FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Da Kandinsky a Pollo...11
2 La Russia vieta i si...10
3 Il prof, l'alunno, l...10
4 Cannes, il meglio de...9
5 Il Far East Festival...9
6 Grande Gatsby, guerr...9
7 A Roma concerto-omag...8
8 Chiude il campionato...8
9 Anemone va dai pm e ...8
10 G8, Cassazione: "A B...7
11 Morto il musicista R...7
12 Università sempre pi...6
13 Torino, carabiniere ...6
14 Londra, a migliaia p...6
15 La madre di Fabio Ve...5
16 Varese: scappa con l...5
17 Il paese dei Comuni ...5
18 Trentamila supplenti...5
19 "Eravamo bambini", i...5
20 Facebook, quella fot...5
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 30 aprile 2011 ore 17:57 - Visite 249
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Riaffiorano le polemiche sulla nascita E Obama rende pubblico il certificato



WASHINGTON - Eccolo il documento che una volta per tutte dovrebbe mettere la parola fine alle polemiche che hanno accompagnato il presidente Barack Obama fin dal giorno della sua elezione, sulla sua legittimità ad occupare la Casa Bianca: è stato reso pubblico il certificato di nascita di Obama, in forma completa, che prova che il presidente è con certezza cittadino americano ed è nato alle Hawaii, a dispetto di chi continua a seminare dubbi sulla sua americanità. 

Ultimo, in ordine di tempo, a cavalcare l'argomento è stato Donald Trump, il magnate repubblicano lanciato verso la candidatura per la corsa alla Casa Bianca, ma la causa è popolare da tempo fra i cosiddetti "birthers", movimento che raggruppa chi ormai da anni pensa che Obama sia nato in Kenya e non alle isole Hawaii, e che pertanto non abbia diritto ad essere presidente degli Stati Uniti, visto che il secondo articolo della Costituzione prevede esplicitamente la nascita nel territorio americano come requisito essenziale per essere eletto.

"Non abbiamo tempo per queste stupidaggini, abbiamo cose più importanti da fare, abbiamo problemi da risolvere". Così, con una breve dichiarazione alla stampa, Barack Obama ha spiegato perché ha deciso di pubblicare il certificato, dopo aver ignorato ed essersi anche "divertito" per anni delle "falsità" fatte circolare sul suo conto. Ma ora basta: "Abbiamo grandi problemi da affrontare insieme, lo possiamo fare, ma
non se ci facciamo distrarre" da cose senza importanza che ci impediscono "di essere seri", ha detto ancora il presidente Usa. E a forza di delegittimazioni "non andiamo da nessuna parte", ha aggiunto.

Il documento, in forma completa, è stato pubblicato sul sito della Casa Bianca e certifica che Obama è nato ad Honolulu, è firmato dalla madre e dalle autorità governative statali. Il certificato aggiunge anche il luogo di nascita del presidente, l'ospedale di maternità e ginecologia di Kapiolani. Il documento è stato recuperato dall'avvocato del presidente che è appositamente volato nelle Hawaii per ottenerne una copia.

Durante la campagna elettorale, nel 2008, Barack Obama già pubblicò sul suo sito l'estratto di quel certificato, in cui era leggibile in modo chiaro che era nato il 4 agosto 1961 a Honolulu. Ma in tutti questi mesi, i "birthers" hanno sempre ripetuto che a loro giudizio quel certificato era un falso. Si tratta di una tesi portata avanti in modo ossessivo da una parte dell'establishment repubblicano, e di fatto ripudiata dai vertici del partito.

Sembrava una polemica ormai superata, ma nelle ultime settimane è stato il miliardario Trump a rimetterla al centro del dibattito politico. "Perché non l'ha mostrato anni fa?", ha commentato a caldo il tycoon, aggiungendo: "Spero che sia autentico. Voglio vederlo di persona. Comunque sono contento perchè ora possiamo parlare di tanti problemi seri che affliggono il Paese", ha detto ancora Trump, che ora dovrebbe essere soddisfatto.

"Sarebbe ora che il Paese discutesse di problemi veri e non fosse distratto da queste questioni totalmente finte", ha aggiunto Dan Pfeiffer, il direttore della comunicazione della Casa Bianca. Nella speranza che davvero ora si possa iniziare a pensare ad altro.

 

Origine: Repubblica

18-11-2017 - Usa, Pentagono retwitta: "Trump dimettiti". Poi si scusa: "Un errore di un operatore"
18-11-2017 - Gli Usa lanciano l'allerta per i turisti americani: "Natale a rischio attentati in Europa"
18-11-2017 - La Nato usa come bersagli nell'esercitazione i ritratti di Erdogan e Ataturk: la Turchia ritira i suoi soldati
18-11-2017 - Il soldato fuggito dalla Corea del Nord ha l'intestino pieno di vermi: "È uno specchio delle condizioni di vita nel Paese"
18-11-2017 - Vettorel, sì dei giudici alla scarcerazione, ricorso dei pm. La madre: "Fabio è ancora in carcere"
18-11-2017 - Afghanistan, record produzione di oppio: 9 mila tonnellate, +87% rispetto al 2016
18-11-2017 - Argentina, Marina ha perso contatti con sommergibile: 44 a bordo
18-11-2017 - Il ministro degli Esteri libanese: "Il premier Hariri sarà veramente libero solo quando rientrerà a casa"
18-11-2017 - New York, incendio in un palazzo di sette piani a Manhattan
18-11-2017 - L'intervista a Luke Harding sul Russiagate:"Un'operazione da manuale che punta alla Casa Bianca"
17-11-2017 - La madre di Fabio Vettorel: ?Mio figlio in cella in Germania accusato senza prove?
17-11-2017 - Terremoti, Corea Sud: scossa magnitudo 5,5 a Pohang
16-11-2017 - Un inviato del leader cinese Xi Jinping in Corea del Nord
16-11-2017 - Libano, Hariri su Twitter: "Tornerò a Beirut, forse fra un paio di giorni"
16-11-2017 - Russia, la protesta contro centinaia di nuove chiese: "Inutili e ci tolgono il verde"
16-11-2017 - Corea del Nord, disertore cerca di scappare e viene ferito dai suoi compagni
15-11-2017 - Terremoto al confine tra Iran e Iraq, si aggrava il bilancio: oltre 300 morti e migliaia di feriti
15-11-2017 - Ágnes Heller: "Questa Europa malata di nazionalismo dove il passato torna a cercare vendetta"
15-11-2017 - Un piano per per rapire Gulen: la rivelazione del Wall Street Journal. Ma Ankara smentisce
15-11-2017 - Terremoto magnitudo 7.2 nel nord Iraq: centinaia di vittime. Scossa avvertita da Israele alla Turchia
14-11-2017 - Paradise Papers, sull'Espresso in edicola le storie degli italiani con i conti offshore
14-11-2017 - Francia: travolge studenti con la sua auto. Media: "Atto deliberato"
14-11-2017 - Ravinder Bhalla, un sindaco sikh per Hoboken, la città di Frank Sinatra
13-11-2017 - Padre Tentorio, svolta nelle indagini: coinvolti due militari di Manila
13-11-2017 - Macron vola in Arabia Saudita: visita a sorpresa a 'Mbs'
12-11-2017 - Svezia, 456 attrici denunciano molestie sessuali con una lettera aperta e l'hashtag #metoo
12-11-2017 - Siria, liberata l'ultima roccaforte dell'Isis
10-11-2017 - Mosca, il Cremlino cerca consensi tra i giovani: al via portale informazione per bambini
10-11-2017 - Caso Regeni, il presidente al Sisi: "Vogliamo scoprire i colpevoli, con Italia agiamo in maniera trasparente"
10-11-2017 - Gran Bretagna, incontri segreti con Netanyahu: si dimette la ministra Priti Patel



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy