FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 Shell prova a tenere...53
2 La lista dei dispers...14
3 Lessico e nuvole >14
4 Carta Canta > I val...12
5 Carta Canta > Ma ch...11
6 Balzo della fiducia ...10
7 Sette giorni a impat...10
8 I dubbi di Lynsey, m...9
9 Istat: retribuzioni ...9
10 Tsipras chiede "temp...9
11 Expo 2015, occasioni...9
12 'Ndrangheta a Roma, ...9
13 Stabilità, dalle ent...9
14 Facebook alla conqui...9
15 Domani scioperano i ...8
16 Mercato immobiliare ...8
17 Imco-Sinergia, accor...8
18 Draghi ai banchieri:...7
19 La corsa al Rating d...7
20 Marchionne "feliciss...7
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 17 maggio 2011 ore 00:21 - Visite 198
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Concessione ridotta a 20 anni Fai e Wwf: "C'è l'inganno"



Concessione ridotta a 20 anni Fai e Wwf: ROMA - E' un bene che sia tramontata l'ipotesi del diritto di superficie per 90 anni per le spiagge date in concessione a privati, ma è un altro il rischio nascosto nel decreto sviluppo: scadute le future concessioni, il Demanio sarà costretto a "comprare" le strutture edificate sul suolo pubblico. La denuncia viene da Fai e Wwf a poche ore dalla firma del capo dello Stato sul decreto che contiene le norme sulle nuove concessioni a fini turistici sul litorale demaniale. Il governo, dopo le polemiche dei giorni scorsi, è stato costretto a modificare il termine delle concessioni, riducendo drasticamente a vent'anni la durata di 90 anni inizialmente prevista.

Il diritto di superficie quasi secolare era stato istituito a garanzia della programmazione e della certezza degli investimenti degli operatori privati. Ma quella sorta di concessione "a vita" era stata giudicata dall'Ue "non conforme" alla disciplina del mercato comune, che prevede in casi simili tempi ragionevolmente ridotti, ed aveva sollevato anche le perplessità del Quirinale. Il Colle aveva chiesto che il termine fosse riconsiderato. Così il testo è stato modificato e il termine di 20 anni dovrebbe comparire nell'ultima versione del decreto, la cui pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è attesa per stasera..

Fai e Wwf temono però che questo non basti e chiedono che si ritorni al diritto di concessione oggi in vigore. "L'inghippo - sostengono le due associazioni - della trasformazione del diritto
di concessione in diritto di superficie mette a rischio cementificazione le spiagge. Si vuole infatti separare la proprietà del terreno da quello che viene edificato e questo significa garantire ai privati la proprietà degli immobili, già realizzati o futuri sul demanio marittimo".

Oggi come oggi, questo rischio era escluso perché, tramite la concessione, gli immobili, anche se realizzati da privati, rimanevano in uso per il tempo della concessione, ma erano del demanio. "In concreto - proseguono Fai e Wwf - questo significa che con l'introduzione del diritto di superficie se lo Stato vorrà le spiagge libere da infrastrutture, una volta scaduto il termine dei vent'anni, dovrà pagare ai privati il valore degli immobili realizzati perché questi saranno a tutti gli effetti di loro proprietà e quindi potranno essere venduti o ereditati".
"In via teorica - concludono Wwf e Fai - , anche se poco applicata, lo Stato oggi può revocare le concessioni in caso di violazioni; cosa che non sarà più possibile con il diritto di superficie".

I Verdi, con il presidente Angelo Bonelli, vanno oltre: "E' chiaro a tutti che i 90 anni sono stai usati per nascondere il vero obiettivo che era e purtroppo rimane il diritto di superficie. Il 18 giugno manifesteremo a Ostia, la città dove è stato cementificato il 90% delle spiagge, per dire no a questo decreto vergogna". "Il diritto di superficie - accusa Bonelli - si utilizza infatti per l'edificazione in fondi altrui ovvero pubblici e sarà proprio il diritto all'edificazione, da esso garantito, il vero killer delle spiagge italiane. Diritto di superficie e norme sui distretti turistici 'a burocrazia zero' consentiranno di realizzare qualunque attività e intervento edilizio sulle spiagge". Tra l'altro, dice Bonelli, il Decreto sviluppo lo sostiene espressamente: "Il diritto di superficie - si legge -  si costituisce sulle aree inedificate formate da arenili... Sulle aree già occupate da edificazioni esistenti, aventi qualunque destinazione d'uso in atto alla data di entrata in vigore del presente articolo".

Origine: Repubblica

30-01-2015 - Mattarella, nome senza alternative addio Patto del Nazareno
30-01-2015 - Regionali 2015, scelti i candidati M5s: Ciarambino, Salvatore, Maggi, Laricchia, Giannarelli e Alunni
30-01-2015 - Il Senato approva l'Italicum, Renzi: "Il coraggio paga, andiamo avanti"
30-01-2015 - Renzi replica ai magistrati: "Italia patria del diritto, non delle ferie". Anm: problema non siamo noi ma promesse mancate
30-01-2015 - Intercettazioni, spunta il bavaglio nella riforma della diffamazione
30-01-2015 - Cassazione boccia ricorso pm: "Toghe rosse non e' offesa ma elogio"
29-01-2015 - Accordo nel Pd su Mattarella l'incognita Forza Italia
29-01-2015 - Colle, il Pd punta su Mattarella. Berlusconi-Renzi: "Niente intesa"
28-01-2015 - Governo, si dimette il ministro Lanzetta: farà l'assessore regionale in Calabria
28-01-2015 - Colle, rush finale Decisivo l'incontro Renzi-Bersani
28-01-2015 - Colle, accordo Renzi-Fi: il nuovo presidente sabato, alla quarta votazione
27-01-2015 - Quirinale, da martedì consultazioni in casa Pd. Grillo insulta il premier: "Buffoncello, no al Nazareno"
27-01-2015 - Italicum a un passo dal traguardo: il Senato approva emendamenti Finocchiaro. Studenti Erasmus potranno votare per posta
27-01-2015 - Italicum in porto al Senato Renzi può respirare
27-01-2015 - "Colle, il Pd non si dividerà". Guerini risponde al fronte anti-Nazareno di Vendola e Civati 
27-01-2015 - Colle, Renzi al Pd: "Scheda bianca alle prime tre votazioni, sabato eleggiamo il presidente"
26-01-2015 - Quirinale, prova di equilibrismo per il premier
26-01-2015 - Colle, il fronte anti-Nazareno punta su Prodi
26-01-2015 - Primarie Pd in Campania, ancora un rinvio: al voto il 22 febbraio
26-01-2015 -   La "Brigata Kalimera" italiana incontra Tsipras
26-01-2015 - Colle, M5s al Pd: "Fate i nomi, quello eletto dal web lo votiamo". Vendola paragona Renzi a Berlusconi
25-01-2015 - Colle, le mosse di Civati e la necessità di un accordo Renzi-Bersani
24-01-2015 - Quirinale, Alfano incontra Berlusconi. L'ex Cav: "Martino sarà candidato moderati"
24-01-2015 - I tre forni del premier per il Colle e la tentazione del colpo a sorpresa
23-01-2015 - Renzi-Bersani segnali di pace ma il Pd fibrilla
23-01-2015 - Napolitano, riferimento di un Paese diviso
23-01-2015 - Giustizia, Orlando: "Corruzione ha dimensioni intollerabili"
23-01-2015 - Il teste chiave contro Penati ritratta tutto
23-01-2015 - Italicum, minoranza Pd in trincea: "Non votiamo maxi-emendamento Finocchiaro". Boschi: "Legge seria"
22-01-2015 - La lite sull'Italicum contagia il Quirinale



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy