FORUM GRATIS  STATISTICHE GRATIS
  TOP 100 GRATIS  REDIRECT GRATIS
  SCAMBIO SITI  MASTER TOP 100


     INSERISCI IL TUO SITO  -  TOP CLICK MENSILE  -  TOP RANK POINTS  -  COME FUNZIONA

  
         Web   News   Testi e Video canzoni    >> FORUM <<  


MasterWorld.org - Ultime notizie
1 Juve-Genoa e Lazio-N...30
2 "Paga e ti libero da...25
3 Siria, raid aereo su...21
4 Francia, approvata l...21
5 Mazzarri: ''Nessun c...20
6 Udinese, show a Cagl...19
7 Talent Prize, via al...18
8 Il Genoa va, Palermo...18
9 Loew ct fino al 2014...17
10 Il derby è della Rom...17
11 Capuozzo sfida il M5...16
12 Napoli, riparte la c...16
13 Allegri e la corsa s...16
14 Montella senza paura...16
15 Emilia, l'inverno ma...15
16 Borse, ancora una gi...15
17 Camorra, faida di Na...15
18 Roma, agguato al cir...14
19 Unioni civili, Renzi...13
20 Corea Nord riaccende...13
Altre posizioni >>





Top Refer
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

BOOKMARK
START PAGE


::: PageRankTop.com :::
PageRankFree.com


   Notizia del 19 aprile 2011 ore 13:30 - Visite 179
Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport


Ex Bertone, ultimatum Fiat ai sindacati "Investimento solo con contratto Mirafiori"



TORINO - L'investimento da 500 milioni sulle ex carrozzerie Bertone si farà solo se nella fabbrica saranno applicati i contratti di Mirafiori e Pomigliano. E' un ultimatum quello presentato dalla Fiat ai sindacati all'incontro sul futuro delle Officine automobilistiche Grugliasco.

Alla riunione, alla quale hanno partecipato Fim, Uilm, Fismic e Fiom,  l'azienda ha ribadito che "considera il negoziato chiuso al 22 marzo e che un eventuale accordo" per lo stabilimento di Grugliasco "dovrà necessariamente riprendere integralmente i contenuti di quello firmato per Mirafiori". Infatti "per adeguare alle necessità il livello di competitività dei due stabilimenti si richiede l'applicazione in entrambi delle stesse modalità organizzative, produttive e gestionali".

In caso di accordo, dunque, "l'azienda intende dare applicazione al contratto collettivo specifico di primo livello applicato a Mirafiori e Pomigliano". Per dare il via all'investimento, quindi, il gruppo intende "accertare in modo inequivocabile l'esistenza o l'assenza delle condizioni indispensabili". E questo in tempi rapidi perché  "bisogna decidere dove farlo e il tempo stringe". Grugliasco dovrebbe produrre modelli Maserati e l'ad Sergio Marchionne pochi giorni fa aveva detto che l'azienda ha già dei siti alternativi.

Tra l'altro, il Lingotto ha comunicato ai sindacati
che se entro i prossimi giorni il ministero del Lavoro non firmerà l'autorizzazione per il secondo anno di cassa integrazione straordinaria, da aprile l'azienda potrebbe non essere più in grado di garantire ai lavoratori ex Bertone il pagamento dell'anticipo di cassa integrazione come sta facendo dal novembre scorso.

"Mi sembra che stia prevalendo l'estremismo nella gestione dei rapporti di lavoro in Fiat - ha commentato alla fine della riunione Giorgio Airaudo, responsabile auto della Fiom - : si dividono i lavoratori e si creano problemi di coesione sociale nel Paese. Trovo impressionante la resa del sindacalismo confederale all'azienda. Invece di un testo - afferma Airaudo - viene consegnato un dispositivo e si scopre l'esistenza di un contratto nazionale dell'auto di cui non erano a conoscenza neanche i firmatari. I lavoratori della ex Bertone vengono quindi chiamati a decidere su un contratto nazionale che non hanno chiesto".

 La dichiarazione dell'azienda con il rimando agli accordi di Pomigliano e Mirafiori è sufficiente a fare chiarezza secondo la Fim e al Uilm, che inizialmente avevano chiesto un testo definitivo da sottoporre al voto dei lavoratori: "Chiediamo alla Fiom - hanno detto Maurizio Peverati della Uilm e Claudio Chiarle della Fim - di indire un referendum per l'approvazione dell'accordo, accordo che a noi andava bene ieri e che va bene ancora di più oggi che i tempi si stanno stringendo. La Fiom, che è in maggioranza tra le Rsu, si faccia carico di spiegare la situazione ai lavoratori; per quanto ci riguarda faremo di tutto perchè la produzione resti almeno in Italia".

Origine: Repubblica

10-02-2016 - Rc Auto: se si cambia compagnia, si mantiene la classe
10-02-2016 - Rivoluzione nei cieli: arrivano i nuovi limiti sulle emissioni di Co2 degli aerei
10-02-2016 - Industria in ripresa nel 2015: primo rialzo da quattro anni, ma ora sta rallentando
10-02-2016 - Luxottica e gli occhiali appannati di Del Vecchio
10-02-2016 - Ilva, arriva la manifestazione d'interesse della Cdp
10-02-2016 - Fs arriva in Iran: accordo da cinque miliardi per l'alta velocità
10-02-2016 - Peggiora il Misery Index di Confcommercio, cresce il disagio sociale
10-02-2016 - Il calo del petrolio fa bene agli automobilisti
10-02-2016 - Milleproroghe: dai contratti di solidarietà alle Università, ecco le modifiche
10-02-2016 - Via libera da Bruxelles alla bad bank: "Non sono aiuti di Stato"
10-02-2016 - Arezzo, prima udienza: il tribunale deciderà sull'istanza di insolvenza di Banca Etruria
10-02-2016 - I vertici Mps devolvono parte dello stipendio ai dipendenti
10-02-2016 - L'ad di Google è il re delle stock options: vale 199 milioni
10-02-2016 - Enel taglia il debito oltre le attese, ricavi stabili
10-02-2016 - L?Abi scrive alla Consob: semplificare i prospetti informativi
10-02-2016 - Anche Deutsche Bank nel ciclone dei mercati
10-02-2016 - Star Wars spinge Walt Disney al record di utili
10-02-2016 - La Russia cerca di fare cassa con accise su bevande e pneumatici
10-02-2016 - Germania, record del surplus commerciale in barba alla Ue
10-02-2016 - Frenano i prestiti a dicembre, le sofferenze restano sopra 200 miliardi
10-02-2016 - Padoan: "Europa vista come problema per il lavoro. Flessibilità non è scorciatoia"
10-02-2016 - Borse, ancora una giornata di paura. Milano in rosso del 3,2% perde 13 miliardi
09-02-2016 - Engineering, Opa dei fondi su servizi informatici e tasse dei piccoli comuni
09-02-2016 - Ilva, il gruppo Marcegaglia presenterà un'offerta
09-02-2016 - LinkedIn delude Wall Street: nel 2015 ricavi a 2,9 miliardi
09-02-2016 - Bnp Paribas dimentica gli Usa: nel 2015 utili per 6,6 miliardi
09-02-2016 - Accise sui tabacchi, Luiss promuove la riforma: "Buoni risultati"
09-02-2016 - Banca d'Italia: "In due settimane convertito un miliardo di lire"
09-02-2016 - Germania e Francia chiedono il ministro delle Finanze dell'Eurozona
09-02-2016 - Fisco, le addizionali Irpef costano 15 miliardi di euro l'anno



Homepage - Ambiente - Calcio - Cronaca - Economia - Esteri - Motori - Politica - Rubriche - Scienza e Tecnologia - Spettacoli e Cultura - Sport



















  
 











Copyright 2003-2013 Masterworld
Privacy Policy