turistici 'a burocrazia zero' consentiranno di realizzare qualunque attività e intervento edilizio sulle spiagge". Tra l'altro, dice Bonelli, il Decreto sviluppo lo sostiene espressamente: "Il diritto di superficie - si legge -  si costituisce sulle aree inedificate formate da arenili... Sulle aree già occupate da edificazioni esistenti, aventi qualunque destinazione d'uso in atto alla data di entrata in vigore del presente articolo".

Origine: Repubblica

19-04-2014 - Sugli 80 euro Renzi mantiene la promessa
19-04-2014 - Gasparri rinviato a giudizio per peculato
19-04-2014 - Alfonso Pecoraro Scanio rinviato a giudizio per finanziamento illecito
19-04-2014 - Dell'Utri trasferito in ospedale a Beirut. "L'ho visto in manette"
19-04-2014 - Grillo 'riscrive' Primo Levi per attaccare Colle e premier. Comunità ebraica: "Profana la Shoah"
19-04-2014 - Mafia, il ddl sul voto di scambio è legge
19-04-2014 - Paragonò la Kyenge a una scimmia: due mesi all'ex assessore leghista bresciano
19-04-2014 - Cuperlo a Renzi: non gufo contro il Pd. Su Twitter guerra con il M5S a colpi di 'ritocco'
19-04-2014 - Elezioni europee, Berlusconi presenta le liste: "Alcuni giudici fanno politica"
19-04-2014 - Lavoro, la maggioranza si spacca sui contratti a termine
19-04-2014 - La Cassazione conferma l'annullamento delle elezioni regionali del 2010
19-04-2014 - Europee, pronte liste Fi: nessun nome di spicco. Scajola, escluso, pronto a lasciare
18-04-2014 - Berlusconi ancora contro i giudici ma col freno a mano
18-04-2014 - Finanziamento illecito, chiesta proroga delle indagini su Silvio Berlusconi
18-04-2014 - Taglio Irpef, la bozza del decreto: confermati gli 80 euro di sgravio
17-04-2014 - Via libera al rinvio del pareggio di bilancio Riecco Berlusconi
17-04-2014 - Il premier rassicura sugli 80 euro Lettera all'Ue: giallo
17-04-2014 - Def, il governo alla Ue: "Deroga temporanea da pareggio bilancio". Sulla lettera lite Boldrini-Brunetta
16-04-2014 - Riforme, Berlusconi a Palazzo Chigi con Renzi. "Il patto tiene"
16-04-2014 - Ecco tutte le nomine. Finmeccanica, Moretti al vertice. Eni: Marcegaglia-Descalzi. Poste:Todini-Caio. Enel: Grieco-Starace Terna: Bastioli
16-04-2014 - Pd e riforma del Senato, Chiti non ritira il ddl alternativo a quello del governo Renzi
16-04-2014 - Lega e Cinquestelle a caccia di voti con insulti e minacce
16-04-2014 - Elezioni europee, Fi perde pezzi ma Berlusconi giovedì presenta candidati e programma
16-04-2014 - Processo Mediaset, Berlusconi in prova ai servizi sociali. Lavorerà in un centro anziani. "Persona socialmente pericolosa"
16-04-2014 - Grillo non chiede scusa Berlusconi indebolito riforme in pericolo
16-04-2014 - A Roma riunione minoranza Pd. Cuperlo: "No polemica con Renzi. Sì a riforme, ma modifiche"
15-04-2014 - Azienda Italia Renzi alla prova delle nomine
15-04-2014 - Dell'Utri, si ammalano gli avvocati. Salta l'udienza di convalida a Beirut: resta detenuto
15-04-2014 - Ma oggi siamo tutti Post
15-04-2014 - Salva-Roma, sì della Camera dopo rinvio per mancanza del numero legale



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy