FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Shopping    >> FORUM <<  


1 Dalla California al ...321
2 Il pop dice "puttana...34
3 2010, l'anno dei tab...34
4 Storie dal carcere: ...32
5 Anno giudiziario, Ca...30
6 Operazione antidroga...30
7 Draghi: le prospetti...30
8 Juventus, il derby v...30
9 Milan-Sassuolo 1-1 ...30
10 Imprese: Cgia, 1,5 m...29
11 Fallimento Ancona ag...29
12 Segrate, 24enne scav...28
13 Privacy, Parlamento ...28
14 Bce: Draghi, ora gov...26
15 Ichino: "Donne sotto...26
16 "Mai avvertite sensa...26
17 In un pub con la par...26
18 Nelle banche un buco...24
19 India, scarcerati To...21
20 Assist dell'Ocse a R...20
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 30 aprile 2011 ore 17:57 - Visite 97
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Riaffiorano le polemiche sulla nascita E Obama rende pubblico il certificato



Riaffiorano le polemiche sulla nascita E Obama rende pubblico il certificatoWASHINGTON - Eccolo il documento che una volta per tutte dovrebbe mettere la parola fine alle polemiche che hanno accompagnato il presidente Barack Obama fin dal giorno della sua elezione, sulla sua legittimità ad occupare la Casa Bianca: è stato reso pubblico il certificato di nascita di Obama, in forma completa, che prova che il presidente è con certezza cittadino americano ed è nato alle Hawaii, a dispetto di chi continua a seminare dubbi sulla sua americanità. 

Ultimo, in ordine di tempo, a cavalcare l'argomento è stato Donald Trump, il magnate repubblicano lanciato verso la candidatura per la corsa alla Casa Bianca, ma la causa è popolare da tempo fra i cosiddetti "birthers", movimento che raggruppa chi ormai da anni pensa che Obama sia nato in Kenya e non alle isole Hawaii, e che pertanto non abbia diritto ad essere presidente degli Stati Uniti, visto che il secondo articolo della Costituzione prevede esplicitamente la nascita nel territorio americano come requisito essenziale per essere eletto.

"Non abbiamo tempo per queste stupidaggini, abbiamo cose più importanti da fare, abbiamo problemi da risolvere". Così, con una breve dichiarazione alla stampa, Barack Obama ha spiegato perché ha deciso di pubblicare il certificato, dopo aver ignorato ed essersi anche "divertito" per anni delle "falsità" fatte circolare sul suo conto. Ma ora basta: "Abbiamo grandi problemi da affrontare insieme, lo possiamo fare, ma
non se ci facciamo distrarre" da cose senza importanza che ci impediscono "di essere seri", ha detto ancora il presidente Usa. E a forza di delegittimazioni "non andiamo da nessuna parte", ha aggiunto.

Il documento, in forma completa, è stato pubblicato sul sito della Casa Bianca e certifica che Obama è nato ad Honolulu, è firmato dalla madre e dalle autorità governative statali. Il certificato aggiunge anche il luogo di nascita del presidente, l'ospedale di maternità e ginecologia di Kapiolani. Il documento è stato recuperato dall'avvocato del presidente che è appositamente volato nelle Hawaii per ottenerne una copia.

Durante la campagna elettorale, nel 2008, Barack Obama già pubblicò sul suo sito l'estratto di quel certificato, in cui era leggibile in modo chiaro che era nato il 4 agosto 1961 a Honolulu. Ma in tutti questi mesi, i "birthers" hanno sempre ripetuto che a loro giudizio quel certificato era un falso. Si tratta di una tesi portata avanti in modo ossessivo da una parte dell'establishment repubblicano, e di fatto ripudiata dai vertici del partito.

Sembrava una polemica ormai superata, ma nelle ultime settimane è stato il miliardario Trump a rimetterla al centro del dibattito politico. "Perché non l'ha mostrato anni fa?", ha commentato a caldo il tycoon, aggiungendo: "Spero che sia autentico. Voglio vederlo di persona. Comunque sono contento perchè ora possiamo parlare di tanti problemi seri che affliggono il Paese", ha detto ancora Trump, che ora dovrebbe essere soddisfatto.

"Sarebbe ora che il Paese discutesse di problemi veri e non fosse distratto da queste questioni totalmente finte", ha aggiunto Dan Pfeiffer, il direttore della comunicazione della Casa Bianca. Nella speranza che davvero ora si possa iniziare a pensare ad altro.

 

Origine: Repubblica

25-01-2015 - Dalla California al Canada, nuova corsa all'oro sulle orme di Jack London
25-01-2015 - Francia, valanga sulle Alte Alpi: sei sciatori morti sotto una valanga
25-01-2015 - Nigeria, Boko Haram rilascia 190 ostaggi. E attacca la principale città del nord-est
25-01-2015 - Grecia, trionfa Tsipras: a un passo da maggioranza assoluta, spoglio decisivo. Seguilo in diretta
25-01-2015 - Yehoshua: "Sostenete lo Stato palestinese,  è l'unica via per arrivare alla pace"
25-01-2015 - "Comunicare la famiglia", il messaggio del Papa
25-01-2015 - Grecia, Tsipras: "Syriza non rispetterà accordi dei precedessori". Schaeuble: "Fuori se non si attiene ai piani"
25-01-2015 - Il Papa: "La famiglia non è un'ideologia". E alla Sacra Rota chiede processi gratis
25-01-2015 - India, scarcerati Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni
24-01-2015 - Ministro Iran: "Armeremo palestinesi in Cisgiordania contro Israele"
23-01-2015 - Argentina, pubbliche le carte del pm Nisman. Scoperta via d'accesso alla sua abitazione. Nuovi esami sulla pistola
23-01-2015 - Terrorismo, slittano a giovedì misure Cdm: sarà un decreto. Renzi: "All'esame anche missioni internazionali"
22-01-2015 - India: italiani detenuti, annullato ergastolo: Bruno e Boncompagni liberi
22-01-2015 - Iraq, fonti dell'opposizione: 13 bambini uccisi per la partita in tv
21-01-2015 - Raid israeliano sulla Siria, 12 morti tra cui comandante pasdaran iraniano
21-01-2015 - Yemen nel caos, ribelli sciiti vicini al golpe: occupata tv e agenzia di Stato
21-01-2015 - Due italiani sono ancora prigionieri degli jihadisti "Da tre anni nessuna notizia di Giovanni Lo Porto"
21-01-2015 - Siria, raid israeliano contro Hezbollah: sei morti, tra i quali un comandante
21-01-2015 - Parla Vanessa: "Non siamo responsabili del nostro rapimento". Greta: "Continueremo a batterci da qui"
21-01-2015 - Boko Haram assalta villaggi in Camerun: 80 rapiti, tra cui 50 bambini
21-01-2015 - Turchia, ordigno esplode a Istanbul: nessuna vittima
19-01-2015 - Marò, governo indiano: "Inopportuna la risoluzione della Ue"
17-01-2015 - Spagna, via libera a riconoscimento paternità nei confronti di Juan Carlos I
16-01-2015 - Marò: Latorre potrà restare in Italia altri tre mesi. Ex ministro: "Occorre accordo politico"
15-01-2015 - Strage Francia, Europol: 5mila terroristi europei possono colpire. Addio a vittime di Parigi e Israele
15-01-2015 - Isis, hackerato l'account Twitter del Centcom Usa: "Soldati americani, vi stiamo controllando"
15-01-2015 - Ucraina, ex presidente Yanukovich nella lista dei ricercati dell'Interpol
15-01-2015 - Papa Francesco partito per Sri Lanka e Filippine: "Pregate con me per quei Paesi"
13-01-2015 - Croazia, per la prima volta una donna presidente
13-01-2015 - Mozambico, 69 morti a un funerale: avvelenati da birra adulterata con bile di coccodrillo



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy