FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 G8, Cassazione: "A B...29
2 Migranti, rilasciati...20
3 Incidenti stradali, ...18
4 Svezia, governo Lofv...17
5 Vaccini, via libera ...16
6 Fincantieri, Parigi ...15
7 Dai campi profughi i...15
8 I vitalizi nella fos...14
9 Usa, Senato approva ...12
10 Rai, cda: Stefano Co...12
11 Melillo è il nuovo p...11
12 Terna, nuovo record ...11
13 Reggio Calabria, arr...11
14 Vitalizi, Camera app...11
15 "Antibiotici, finire...10
16 Acqua, perquisizioni...10
17 Allarme dei medici: ...10
18 Il dinosauro con la ...9
19 Milano, 1.000 euro d...9
20 No a transgender nel...9
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 30 aprile 2011 ore 17:57 - Visite 247
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Riaffiorano le polemiche sulla nascita E Obama rende pubblico il certificato



WASHINGTON - Eccolo il documento che una volta per tutte dovrebbe mettere la parola fine alle polemiche che hanno accompagnato il presidente Barack Obama fin dal giorno della sua elezione, sulla sua legittimità ad occupare la Casa Bianca: è stato reso pubblico il certificato di nascita di Obama, in forma completa, che prova che il presidente è con certezza cittadino americano ed è nato alle Hawaii, a dispetto di chi continua a seminare dubbi sulla sua americanità. 

Ultimo, in ordine di tempo, a cavalcare l'argomento è stato Donald Trump, il magnate repubblicano lanciato verso la candidatura per la corsa alla Casa Bianca, ma la causa è popolare da tempo fra i cosiddetti "birthers", movimento che raggruppa chi ormai da anni pensa che Obama sia nato in Kenya e non alle isole Hawaii, e che pertanto non abbia diritto ad essere presidente degli Stati Uniti, visto che il secondo articolo della Costituzione prevede esplicitamente la nascita nel territorio americano come requisito essenziale per essere eletto.

"Non abbiamo tempo per queste stupidaggini, abbiamo cose più importanti da fare, abbiamo problemi da risolvere". Così, con una breve dichiarazione alla stampa, Barack Obama ha spiegato perché ha deciso di pubblicare il certificato, dopo aver ignorato ed essersi anche "divertito" per anni delle "falsità" fatte circolare sul suo conto. Ma ora basta: "Abbiamo grandi problemi da affrontare insieme, lo possiamo fare, ma
non se ci facciamo distrarre" da cose senza importanza che ci impediscono "di essere seri", ha detto ancora il presidente Usa. E a forza di delegittimazioni "non andiamo da nessuna parte", ha aggiunto.

Il documento, in forma completa, è stato pubblicato sul sito della Casa Bianca e certifica che Obama è nato ad Honolulu, è firmato dalla madre e dalle autorità governative statali. Il certificato aggiunge anche il luogo di nascita del presidente, l'ospedale di maternità e ginecologia di Kapiolani. Il documento è stato recuperato dall'avvocato del presidente che è appositamente volato nelle Hawaii per ottenerne una copia.

Durante la campagna elettorale, nel 2008, Barack Obama già pubblicò sul suo sito l'estratto di quel certificato, in cui era leggibile in modo chiaro che era nato il 4 agosto 1961 a Honolulu. Ma in tutti questi mesi, i "birthers" hanno sempre ripetuto che a loro giudizio quel certificato era un falso. Si tratta di una tesi portata avanti in modo ossessivo da una parte dell'establishment repubblicano, e di fatto ripudiata dai vertici del partito.

Sembrava una polemica ormai superata, ma nelle ultime settimane è stato il miliardario Trump a rimetterla al centro del dibattito politico. "Perché non l'ha mostrato anni fa?", ha commentato a caldo il tycoon, aggiungendo: "Spero che sia autentico. Voglio vederlo di persona. Comunque sono contento perchè ora possiamo parlare di tanti problemi seri che affliggono il Paese", ha detto ancora Trump, che ora dovrebbe essere soddisfatto.

"Sarebbe ora che il Paese discutesse di problemi veri e non fosse distratto da queste questioni totalmente finte", ha aggiunto Dan Pfeiffer, il direttore della comunicazione della Casa Bianca. Nella speranza che davvero ora si possa iniziare a pensare ad altro.

 

Origine: Repubblica

29-07-2017 - Gerusalemme, ferito giornalista Rai. Ma nessuna violenza nel venerdì di preghiera
29-07-2017 - Cdm: sì alle navi italiane in Libia. E Tripoli conferma la richiesta di supporto
29-07-2017 - Padre Dall'Oglio, tweet di Gentiloni nel quarto anniversario della scomparsa: "Continuiamo a sperare"
29-07-2017 - Corea del Nord, nuovo lancio di missile intercontinentale. Subito esercitazioni congiunte Usa-Seul
29-07-2017 - Tunisia, voto storico: approvata legge contro violenza sulle donne
29-07-2017 - Usa, il Senato respinge la revoca dell'Obamacare
29-07-2017 - Svezia, governo Lofven in bilico: 'datagate' travolge due ministri. I servizi: rischi gravissimi
29-07-2017 - Migranti, Macron: "Hotspot in Libia da questa estate"
29-07-2017 - No a transgender nell'esercito Usa, Pentagono: "Tweet non basta, serve ordine formale di Trump"
29-07-2017 - Usa, Senato approva nuove sanzioni alla Russia: limitati i poteri della Casa Bianca. Trump valuta il veto
29-07-2017 - Corte di Strasburgo: il sesso per le donne conta anche dopo i 50
29-07-2017 - Chi è Nicolàs Maduro, il leader che divide il Venezuela
29-07-2017 - Trump, no ai transgender nelle Forze armate: "Dobbiamo essere concentrati sulle vittorie"
28-07-2017 - Tiffany Trump sbarca in Europa con mamma e fidanzato. E gli americani pagano
28-07-2017 - Libia, Gentiloni: "Serraj ha chiesto aiuto navale in acque libiche contro trafficanti"
28-07-2017 - Migranti, la Corte Ue: "Paese d'arrivo è competente per le richieste d'asilo"
28-07-2017 - Migranti, Ue: "100 milioni per legge Minniti". Gentiloni: "Segua mobilitazione dei Paesi"
28-07-2017 - Usa, al Senato passa per un solo voto il 'sì' al dibattito per 'smontare' l'Obamacare
28-07-2017 - Charlie, genitori chiedono di portarlo a casa ma l'ospedale dice di no. Il caso torna all'Alta Corte
28-07-2017 - Libia, Macron annuncia l'accordo tra Serraj e Haftar: cessate il fuoco ed elezioni in primavera
27-07-2017 - Gerusalemme, Israele toglie i metal detector dalla spianata delle Moschee
26-07-2017 - Afghanistan, attacco suicida a Kabul: autobomba causa almeno 37 vittime
26-07-2017 - Libia, Serraj accetta l?invito di Macron a Parigi. "Ma incontrerà Haftar solo a titolo personale"
26-07-2017 - Usa, Scaramucci cancella i vecchi tweet: definiva Trump "ciarlatano"
26-07-2017 - Amman, spari all'ambasciata di Israele: ucciso due giordani, ferito un funzionario
26-07-2017 - Russiagate, l'ambasciatore Sergej Kislyak esce di scena: richiamato a Mosca
26-07-2017 - "Le Maldive a un'ora da Milano": la Val Verzasca invasa dai turisti dopo il video virale
25-07-2017 - Usa, dramma dell'immigrazione in Texas: nove corpi trovati in un camion, trenta feriti gravissimi
25-07-2017 - Gerusalemme, il Papa: "Appello a moderazione e dialogo". Blitz in Cisgiordania, Israele arresta 25 capi di Hamas
25-07-2017 - L'Isis a Mosul conquistò i materiali necessari per una bomba sporca, ma non li ha utilizzati



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy