FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Chiude il campionato...9
2 Da Kandinsky a Pollo...7
3 Il Far East Festival...7
4 A Roma concerto-omag...7
5 Skoda 130 RS del 197...6
6 "Può accompagnare so...6
7 Opera, che passione:...6
8 Brescia, madre e fig...6
9 Addio all'attrice An...6
10 Morto il musicista R...6
11 Parola-chiave: Costi...6
12 Inaugura il tagiko, ...6
13 Da 0 a 100 in meno d...5
14 Nigeria, bombe su un...5
15 Rileggiamo De Mauro ...5
16 Maltempo, neve al Ce...5
17 Così Cassius diventò...5
18 Kirghizstan, aereo d...5
19 KugAdventure, l'arri...5
20 Con il 20% di campi ...5
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 30 aprile 2011 ore 17:57 - Visite 242
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Riaffiorano le polemiche sulla nascita E Obama rende pubblico il certificato



WASHINGTON - Eccolo il documento che una volta per tutte dovrebbe mettere la parola fine alle polemiche che hanno accompagnato il presidente Barack Obama fin dal giorno della sua elezione, sulla sua legittimità ad occupare la Casa Bianca: è stato reso pubblico il certificato di nascita di Obama, in forma completa, che prova che il presidente è con certezza cittadino americano ed è nato alle Hawaii, a dispetto di chi continua a seminare dubbi sulla sua americanità. 

Ultimo, in ordine di tempo, a cavalcare l'argomento è stato Donald Trump, il magnate repubblicano lanciato verso la candidatura per la corsa alla Casa Bianca, ma la causa è popolare da tempo fra i cosiddetti "birthers", movimento che raggruppa chi ormai da anni pensa che Obama sia nato in Kenya e non alle isole Hawaii, e che pertanto non abbia diritto ad essere presidente degli Stati Uniti, visto che il secondo articolo della Costituzione prevede esplicitamente la nascita nel territorio americano come requisito essenziale per essere eletto.

"Non abbiamo tempo per queste stupidaggini, abbiamo cose più importanti da fare, abbiamo problemi da risolvere". Così, con una breve dichiarazione alla stampa, Barack Obama ha spiegato perché ha deciso di pubblicare il certificato, dopo aver ignorato ed essersi anche "divertito" per anni delle "falsità" fatte circolare sul suo conto. Ma ora basta: "Abbiamo grandi problemi da affrontare insieme, lo possiamo fare, ma
non se ci facciamo distrarre" da cose senza importanza che ci impediscono "di essere seri", ha detto ancora il presidente Usa. E a forza di delegittimazioni "non andiamo da nessuna parte", ha aggiunto.

Il documento, in forma completa, è stato pubblicato sul sito della Casa Bianca e certifica che Obama è nato ad Honolulu, è firmato dalla madre e dalle autorità governative statali. Il certificato aggiunge anche il luogo di nascita del presidente, l'ospedale di maternità e ginecologia di Kapiolani. Il documento è stato recuperato dall'avvocato del presidente che è appositamente volato nelle Hawaii per ottenerne una copia.

Durante la campagna elettorale, nel 2008, Barack Obama già pubblicò sul suo sito l'estratto di quel certificato, in cui era leggibile in modo chiaro che era nato il 4 agosto 1961 a Honolulu. Ma in tutti questi mesi, i "birthers" hanno sempre ripetuto che a loro giudizio quel certificato era un falso. Si tratta di una tesi portata avanti in modo ossessivo da una parte dell'establishment repubblicano, e di fatto ripudiata dai vertici del partito.

Sembrava una polemica ormai superata, ma nelle ultime settimane è stato il miliardario Trump a rimetterla al centro del dibattito politico. "Perché non l'ha mostrato anni fa?", ha commentato a caldo il tycoon, aggiungendo: "Spero che sia autentico. Voglio vederlo di persona. Comunque sono contento perchè ora possiamo parlare di tanti problemi seri che affliggono il Paese", ha detto ancora Trump, che ora dovrebbe essere soddisfatto.

"Sarebbe ora che il Paese discutesse di problemi veri e non fosse distratto da queste questioni totalmente finte", ha aggiunto Dan Pfeiffer, il direttore della comunicazione della Casa Bianca. Nella speranza che davvero ora si possa iniziare a pensare ad altro.

 

Origine: Repubblica

21-01-2017 - Libia, gli Usa bombardano l'Isis nel deserto. "Si erano riorganizzati a 50 km da Sirte"
21-01-2017 - Donald Trump ha giurato da presidente degli Usa. "Con me potere torna al popolo". Firmato decreto per ridurre Obamacare
21-01-2017 - Biden a Davos: "Russia minaccia l'ordine mondiale. Nato è bastione, Usa non possono metterla in dubbio"
21-01-2017 - George Bush padre ricoverato in ospedale: l'ex presidente Usa è in terapia intensiva
21-01-2017 - Brexit, da Londra un linguaggio da seconda guerra mondiale. Critiche dal fronte Ue
21-01-2017 - Turisti, bambini, migliaia di civili in fuga dal Gambia sull'orlo della guerra
21-01-2017 - Usa, Washington blindata per l'insediamento di Trump
21-01-2017 - Iran, collassa palazzo di 17 piani in fiamme: almeno 20 vigili del fuoco morti, oltre 70 feriti
20-01-2017 - Nigeria, bombe su un campo profughi: oltre 100 morti, uccisi sei operatori della Croce rossa
20-01-2017 - WikiLeaks, Obama concede la grazia a Chelsea Manning: a maggio la scarcerazione
20-01-2017 - Davos, Xi difende globalizzazione e ambiente: dal presidente della Cina frecciate a Trump
20-01-2017 - La Corte costituzionale tedesca: "No al bando per l'Npd, il partito di estrema destra"
19-01-2017 - Accordo tra liberali e popolari, Tajani in vantaggio al secondo voto per l'Europarlamento
19-01-2017 - Gli affari (falliti) di Trump in Russia
19-01-2017 - May sceglie 'hard Brexit': "Fuori da Ue e da mercato comune per una GB globale. Voto finale del Parlamento"
19-01-2017 - Strage di Orlando, arrestata la moglie del killer
19-01-2017 - Messico, sparatoria a Playa del Carmen: un italiano tra le vittime
19-01-2017 - Migranti, il cielo sopra Belgrado: ecco gli 'angeli' che combattono per la sopravvivenza
19-01-2017 - Trump provoca, il mondo risponde. Merkel: "Noi europei padroni del nostro destino"
19-01-2017 - Siria, allarme Onu: 300mila bambini bloccati dall'assedio
18-01-2017 - Kirghizstan, aereo da carico turco precipita sulle abitazioni: anche 13 bambini tra le 37 vittime
18-01-2017 - Regeni, una borsa di studio per un giovane egiziano
18-01-2017 - Canada: primi scivoloni di Trudeau, il premier che sembrava 'perfetto'
17-01-2017 - Medio Oriente, Abu Mazen dal Papa. Domani a Parigi la conferenza sulla Palestina: Israele e Usa assenti
17-01-2017 - Ungheria, tre anni di libertà vigilata: condannata la cameraman che sgambettò il profugo siriano
16-01-2017 - Wikileaks, Assange disposto a estradizione negli Usa in cambio della grazia a Manning
16-01-2017 - Usa, Obama revoca le facilitazioni per gli immigrati cubani
16-01-2017 - Il governo Obama mette sotto inchiesta l'Fbi per le indagini sul mailgate
15-01-2017 - Una spia britannica dietro il dossier Trump. Ma ora Christopher Steele ha paura
15-01-2017 - "Non metterete i piedi sull'India", così Amazon ritira il tappetino



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy