FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Le cosche raccolsero...93
2 G8, Cassazione: "A B...53
3 Le lacrime dell'igua...12
4 Sciopero dei benzina...11
5 La Roma si ritrova, ...9
6 Imu agricola, ultima...8
7 Mangiare vegano? Fat...8
8 Morto Gaetano Fidanz...8
9 Renzi sfida la sinis...6
10 Pirelli e quell'Opa ...6
11 Amazon, gli scioperi...6
12 Pirelli: l'utile 201...5
13 L'industria made in ...5
14 Mattarella: "Con la ...5
15 Agenzia Digitale, la...5
16 Pa, vendute 107 auto...5
17 Unipol, Cassazione c...5
18 Confindustria: il Pi...4
19 È morto Gene Saks, g...4
20 Operazione Multiserv...4
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 30 aprile 2011 ore 17:57 - Visite 108
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Riaffiorano le polemiche sulla nascita E Obama rende pubblico il certificato



Riaffiorano le polemiche sulla nascita E Obama rende pubblico il certificatoWASHINGTON - Eccolo il documento che una volta per tutte dovrebbe mettere la parola fine alle polemiche che hanno accompagnato il presidente Barack Obama fin dal giorno della sua elezione, sulla sua legittimità ad occupare la Casa Bianca: è stato reso pubblico il certificato di nascita di Obama, in forma completa, che prova che il presidente è con certezza cittadino americano ed è nato alle Hawaii, a dispetto di chi continua a seminare dubbi sulla sua americanità. 

Ultimo, in ordine di tempo, a cavalcare l'argomento è stato Donald Trump, il magnate repubblicano lanciato verso la candidatura per la corsa alla Casa Bianca, ma la causa è popolare da tempo fra i cosiddetti "birthers", movimento che raggruppa chi ormai da anni pensa che Obama sia nato in Kenya e non alle isole Hawaii, e che pertanto non abbia diritto ad essere presidente degli Stati Uniti, visto che il secondo articolo della Costituzione prevede esplicitamente la nascita nel territorio americano come requisito essenziale per essere eletto.

"Non abbiamo tempo per queste stupidaggini, abbiamo cose più importanti da fare, abbiamo problemi da risolvere". Così, con una breve dichiarazione alla stampa, Barack Obama ha spiegato perché ha deciso di pubblicare il certificato, dopo aver ignorato ed essersi anche "divertito" per anni delle "falsità" fatte circolare sul suo conto. Ma ora basta: "Abbiamo grandi problemi da affrontare insieme, lo possiamo fare, ma
non se ci facciamo distrarre" da cose senza importanza che ci impediscono "di essere seri", ha detto ancora il presidente Usa. E a forza di delegittimazioni "non andiamo da nessuna parte", ha aggiunto.

Il documento, in forma completa, è stato pubblicato sul sito della Casa Bianca e certifica che Obama è nato ad Honolulu, è firmato dalla madre e dalle autorità governative statali. Il certificato aggiunge anche il luogo di nascita del presidente, l'ospedale di maternità e ginecologia di Kapiolani. Il documento è stato recuperato dall'avvocato del presidente che è appositamente volato nelle Hawaii per ottenerne una copia.

Durante la campagna elettorale, nel 2008, Barack Obama già pubblicò sul suo sito l'estratto di quel certificato, in cui era leggibile in modo chiaro che era nato il 4 agosto 1961 a Honolulu. Ma in tutti questi mesi, i "birthers" hanno sempre ripetuto che a loro giudizio quel certificato era un falso. Si tratta di una tesi portata avanti in modo ossessivo da una parte dell'establishment repubblicano, e di fatto ripudiata dai vertici del partito.

Sembrava una polemica ormai superata, ma nelle ultime settimane è stato il miliardario Trump a rimetterla al centro del dibattito politico. "Perché non l'ha mostrato anni fa?", ha commentato a caldo il tycoon, aggiungendo: "Spero che sia autentico. Voglio vederlo di persona. Comunque sono contento perchè ora possiamo parlare di tanti problemi seri che affliggono il Paese", ha detto ancora Trump, che ora dovrebbe essere soddisfatto.

"Sarebbe ora che il Paese discutesse di problemi veri e non fosse distratto da queste questioni totalmente finte", ha aggiunto Dan Pfeiffer, il direttore della comunicazione della Casa Bianca. Nella speranza che davvero ora si possa iniziare a pensare ad altro.

 

Origine: Repubblica

01-04-2015 - Svizzera, si costituisce assassino italiana uccisa nel 1987
01-04-2015 - "Per diventare foreign fighter contro l'Is bastano Facebook e mille euro"
01-04-2015 - Aereo caduto, Lubitz informò la compagnia della depressione
01-04-2015 - Yemen, bombardato un campo profughi: almeno 45 morti
01-04-2015 - Disastro Germanwings, procuratore: Lubitz andò in psicoterapia per tendenze suicide
01-04-2015 - Iran, ultimo giorno di trattativa a Losanna. Usa: "Se utile siamo pronti a spostare la scadenza"
31-03-2015 - Nucleare, Russia ottimista: "Sforzi per sbloccare il negoziato". Iran frena su trasferimento uranio
31-03-2015 - Nucleare, Iran e il "5+1" cercano il compromesso. Netanyahu: "Va fermato, pericolo per l'umanità"
31-03-2015 - Usa: scontro treno metropolitana-auto a Los Angeles, 21 feriti
30-03-2015 - Lufthansa, spunta il manuale dei protocolli in caso di catastrofe
30-03-2015 - Amsterdam bloccata per ore da gigantesco black out elettrico
30-03-2015 - Yemen, nuovi raid dell'Arabia Saudita contro ribelli Houthi: 39 vittime civili
30-03-2015 - Bangladesh: calca a cerimonia rituale indù, almeno 10 morti
29-03-2015 - Argentina, respinte le accuse di Nisman contro la Kirchner
29-03-2015 - Florida, 13enne uccide il fratellino di 6 anni e si suicida
28-03-2015 - Arabia Saudita attacca lo Yemen. Leader Houthi: "Sarà guerra". E l'Iran si schiera con lui
27-03-2015 - Nigeria, centinaia di donne e bambini rapiti da Boko Haram
27-03-2015 - Vaticano, il regalo del Papa a 150 clochard: visita speciale ai Musei e alla Sistina
26-03-2015 - Yemen, scontri tra forze pro e anti governative: oltre 30 morti
26-03-2015 - Afghanistan, attacco armato contro un autobus: uccisi 13 civili
25-03-2015 - Usa, in Utah torna la pena di morte per fucilazione: firmata la legge
25-03-2015 - Sudafrica, scrittrice aggredita a colpi di mattone. Si era detta ammiratrice di Rushdie
25-03-2015 - Yemen, l'Onu: "Rischio di uno scenario libico-siriano". Si combatte a Taiz, truppe verso Aden
25-03-2015 - Tunisia, mandato d'arresto per il poliziotto che vigilava al varco d'accesso al Bardo
24-03-2015 - Francia, voto locale: vince Sarkozy, la Le Pen al ballottaggio in oltre 1100 cantoni
24-03-2015 - Perù: sisma di magnitudo 6 a Tacna, vicino al confine con il Cile
24-03-2015 - Spagna, elezioni in Andalusia: vince il Psoe. Successo Podemos
24-03-2015 - Tunisia, Essebsi ammette: "Défaillances nella sicurezza". In fuga terzo aggressore
24-03-2015 - Libia, l'Onu avvisa al-Thani: "Fermi l'attacco su Tripoli o perderà legittimità internazionale"
24-03-2015 - Gb, candidato Tory musulmano sospeso per complotto con xenofobi



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy